Ad Ittiri, il Paese del Bengodi per i soliti pochi, fare opposizione è vietatissimo ! non ci credete ? Leggete questa risposta del Gran Visir al Consigliere di minoranza Giacomo Zara.

Pubblicato il da Ittiri Notte

g zara

“…Non per voler mettere in discussione le sue segnalazioni, ma sarebbe sicuramente più  utile e funzionale agli scopi da raggiungere che le richieste di cui lei si fa paladino fossero portate direttamente dagli interessati o da tecnici di loro fiducia nel confronti degli organi competenti, ovvero l’Esecutivo o l’Ufficio Tecnico.”


Non so a voi  ma, leggendo attentamente questo piccolo ed apparentemente innocuo periodo , opera di qualche vacuo estensore, ci dà l’ impressione che certune personcine  trinaricciute – quelle belle pregne di se stessi - diano per scontata l’ inutilità socio-politica della presenza dell’ opposizione in seno al consiglio comunale.

Della serie : “ a-che-cosa-ci-siete-voi-se-già-ci-siamo-noi-vincitori-delle-prime-e-delle-ultime-elezioni-comunali (con annessa trombatura illuminante alle recenti regionali) che-amministriamo-alla-grande ?

Lo abbiamo sempre detto, da semplici e poveri cittadini, che sedere in consiglio comunale ad Ittiri è e dovrebbe essere vissuta come una sorta di mission.

Una pura, genuina, lecita e onesta forma di volontariato allo stato puro, senza alcuna prebenda, rimborso, gettone, stipendiuccio o quanto altro che possa sfociare nel tornaconto personale.

E’ una mission nella sua più alta espressione. Qui da noi invece alcuni sprovveduti credono di aver raggiunto l’ apice della carriera politica e come tali, grandissimi Statisti Locali, si atteggiano.

Quindi si esprimono in modo incomprensibile al popolo, si atteggiano e innalzano al cielo ora la sopracciglia sinistra ora quella destra, tirano un forte respiro-tutto-dal-naso per riempire di nulla la gabbia toracica  per sembrare più autorevoli, arricciano il naso schifando tutto e tutti, e si abbandonano a siffatte frasi cercando di prendere per il sedere chi ne sa più di loro.

La funzione dell’ opposizione in consiglio comunale è fondamentale ed ha una importanza non solo politica ma anche e soprattutto sociale; strategica; di coinvolgimento e di passione di quella parte di Popolazione che non si sente per niente rappresentata da alcuni apprendisti Mandarini; l’ opposizione ben fatta aiuta anche chi è chiamato a governare una comunità perché non consente alcuna distrazione.

Bene ha risposto il Consigliere Giacomo Zara, ribattezzato dal Gran Visir  “ Il Paladino”.

Ve ne diamo ampia informazione.


 

COMUNE DI ITTIRI

Ufficio del Sindaco

Prot. 2625

 

Al Consigliere Comunale

Giacomo Zara


Oggetto: Risposta alla sua interrogazione del 17/6/2013 e successivo sollecito del 19/2/2014.

 

Egregio Consigliere,

in relazione all’interrogazione di cui all'oggetto mi preme anzitutto porgere le mie scuse per il ritardo nella risposta. Spesse volte l' operare dell' amministratore si basa sul supporto della struttura, che, in questo caso, debbo dire, non ha adempiuto sino in fondo al suo dovere, non segnalandomi l’impellenza della risposta alla sua interrogazione.

Fatta questa doverosa premessa mi corre l' obbligo di ricordarle, come più volte fatto in precedenza, che la Giunta Comunale é costantemente in atteggiamento di ascolto rispetto alle esigenze che quotidianamente provengono dalla popolazione. Questo e uno dei suoi compiti principali, per l' appunto. Ebbene, nessuna richiesta del genere che lei segnala e prevenuta in questo periodo ne all’ Esecutivo ne tantomeno agli uffici. Non per voler mettere in discussione le sue segnalazioni, ma sarebbe sicuramente più  utile e funzionale agli scopi da raggiungere che le richieste di cui lei si fa paladino fossero portate direttamente dagli interessati o da tecnici di loro fiducia nel confronti degli organi competenti, ovvero l’Esecutivo o l’Ufficio Tecnico.

Le ricordo, a questo proposito che in una precedente occasione, assieme all' assessore all’ edilizia, incontrammo delle persone che manifestavano attraverso di lei esigenze di carattere urbanistico, esigenze che peraltro erano già a noi note e che furono accolte con una variante del piano di zona della 167 del comparto C9/a di Su Padru, alla quale, per la cronaca, lei comunque votò in modo contrario.

Ittiri 3 marzo 2014 ,

IL SINDACO

(Antonio Luigi Orani)

Firmato digitalmente

 


 

lttiri 10/03/2014

 

Al Sig. Sindaco del Comune di lttiri

e.p.c –

All'Assessore Comunale Fiori

Al Responsabile dell’ Uff. Tecnico Comunale

prot.2931

 

Oggetto: Riferimento Sua Nota prot. N. 2625 del 3 Marzo 2014, Risposta lnterrogazione del 17/06/2013 e     successivo sollecito del 19/02/2014.

 

Egregio Signor Sindaco,

ll sottoscritto Zara Giacomo, in qualita di Consigliere Comunale, in merito alla sua risposta con Prot. N°2625 del 03/03/2014, comunica quanto sotto esposto: Appare doveroso confermare che in data 17/06/2013 con prot. N°6998 presentai un'interrogazione derivante dalle richieste di alcuni cittadini residenti nella zona 167 loc. Su Padru, le cui abitazioni potessero usufruire della variante urbanistica da monofamiliare a Bifamiliare, come status avvenuto per le altre abitazioni "167" zona Runaghedu, Via XXV Luglio e zona Missingiagu. Le rammento, nel caso avesse vuoti di memoria, che Ella stessa durante un un'incontro del Consiglio dichiarò personalmente al sottoscritto che aveva delegato l’Ufficio Tecnico Comunale per avere dettagli, prima di rispondere alla mia interrogazione. Ma questo fatto venne smentito dall'Uff. Tecnico in questione, in quanto mi informai e nessuno degli impiegati aveva ricevuto richieste in merito allo studio di eventuale variante.  A tal proposito infatti presentai un sollecito di risposta all’Interrogazione in data 19/02/2014, poichè i cittadini attendevano notizie in merito.  Sicuramente Lei Signor Sindaco, puntualmente  (non certo lo è nel dare le risposte alle mie Interrogazioni) non perde l'occasione per riprendere il sottoscritto, solo perché continuo ad essere sempre presente e ad avere orecchio sempre pronto ad ascoltare Ie istanze dei cittadini. Però mi fa cosa gradita che Lei ogni volta mi citi come  ”Paladino" di coloro che si rivolgono al sottoscritto per avere dei riscontri su un determinato fatto. D'altronde nella Letteratura era considerato Paladino, il Cavaliere di alta nobiltà, il più importante che era alla Corte di Carlo Magno; il Paladino è  colui che è  sempre al cospetto delle ingiustizie e delle difficoltà, soprattutto dei più deboli, ed io che Le piaccia o no, lo sono!

Una cosa e certa Signor Sindaco , pare stia facendo un po' di confusione nell’accusarmi sulla mia votazione "negativa" della zona 167 - comparto C9 Zona su "Padru".  Nell'interrogazione Le chiesi la variazione delle case da Monofamiliari a Bifamiliari , quindi a votazione non é stata inserita assolutamente nessuna delibera in merito. Ma Le rammento che votai contrario alla Delibera sulla variante 167 zona su “Padru" per la costruzione delle otto villette sul terreno destinato a ll'AREA VERDE della stessa.

Pertanto Signor Sindaco La invito cortesemente a rileggere la mia interrogazione e il mio sollecito precedenti, (che allego p.c. ai destinatari in indirizzo),unitamente agli atti interessati.

 Cordiali saluti

Il Consigliere Comunale

Zara Giacomo

 

 

 

 

 

 

 

Con tag Prima Pagina

Commenta il post