Chi amministra Ittiri Cannedu oggi

Pubblicato il da Antonio Fadda

Ma chi sono i nostri amministratori ?
Che incarichi assolvono all' interno della nostra Amministrazione Locale ?
Hanno lavorato bene sin dal loro insediamento oppure non sono riusciti a rispettare le tabelle di marcia imposte dal loro programma elettorale ?
In questa pagina forniamo un quadro sintetico, corredata di foto, di chi sino ad oggi regge le sorti della nostra economia, della nostra cultura, del nostro sviluppo e dell' affermazione della ittiresità in campo Provinciale, Regionale, Nazionale e perchè nò anche Europeo.
Apriamo dunque, se ne avete voglia, dei ragionamenti su questi temi che sono sempre attuali e che possono ridisegnare il quadro, con le dovute e varie sfumature e colori, che consentano di proiettare nel futuro Ittiri Cannedu.
Le schede sono state inserite dal sito del Comune di Ittiri.

 

Dott. Tonino Orani

 

Il Sindaco è l'organo responsabile dell'organizzazione politica ed amministrativa del Comune e rappresenta l'Ente. Dirige l'attività della Giunta assicurandone l'unità politica ed amministrativa di governo e la rispondenza agli atti di indirizzo del Consiglio comunale. Esercita i poteri di iniziativa per gli atti di competenza del Consiglio.
Sovrintende al funzionamento degli uffici e dei servizi, avvalendosi anche delle collaborazioni esterne, secondo le modalità previste dalla legge e dai regolamenti. Spettano, inoltre, al Sindaco la altre competenze attribuite dalle leggi, dallo Statuto e dai regolamenti.
Nomina gli Assessori ed il Vice Sindaco e, nella prima seduta successiva all'elezione, comunica al Consiglio i nominativi unitamente alla proposta di indirizzi generali di governo. Può revocare, dandone motivata comunicazione al Consiglio, uno o più Assessori ed il Vice Sindaco, assegnare e modificare competenze per settori omogenei e per progetti specifici ad ogni Assessore.
Il Sindaco può delegare e revocare funzioni proprie e la firma dei relativi atti al Vice Sindaco e ad ogni Assessore, modificare il contenuto delle deleghe e disporre la sospensione dei singoli atti delegati. I criteri per l'attribuzione delle deleghe sono disciplinati dal regolamento della Giunta al fine di garantire il buon andamento dell'attività amministrativa.



Senes Gianni

Funzioni:
Vicesindaco - Gestione territorio, Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Manutenzioni

 

 

 

 

 

E-mail:
vicesindaco@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Riceve c/o Ufficio Tecnico Comunale Vic. Marini
Lunedì 10,00/12,00 - Mercoledì 10,00/12,00

 

 

 

 

Secchi Stefano

Funzioni:
Assessore al Bilancio, Risorse Umane, Innovazione Tecnologica e Programmazione

E-mail:
ass.secchi@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Lunedi 18,00/19,00 - Mercoledi 18,00/19,00

Biografia:
Nato ad Ittiri il 04/03/1970 sposato con un figlio, alla sua prima esperienza amministrativa, ha conseguito il diploma di Ragioniere e Perito Commerciale nel 1991, attualmente lavora come ragioniere ad Alghero presso la Deriu & Lupinu.

 

 

 

Simula Gian Bachisio

Funzioni:
Assessore all'Ambiente, Sviluppo Economico e Attività Produttive

E-mail:
ass.simula@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Martedì 09,00/13,00 - Giovedì 16,00/19,00

 

 

Pinna Giommaria

Funzioni:
Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Sport e Spettacolo

E-mail:
ass.pinna@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Mercoledi 18,00/19,00 - Venerdì 16,00/18,00

Biografia:
Nato ad Ittiri il 23/04/1959 sposato, docente di lettere negli istituti superiori, incaricato come super visore presso la S.S.I.S.S. (Scuola di specializzazione degli insegnanti di scuola superiore) dell'Università degli studi di Sassari.
Già assessore ai lavori pubblici, urbanistica, edilizia privata nella giunta Senes 1994/1998.

 

 

 

 

 

Mignano Mariella

Funzioni:
Assessore alle Politiche Sociali e della Famiglia

E-mail:
ass.mignano@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Lunedì 09,00/10,00 - Martedì 09,00/10,00 - Mercoledì 15,30/16,30 - Giovedì 09,00/10,00

Biografia:
Nata a Sassari il 31/03/1966 alla sua prima esperienza amministrativa, ha conseguito la laurea in Farmacia presso l'Università di Sassari, esercita la propria professione ad Ittiri.

 

Dedola Gianni

Funzioni:
Assessore all' Agricoltura

E-mail:
ass.dedola@comune.ittiri.ss.it

Telefono:
079 445214

Riceve il:
Lunedì 18,00/19,00 - Martedì 12,00/14,00 - Mercoledì 18,00/19,00 - Venerdì 12,00/14,00

Biografia:
Nato ad Ittiri il 22/03/1964, imprenditore agricolo, è stato consigliere di minoranza nella precedente Amministrazione.

 

 

 

Il Programma Amministrativo che questa Giunta ha presentato

 

 

 

COMUNE DI ITTIRI
PROGMMMA Dl MANDATO 2005-2010

INTRODUZIONE

Il Programma di Mandato è il documento di massima programmazione politico-amministrativa, con il quale si illustrano le linee programmatiche dell'azione di governo relative a tutta la durata del mandato. Esso trae ovviamente ispirazione dal programma elettorale con il quale Democrazia Progresso si è presentata agli elettori e sul quale ha ottenuto il consenso della cittadinanza.
Dal consenso ottenuto, sia pure al termine di una competizione elettorale aspra e combattuta sino all'ultimo voto traiamo la convinzione, la forma e le energie per proporre un programma amministrativo concreto e realizzabile che pensiamo debba essere fondato sulle reali esigenze e aspettative delta città.
La nostra cittadina sta conoscendo un declino mai visto in passate, si sta spopolando, sta perdendo le sue tradizioni e la sua cultura; stiamo assistendo a un processo di disgregazione del tessuto economico e sociale che sembra inarrestabile, in particulate tra i giovani che sono abbandonati al loro destino, senza che le istituzioni preposte abbiano la volontà o la capacità di offrire loro dei valori in cui credere e dei punti di riferimento validi sui quali basarsi. lttiri sta di conseguenza perdendo la sua identità il suo orgoglio di cittadina industriosa e intraprendente.
Noi vogliamo e pensiamo di essere in grado di porre freno a questa condizione di degrado, intervenendo in modo deciso e mirato in tutti gli aspetti, sociali, culturali, economici, ambientali bella vita cittadina, avendo come obbiettivo finale il rafforzamento del benessere socio-economico e la crescita culturale dei nostri concittadini e quello di far riacquistare a Ittiri il ruolo e l'importanza che naturalmente le spetta nel territorio.
Noi vogliamo partire da qui e lo vogliamo fare con una maggioranza forte, compatta ed esperta, instaurando un rapporti di fiducia e di rispetto nei confronti dell'apparato amministrativo comunale, un dialogo permanente con la città con un sindaco ed un consiglio che facciano dell'ascolto e dell'operatività i capisaldi del proprio metodo di lavoro elevando il livello qualitativo del rapporto tra le istituzioni e i cittadini e ispirando la propria azione a criteri di partecipazione, uguaglianza e imparzialità.
L'impegno è applicare il concetto di "Qualità" all'azione amministrativa ponendo il cittadino al centro di un processo teso a tradurre i suoi bisogni in obiettivi e standard di qualità dei servizi erogati. Questo concetto, estremamente innovativo per il Comune di Ittiri, coinvolgerà: tutti i settori e livelli dell'apparato, per fornire in concreto una "nuova impronta" di amministrazione moderna ed efficiente in grado di porre il cittadino al centro dell'attenzione, cosciente dei propri diritti, interlocutore attivo e positivamente critico.
Il fine ultimo è rendere la struttura comunale sempre più efficiente e aperta attivando un processo di miglioramento continuo dei servizi, mediate una maggiore formazione del personale, riducendo gli sprechi, rendendo più trasparenti le pratiche, accelerando i tempi burocratici, monitorando la verifica dei risultati raggiunti e individuando sempre nuovi obiettivi improntati sulle esigenze manifestate dai "cittadini-clienti".

 

VALORI, DICHIARAZIONI DI PRINCIPIO
E OPZIONI DI FONDO

Al centro del nostro programma amministrativo intendiamo mettere la costruzione di una comunità solidale, attenta alle necessità di uno sviluppo sostenibile, nella quale siano rispettati i diritti delle persone e le diversità vengano considerate dei valori.
Ci impegniamo pertanto in prima persona a mettere le nostre capacità e la nostra determinazione al servizio della collettività per dare concreta attuazione ai principi che hanno ispirato l’elaborazione di questo programma.
Vogliamo una cittadina bella, accogliente, solidale, in cui viva una comunità unita, che condivida la finalità del benessere di tutti i cittadini.
Vogliamo una comunità che operi per la salvaguardia dei diritti delle persone al lavoro, all’istruzione, alla salute.
Vogliamo una comunità accogliente in cui ci sia possibilità di confronto e di crescita culturale su temi fondamentali quali quello della pace, dell’integrazione di diverse culture, della solidarietà sociale e della qualità della vita
Non crediamo in una società competitiva, in cui prevalgano gli interessi corporativi e la prevaricazione del più forte sul più debole, in cui la politica rappresenti solo interessi particolari. Crediamo nella Politica che si impegni per una soluzione comune e condivisa dei problemi sociali.
Vogliamo una comunità dove sia bello vivere, una comunità che abbia attenzione particolare ai problemi dell’ambiente e della salute, nella quale anche lo sviluppo economico sia compatibile con gli obiettivi di salvaguardia dell’ambiente e di qualità della vita, e dove da questi obiettivi si possano sviluppare nuove attività e nuova occupazione non
precaria.
Ci impegniamo per un paese vivibile a misura di famiglia, di bambino, di giovane, di anziano e di diversamente abile. Vogliamo lavorare affinché vengano assicurati spazi urbani di qualità, dove tutti possano spostarsi e muoversi in sicurezza, dove ci siano servizi adeguati e spazi di socializzazione, di crescita umana e sociale.
Vogliamo che i rapporti tra i cittadini e l’Amministrazione siano trasparenti, che i cittadini, singoli e associati, abbiano la possibilità di partecipare all’azione amministrativa attraverso spazi di confronto, di partecipazione e di lavoro per la costruzione del bene comune.
Crediamo che l’Amministrazione debba adoperarsi affinché tutta l’organizzazione comunale condivida i valori fondamentali che la ispirano ed orienti la propria attività considerando la soddisfazione dei cittadini il vero ed unico obiettivo dell’azione amministrativa.
LINEE PROGRAMMATICHE GENERALI
Esse sono le linee guida lungo le quali pensiamo di orientare la nostra azione onde conseguire gli obiettivi generali indicati in premessa.
Abbiamo analizzato i vari aspetti della vita sociale, culturale ed economica di Ittiri ed abbiamo individuato delle macro aree entro le quali pensiamo di poter intervenire in modo organico ed efficace, esse sono:

VIVIBILITA’ E QUALITA’ DELLA VITA NEI SUOI ASPETTI
MATERIALI ED IMMATERIALI

CRESCITA E SVILUPPO SOCIALE E CULTURALE

CRESCITA E SVILUPPO ECONOMICO
1
INTERVENTI TESI AL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA’ DELLA VITA URBANA NEI SUOI ELEMENTI MATERIALI ED
IMMATERIALI
1.a ABITARE E VIVERE

Revisione generale del Piano urbanistico Comunale

Riesame del Piano Particolareggiato per il centro storico

Riqualificazione urbana e funzionale del centro storico mirata ad avviare il progetto “Ittiri ospitale” con la creazione dell’ “albergo diffuso” e l’attivazione di un circuito di bed & breakfast

Valorizzazione architettonica del centro storico con incentivazione, anche mediante agevolazioni tributarie, degli interventi di recupero urbano e ristrutturazione delle abitazione

Promozione di iniziative di edilizia popolare nel centro storico

Creazione di zone intermedie tra la periferia urbana e l’agro

Miglioramento della viabilità urbana

Razionalizzazione e potenziamento del servizio di raccolta RSU e installazione nuovi cassonetti e attivazione effettiva della raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani

Potenziamento e ottimizzazione funzionale del depuratore comunale

Piano di ricerca perdite idriche e rifacimento della rete idrica obsoleta con attivazione del monitoraggio elettronico dei nodi di flusso

Rilancio del decoro urbano, creazione, manutenzione e ampliamento delle aree verdi all’interno del centro urbano, bonifica e riqualificazione delle zone periferiche degradate

Disinfestazione periodica tutte le zone periferiche urbane confinanti con l’agro
1.b STRUTTURE PER I SERVIZI PUBBLICI DESTINATI ALLE PERSONE

Messa a norma e manutenzione degli edifici scolastici

Interventi di consolidamento e restauro degli edifici storici religiosi

Ampliamento e valorizzazione della parte storico-monumentale del Cimitero

Rifunzionalizzazione della struttura di recupero per tossico dipendenti

Trasferimento della biblioteca in locali adeguati

Attivazione dell’asilo nido pubblico

Attivazione del centro di accoglienza per gli anziani
1.c SPORT TEMPO LIBERO SOCIALIZZARE

Completamento e riqualificazione delle strutture sportive esistenti (palestra di via XXV Luglio e campo annesso, campo di bocce, campi da tennis, campi di calcio in terra battuta)

Realizzazione di un piscina sovracomunale a gestione consortile

Realizzazione di un centro ippico, attrezzato per ricovero animali, e ippoterapia per i disabili

Allestimento di un percorso ciclabile

Costruzione di un Palazzetto dello sport
2
CRESCITA E SVILUPPO CULTURALE E SOCIALE
2.a RAPPORTI TRA AMMINISTRAZIONE E CITTADINI

Incentivare gli strumenti di partecipazione dei cittadini alle decisioni pubbliche

Realizzazione della Carta dei Servizi del Comune e attivazione di uno sportello per le relazioni col cittadino con funzioni di ufficio reclami

Consulta dei cittadini su tematiche specifiche in collaborazione con i vari assessorati

Coinvolgimento e la valorizzazione del personale comunale inteso come risorsa, attraverso un suo costante processo di aggiornamento e qualificazione

Dare completa attuazione alle normative sulla semplificazione degli adempimenti, estensione dell’uso dell’autocertificazione ed introduzione delle tecnologie dell’informazione, per migliorare la comunicazione e i servizi.

Evoluzione del sito Internet verso la forma della rete civica aperta al contributo di associazioni, imprese e privati e come strumento di e-Government con particolare riferimento all’attivazione dello Sportello Telematico Municipale e di un forum telematico permanente.

Adozione dello strumento del “bilancio sociale”

Ripresa della pubblicazione del giornale “ITTIRI COMUNE”

Partecipazione ai progetti sperimentali di innovazione e successiva adozione del sistema di Certificazione di Qualità previsto per le P.A
2.b SOLIDARIETA’ E SOSTEGNO ALLE PERSONE

Allestimento di un servizio di supporto e sostegno familiare

Attivazione del servizio di assistenza domiciliare integrata per la gestione di situazioni di particolare difficoltà (malati psichici, disabilità grave ecc.)

Incentivazione dei piani di inserimento lavorativo per situazioni di esclusione sociale e nuove povertà

Costituzione di un’ osservatorio permanente delle problematiche sociali con particolare riferimento ai giovani e agli anziani

Promozione di iniziative finalizzate alla partecipazione degli anziani alla vita sociale del paese, anche attraverso la valorizzazione delle loro esperienze di lavoro e di relazione.

Azioni, mediante la collaborazione di operatori specializzati, per affrontare e risolvere i problemi legati al disagio giovanile e alla devianza.

Costituzione di un tavolo permanente delle politiche familiari (consulta) per attività di prevenzione del disagio familiare, di informazione e di tutela della famiglia.

Promozione della cultura della legalità attraverso l’attuazione e lo sviluppo ulteriore del progetto PON sicurezza “Legalità nel COROS ”

Progetto giovani coppie (informazioni, agevolazioni fiscali) e concessione di un contributo per il primo anno di vita dei nuovi nati

Programmi di educazione sanitaria in collaborazione con la ASL

Azioni volte a favorire la integrazione sociale dei cittadini extracomunitari

Iniziativa energica per il rilancio funzionale dell’ospedale Alivesi, in collaborazione con le associazioni promotrici.
2.c SCUOLA CULTURA VOLONTARIATO

Inserimento della biblioteca di Ittiri in un sistema bibliotecario territoriale, potenziamento dell’organico, creazione di una mediateca con punto di accesso multimediale anche per bambini.

Ruolo centrale della biblioteca nella promozione di circuiti culturali di eccellenza

Allestimento e attivazione di un museo etnografico e antropologico del territorio

Azioni volte alla diffusione e valorizzazione della cultura Sarda

Iniziative per favorire l’integrazione intergenerazionale tra bambini e anziani

Azioni volte al contrasto dell’abbandono scolastico

Attivazione di iniziative di formazione alla Politica

Creazione di un tavolo permanente della pace, nel quale siano rappresentate tutte le associazioni non violente, pacifiste, di volontariato, e valorizzazione del servizio civile e della protezione civile

Sportello Unico per le associazioni e facilitazione nel disbrigo delle pratiche autorizzative

Utilizzo delle strutture comunali disponibili come sedi per le Associazioni.

Iniziative, in collaborazione con la Soprintendenza, per la valorizzazione del patrimonio archeologico e architettonico.
3
MIGLIORAMENTO E RAFFORZAMENTO DEL SISTEMA ECONOMICO
3.a ARTIGIANATO E IMPRENDITORIA

Avviamento funzionale definitivo della Zona Industriale di Paulis

Agevolazioni e assistenza all’avviamento per le nuove imprese

Attivazione dello Sportello Unico per le Attività Produttive

Creazione di una piattaforma tecnologica nella Z.I. di Paulis per il primo condizionamento della raccolta differenziata (plastica, cartone, legno, vetro, organico)
3.b INFRASTRUTURE E INIZIATIVE PER IL SETTORE AGRO PASTORALE

Completamento e Avviamento gestionale del sistema idrico integrato Valle di giunchi – Riu Minore

Programma pluriennale di bitumazione e manutenzione delle principali strade comunali extra urbane di penetrazione agraria

Istituzione della commissione agricoltura a carattere permanente

Promozione e valorizzazione delle produzioni tipiche e delle risorse locali anche mediante azioni di marketing territoriale e la creazione di un circuito di manifestazioni intercomunali

Attivazione delle procedure per consentire l’ottenimento della qualifica di ITTIRI come “città dell’olio”

Azioni di collaborazione con l’Università di Sassari e altre istituzioni scientifiche tese a valorizzare e migliorare le produzioni locali agroalimentari

Attivazione, in collaborazione con le associazioni di rappresentanza degli agricoltori e allevatori, di uno sportello di assistenza e supporto anche per la liquidazione degli indennizzi per le calamità naturali.
3.c ALTRE INIZIATIVE

Protezione dell’ambiente territoriale con il recupero ambientale di zone di particolare pregio

Realizzazione di itinerari naturalistici e archeologici, percorsi per il trekking a cavallo e in mountain bike

Attivazione e incentivazione di cantieri di riforestazione permanente privilegiando l’utilizzo di specie arboree autoctone (leccio e sughere ecc.)

Riattivazione del Mattatoio Comunale

Apertura e gestione della discarica per materiali inerti.

Studio per la creazione di una società di gestione dei servizi pubblici a livello sovracomunale

Sviluppo e partecipazione ad iniziative pubbliche o miste finanziate nel quadro dei fondi strutturali dell’Unione Europea POR e dei Piani di Iniziativa Comunitari (Leader plus, Interreg, Equal, Urban).

Azioni di rafforzamento degli Accordi di Programma con gli altri Comuni limitrofi dell’area Coros.

Puntuale censimento del patrimonio immobiliare del Comune e razionalizzazione del suo utilizzo.

 

 

 

Secondo voi, cittadini ittiresi, quali e quante di queste cose elencate sono state effettivamente realizzate ?

 

 

 

 

 

 

 

Commenta il post

Giovannangelo 08/18/2009 12:13

I nostri amministratori !
Io vedo solo dei signori che credono di essere i proprietari del palazzone-costruito-sulla-chiesa.
E quando dico che credono di essere dei proprietari, non affermo cose sbagliate.
Tutto il loro modo di fare, di presentarsi, di atteggiarsi, di camminare, di esprimersi, di gesticolare, di ridere, di guardare i cittadini, di gestire la Cosa Pubblica, cioè nostra, tradisce la loro arrogante e indisponente prosopopea.
Quella sul tipo : " tutti mi devono, nessuno mi paga !!"
La storia politica di Ittiri insegna molte cose, se letta ed interpretata nel modo giusto, e questo dovrebbe saperlo benissimo Gianni Senes che ne è stato una vittima illustre.
Quando infatti pensi di avere tutto sul palmo di una mano, le risposte della gente, della comunità, del popolo si rivelano totalmente diverse da quelle che ti aspettavi.
Oggi vediamo, e lo vedremo alle prossime elezioni comunali, il ripetersi di questa " profezia cannediana".
Il saccheggio della cosa pubblica ha i mesi contati.
I padroni di Ittiri si preparino ad andare a casa !

Saluti e complimenti per il Blog
Giovannangelo