Eiteinnorabona ! Farabbuttoso ( direbbe Berlusconi)

Pubblicato il da Antonio Fadda

Cari amici, a seguito delle varie, certo non inattese, ingiurie personali che vengono rivolte a più riprese con il grande coraggio di chi si avvale di pseudonimi o falsi riferimenti anagrafici, debbo ancora una volta ribadire che questo blog è uno spazio aperto a tutti per dire correttamente ciò che si pensa.

L’auspicio è che questo si possa concretizzare senza insolenze e ingiurie varie.

Personalmente ci metto la faccia ( nò, quello della foto non sono io...), altri non ne hanno il coraggio e sparano da dietro il muretto a secco.

Dei veri killer del linguaggio biforcuto, insomma.

Si sapeva sin dall’inizio. Se non si è capaci di rispettare queste elementari regole, pazienza.

Ma non lamentiamoci se poi veniamo colpiti.

Come responsabile del blog tento di evitare il più possibile la pubblicazione di maldicenze e insulti, in tipico stile stalinista, ma non negherò mai il diritto di esprimersi a nessuno.

Non posso però accettare riferimenti personali da parte di anonimi, li respingo idealmente al mittente, rinnovando l’invito al confronto diretto e a viso scoperto.

Facciamo riferimento ai fatti, piuttosto. Chi ne ha coraggio può sempre farlo.

Commenta il post

Luciano C. 09/24/2009 15:45


Antonio ho letto in fortissimo ritardo il tuo blog e tutti i commenti. Devo complimentarmi con te ma ti prego annulla la decisione di non voler dare spazio a chi vuole intervenire. A limite elimina
quei commenti volgari e non attinenti alla discussione. Da queste discussioni si impara sempre.
Grazie e continua a scrivere.


so finiddi li bombò 09/19/2009 15:09

caro antonio complimenti per il blog, ma bene hai fatto a mettere la foto di un asino perché c'è un detto: a lavare la testa all'asino si perde tempo e shampoo. E' inutile che chiedi a certi personaggi il rispetto e soprattutto di rendersi conto che la realtà del paese è diversa da quella che è descritta nel libro dei sogni del sindaco e della sua amministrazione. Questi elementi sono convinti di aver fatto del bene a Ittiri, però nessuno va a compilare la parte del blog dove chiedi che cosa è stato fatto del programma elettorale.

ilrompipalle 09/18/2009 16:46

"Facciamo riferimento ai fatti" , così hai concluso il tuo post, è quello che chiedo anche io.

Caro Antonio, io ti ammiro perché come dici tu ci metti la faccia, hai un grande coraggio e ripeto ti ammiro per questo.
Non ti ammiro perché tu parli di ingiurie rivolte a te personalmente, perché tu nel tuo blog cosa fai ?
Sotto mentite spoglie ti identifichi oggi come "strano oggi " poi come il sig. Fantomatico Leonardo M. che attacca il sindaco e i suo parenti poi come zambo che fa il ritornello dei parenti del sindaco, queste non sono ingiurie ma dai Antonio non scherziamo prima lanci la pietra e poi nascondi il braccio.
Ho capito che questa amministrazione non ti è simpatica a differenza di me, ma non per questo quando ti senti attaccato devi fare la vittima.
Come i riferimenti all'articolo Er monnezza anche tu devi dire che ci sei andato giù pesante, cosa pretendi che gli altri non dicano quello che pensano e quello che sanno. Chiedo un po di serietà solo questo.
A presto

Antonio Fadda 09/19/2009 11:12


Devo smentirti. Se rileggi con attenzione tutti i contenuti del Blog, i cosidetti "editoriali", ti puoi rendere conto che ho voluto avviare un ragionamento impostato tutto sul Confronto Continuo,
anche da posizioni diverse, sui grandi temi che riguardano Ittiri.
L' avvio è dato dal post dal titolo "Ittiri svegliati !" e da tutti gli altri a seguire.
Noto che continuate a sostenere che mi presento nel mio blog sotto mentite spoglie.
Una volta mi firmo come "strano" poi "zambo" poi ancora "Leonardo M." e tanti altri personaggi inventati di sana pianta per movimentare il blog.
Niente di più sbagliato.
Chi stà partecipando attivamente alle discussioni sono persone reali, certo nascoste da nomi astrusi e a volte originali, che esprimono liberamente il loro pensiero.
Ho sempre detto che come persona il Sindaco Orani è inattaccabile ed incriticabile.
Ricordo a tutti che ha sempre animato, nella sua gioninezza, l' ambiente culturale e musicale dando degli ottimi risultati a beneficio di tutti noi che lo abbiamo sempre seguito nelle sue
performances ( non scherzo per niente ) attraverso l' ottima musica dei mitici CAP.
Ma non solo, sotto il profilo politico e di movimento di opinione, è stato uno dei fautori, insieme a Gianni Senes, della creazione di Democrazia e Progresso che tanto ha dato alla  Ittiri
politica costringendo il partito comunista a rinnovarsi.
Riuscendoci in pieno.
Io quindi non ho nessun preconcetto nei suoi confronti nè tantomeno nei confronti dei parenti ( e chi li ha mai cercati ?).
Come amministratore pubblico però, ma il Sindaco Orani questo lo sa benissimo, è soggetto, io dico giustamente, alle critiche, alle proteste anche vibrate, alle lamentele. Certo non alle offese
personali o familiari o altro.
Proprio per evitare questo ho intenzione, nel prossimo futuro, di limitare gli interventi cercando di selezionarli per argomento e per chiarezza e correttezza di esposizione.
L' articolo su Er Monnezza è nato da una lamentela costante che viene fatta, non solo a me personalmente che giornalmente ho rapporti con moltissimi giovani disoccupati, padri di famiglia disperati
senza lavoro, madri e padri preoccupati dei loro figli ancora parcheggiati a casa perchè non riescono a trovare una sistemazione, anche seppur provvisoria, e che vedono viceversa lavorare altri
cittadini, che hanno gli stessi sacrosanti diritti ( quindi anche i parenti come dici tu ), anzichè i loro figli, mariti, fratelli e altro.
Leonardo M., ti posso assicurare, non è una mia invenzione. E' una persona umana esistente, che è davvero padre, che non è ittirese ma vive da noi. Non parla e non vuole apparire perchè ha paura di
non trovare più lavoro.
Io posso solo, non lanciare la pietra e nascondere la mano ( che ti posso assicurare non è stata mai una mia abitudine e ne ho sempre pagato le conseguenze, in alcuni casi anche gravi ) ma farmi
interprete di questo disagio ed esternarlo. In piena libertà.
Come vedi io non mi nascondo.
Chi vuole trovarmi può benissimo farlo, con estrema facilità.
Io quà sono.


Marco Z. 09/18/2009 16:32

Sono i soliti accoliti farabbuttos che circondano il sultano.
Non sono per niente pericolosi.
Sono solo incapaci di confrontarsi a viso aperto come chiedevi tu.
Non sei solo, stai tranquillo, siamo in molti e siamo tutti con te.