Scomodato anche Craxi ( l' antisocialismo storico degli idioti )

Pubblicato il da Antonio Fadda



...uno che è figlio del PSI e del craxismo, che non ha fatto altro che leccare culi a destra e sinistra per avere un posto all'ospedale, per non fare un'accidenti dalla mattina alla sera, si permette di criticare chi provviene dell'esperienza politica del PCI-PDS-DS!!!

Siamo proprio alla frutta!!!

...poi leggo l'intervista ad un saltimbanco della politica arrivista e opportunista come Andrea Cossu e mi viene da vomitare.

E sono questi gli elementi che dovrebbero mettere in atto la rivoluzione ittirese??

Vergogna, andate a lavorare che è meglio!!!


 

L' Idiota

 

E' del tutto inutile stare a rimpiangerli, il fatto è che purtroppo gli Idioti di una volta non ci sono proprio più.

Idioti di quelli che ti affascinavano allegramente e che nel contempo ipnotizzavano chi li ascoltava.

Gente cheta, sode, innocua, che ti molestava proprio al minimo, che i suoi limiti comunque li conosceva, e che il dubbio di essere idioti lo covavano già da tempo nel loro intimo più profondo.

Certo idioti sì ma con un loro stile che diamine !

Uno stile certamente impacciato e a tratti goffo, ma che comunque faceva tenerezza. Ti veniva anche voglia di tifare per loro che non avevano avuto fortuna… nel nascere idioti.

All' idiota di oggi il dubbio di essere idiota non gli sfiora nemmeno l' anticamera del cervello, se c'è. Lui, l'idiota moderno, ha di sé tutt' altra e opposta convinzione.


Insomma quel che disse uno scrittore famoso di Napoleone alla testa delle sue armate, ossia di uno che voleva mostrare al mondo che era nato un nuovo Cesare o un nuovo Alessandro. Esattamente questo pensa l' idiota: di essere un nuovo Napoleone che sgominerà il mondo.

E difatti l' idiota scrive lettere ai blog in cui vuole dimostrare quanto la sa lunga .

Manda e-mail furenti e minacciose a tutti quelli che gli capitano a tiro di indirizzo internet. Si è fatto vivo con grande cipiglio anche nel nostro blog e ne accettiamo ed accogliamo i suoi interventi perchè da sempre ci stimolano.

Questi idioti moderni tuonano nei post, forti solo di quattro banalità e quattro ideuzze da due soldi.

Erano e sono rimasti nemici di Craxi e oggi di Berlusconi.

Ma il fatto per noi tutti non ha alcuna importanza.

Avrebbero potuto essere altrettanto idioti se avessero tuonato a favore di Craxi o Berlusconi a quella maniera. Idioti moderni sono.


Noi ci opponiamo a questi idioti in modo semplice e umile, forti del nostro spirito liberale e senso della misura che da sempre ci caratterizza.

Era previsto nel conto che avremmo incontrato, come spesso accade nella vita di tutti i giorni, sulla nostra strada,  asfaltata per fortuna dico, dalla facile comunicazione di massa che poi è un teatro ampio di azione, a disposizione anche degli idioti, pronti a colpire.

E' semplice, batti quattro tasti ed ecco che parte  l' e-mail.

Me ne è arrivata una l' altro giorno, dopo che avevo scritto su chi fossero i nostri amministratori, illustrandone anche per via caricaturale, per scherzarci anche su , le eventuali simil-veritiere caratteristiche, che mi rimproverava duramente anche con toni da idiota appunto, e mi invitava a cambiare eventualmente paese se non mi piaceva questo tipo di impostazione nell' amministrare la cosa pubblica.

Un idiota.

Senza la costante, puntuale sacrosanta e democratica critica, sia di Craxiana, Togliattiana, Gramsciana, Dalemiana , Di Pietresca, Lorelliana memoria, l' intera storia contemporanea, soprattutto anche quella ittirese, sarebbe stata un' altra.

C'è una cosa orribile nel sistema di pensiero dell' idiota.

Credere che gli insulti abbiano lo stesso valore delle argomentazioni, anzi credere che gli insulti siano la più efficace e la più trascinante delle argomentazioni.

Ci sono dei tapini ad Ittiri che credono che definire uno “leccaculo” e l' altro “saltimbanco della politica” o altro ancora sia un' argomentazione che non lascia scampo.


C' è chi usa l' impiego del proprio avversario politico come un randello con cui picchiarlo.

Non che nessuno di noi sia immune dall' idiozia e dalle idiozie, ma da quel tipo di idiozia noi siamo immuni sin da ragazzi.

E perciò ci rimango male quando  l' idiozia la vedi crescere nelle ampie file della nostra generazione.

Qualcuno scrisse una volta che nella nostra vita pubblica era emerso un nuovo protagonista, “il cretino di sinistra”.

E' questo un personaggio di cui ci siamo purtroppo interessati molto in questi  ultimi trent'anni.

Senza peraltro trascurare il “cretino di destra” che comunque è meno conosciuto.

Idioti di tutto il mondo unitevi !

È la vostra ora.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Commenta il post

Caranas 02/18/2012 09:08

vedo che abbiamo la stessa provenienza politica. Mezzo secolo di mililitanza (per noi !) per altri forse di ... latitanza dalla società viva, dai valori, dal progresso ...

Totoi Fadda 02/18/2012 13:46



Potrei concordare con te Caranas però mi sento di dire che l' operazione Mani Pulite, che fu una operazione che ebbe tantissimi meriti anche se poi non servirono pressochè a nulla, fu tante altre
cose tra le quali un' operazione di polizia politica condotta oltre quei limiti di legalità previsti dalla legge. Chi ieri ha condotto quelle operazioni si è oggi macchiato degli stessi viziacci
che al tyempo scoperchiò. Il solito minestrone politico all' italiana. In mezzo ci siamo rimasti noi che abbiamo circa mezzo secolo di militanza in quel bellissimo partito che era  tutto il
movimento socialista che dalla frangia lombardiana spaziava sino al craxismo, quello puro, non corrotto. Approffitto per chiederti un tuo recapito mail al quale poter scrivere perchè avrei una
proposta da farti. Puoi inviarla a: abbadorzu@tiscali.it



L' ex Sindaco 09/05/2009 17:52

Scusate se mi intrometto.
Non condivido alcune cose dette in questo Blog.
La mia formazione politico - culturale è tutta improntata a sinistra, dentro il PD anche se sono sono un elettore, ma nel quale, quando era PCI e poi PDS e Ds ho avuto degli incarichi e delle responsabilità.
Le cose che non condivido però sono anche il modo con cui vengono trattate quelle persone che hanno il coraggio civile e politico ( e su questo a Totoi Fadda niente gli si può dire perchè si è assunto sempre le sue responsabilità politiche ) di avanzare proposte, critiche anche severe che possono essere condivise o meno ed alle quali è opportuno rispondere con altrettante argomentazioni valide e inconfutabili, ma mai si deve attaccare brutalmente per zittire alcuno ( so che non è il caso di Antonio che anzi trae linfa vitale da questi attacchi che gli danno comunque pienamente ragione.. in tema di idioti ). Io credo sia giunto il tempo di avviare nelle sedi opportune ed ognuno per le responsabilità che ricopre nella vita socio-politica una seria discussione su quale dovrà essere davvero il destino della nostra cittadina.
Cittadina che certamente è stata male amministrata negli ultimi 25 anni, ma anche qualcosa di buono è stato fatto per la nostra gente, per i nostri attivissimi imprenditori, per le tante partite IVA presenti, per i nostri artigiani, per la esaltazione e la diffusione della cultura d' Ittiri (anche attraverso le manifestazioni di folklore epperchè nò ).
Su questo Blog ma anche sull' altro blog ittirese di boiki, che ho letto e che seguo, si stà scrivendo, involontariamente forse, il nuovo programma elettorale, politico e programmatico che potrà aiutare i prossimi candidati sindaci a riscrivere un nuovo e più efficace programma di sviluppo locale all' insegna della modernità.
Riportando Ittiri, ecco questo è quello che chiede Totoi Fadda, alla guida, seppur virtuale, di tutte le comunità della nostra provincia. Come si faceva negli anni '60 sino agli anni '80 quando Ittiri era il paese di riferimento per la sua capacità produttiva, creativa lavorativa, imprenditoriale.
Una raccomandazione, partecipiamo a tutte le occasioni dove possiamo dire la nostra liberamente, contribuendo alla crescita non solo economica ma anche culturale della nostra gente.
I disturbatori avranno vita breve se tutti noi li seppelliremo, davvero, con una grossa e grassa risata.
Auguri a presto.
un Ex Sindaco

Conte d' Iteri 09/05/2009 17:30

Cavi, Cavi vagazzi,
cevcate di stave bvavi e calmi !
Da una signova come Lucia P. ( così è la sua fivma ) non si dovvebbevo leggeve cevte cose.
Quella bvutte fvasi si potevano sentive 50 anni fà dalla bassa plebe, la chiamavate voi stessi "Puleddina !", oddio, quante cose bvutte che si sentono dive e leggeve !
Stò leggendo questo blog da quando è nato e vi posso dive che le pavole usate sono belle e gentili, compvensibili e chiave, e tutti possono capive quello che viene detto.
Gli unici che pavlano male e spovco sono quelli che hanno poco da dive di impovtante.
Più insultate Totoi Fadda più viene letto, seguito, appvezzato, difeso.
Cosa che io già faccio tutti i giovni al bav, al supevmevcato, dal bavbieve.
Se non siete d' accovdo con quanto scvive ignovatelo e andate a distuvbave da qualche altva pavte.
Saluti