Ciak, si vota !

Pubblicato il da Antonio Fadda

Ittiri, 01 maggio 2010.

CORSO.jpg

CORSO.jpg

 

Ci siamo finalmente.

Stamattina i novelli apprendisti consiglieri comunali erano lì, ordinatamente tutti in fila, alle porte del comune per la presentazione delle liste. Tutti rigorosamente ragguppati per appartenenza, solo sguardi frugali, ammiccamenti appena accennati verso i "nemici". Le candidate donne, alcune timide altre sicure di se, ben vestite, truccate, con il look per l' occasione. Tutte belle da vedere ma anche preparate, e con le quali è gustoso intavolare un qualsiasi ragionamento sui temi più disparati. Sono pronte davvero. E decise. Sanno già parlare il linguaggio "politichese" e sanno di già affrontare i problemi ed approntare le possibili soluzioni. Sono belle da vedere e sentire insomma. Ed è una questione trasversale. Non ha importanza l' idea di appartenenza. Prevale il senso civico e civile ad un libero e schietto confronto sui temi, sulle cose da fare e sul come farle, le cose.

Fa piacere vedere una presenza massiccia di donne in tutte le liste.

In una ipotetica graduatoria di merito prevale la lista dell' Ing. Giommaria Pisanu che, beato lui!, ha al suo seguito ben 8 donne su sedici candidati. Nelle liste antagoniste "solo" 4 donne a testa. 

A ben vedere però dall’ elenco dei candidati si segnalano delle assenze “eccellenti”.

  • Quella del consigliere provinciale uscente Giommaria Deriu che, se opportunamente valorizzato, avrebbe consentito ad uno degli schieramenti in campo di spuntarla sugli altri due e che ha “dovuto” optare per una sua ricandidatura alla provincia che, a detta di molti esperti, sancirebbe la sua “fine politica”;

  • si è notata tantissimo l’ assenza di Manuela Soro, attesissima alla griglia di partenza, che ha preferito dedicarsi alla sua città da una postazione di privilegio, quale è quella dell’ Assessorato Regionale all’ Agricoltura, e che potrà essere utilissima ad uno dei candidati che andrà a ricoprire la carica di Sindaco di Ittiri. Qualsiasi esso sia.

Altra assente “eccellente” è Mariella Mignano, Assessore ai Servizi Sociali uscente, che avrebbe dovuto raccogliere il frutto di quanto ha seminato in questo tormentato e delicato settore avendo, purtroppo, la nostra cittadina circa 400 disabili titolari di altrettanti Piani Personalizzati ai quali vengono erogati servizi alla persona di varia natura e consistenza. Si segnalano altre assenze di rilievo, quale quella di Andrea Cossu portatore di voti e consensi che ha preferito “fermarsi un giro”; si nota l’ assenza di Gianni Senes, che ha dovuto “ripiegare” su una candidatura a rischio per le provinciali con l’ UPS di Piras e compagni e che, si vocifera, abbia stabilito un “patto di ferro” con Zampa Marras che dovrebbe sostenerlo in questa avventura provinciale, e di altri ancora che hanno preferito “chiudere” accordi di varia natura e consistenza in cambio del travaso del loro patrimonio di voti.

Staremo a vedere e vi assicuro, ne vedremo davvero delle belle.

Le liste.

Per la prima volta nella storia di Ittiri non sono state presentate liste di partito.

Sparisce quindi lo storico Partito Madre-Matrigna, che veniva individuato nel simbolo ora del PCI ora del PDS ora del DS ora del PD. Solo liste cosiddette civiche che possono avere al proprio interno persone di diversa estrazione culturale e politica, anche contrapposta, ma che si ritrovano in perfetta sintonia su una idea di governo. E’ il caso della lista del sindaco uscente Dr. Tonino Orani che ha dato vita, in linea con la megalomania auricolare che lo ha sempre contraddistinto in questi ultimi cinque anni, ad una agglomerato di persone perbene che lo sostengono nella sua “Unione democratica per Ittiri, Sindaco Tonino Orani”.

Ha annullato la fisionomia naturale del PD e del suo storico simbolo. E’ riuscito in quella operazione chirurgico-politica dove hanno fallito clamorosamente i Dalema, i Veltroni i Franceschini e tutti gli altri a seguire.

Complimenti a Vittorio Zara l’ ultimo dei segretari del PD visto che dall’ aula del consiglio comunale sparisce definitivamente il gruppo consiliare del partito che rappresenta.

A chi dovrà dar conto Tonino Orani ?

A se stesso naturalmente. Come abbondantemente previsto .

Questi i candidati:

  • Cadau Tiziana

  • Canu Angelina

  • Canu Giovanni Maria noto Giovanni

  • Cossu Giovanni Mario noto Gianmario

  • Dedola Giovanni Battista noto Gianni

  • Deriu Mario

  • Fiori Giuseppe noto Peppino

  • Frau Mario

  • Maiore Marco

  • Pinna Giovanni Maria noto Giommaria

  • Piras Caterina

  • Pisanu Giuseppe noto Pisanello

  • Sanna Daniele

  • Sau Antonio

  • Scanu Giovanna

  • Simula Gian Bachisio noto Gianni.

Sono presenti in lista 4 donne.

°=============================================================================================°

 

Ittiri_SanPietroinVincoli.jpg

La lista contrapposta, contraddistinta con il nome “Ittiri Può Cambiare”, è guidata dall’ Ing. Pisanu Giommaria, notissimo libero professionista ittirese, insegnante, apprezzatissimo dirigente dei Riformatori Sardi che schiera una lista che per metà sono donne.

E che donne! Determinate ed agguerrite, motivate da un unico obiettivo finale che è quello di consentire ad Ittiri di poter rinascere.

Ittiri può cambiare appunto. E’ il candidato sindaco più giovane dei tre in lizza ed è quello che, a parer nostro, rappresenta il nuovo rispetto agli altri in campo avendo una mentalità semi-imprenditoriale ed una formazione culturale orientata verso l’ innovazione tecnologica, la premialità della azione meritocratica e che antepone gli interessi della collettività a quelli personali, di gruppo, di famiglia, di corrente o quanto altro.

Questi i candidati:

  • Carta Angela

  • Casiddu Giuseppe

  • Chighine Caterina

  • Delogu Paola Letizia

  • Zara Salvatore

  • Desole Angela

  • Diez Battista

  • Fadda Pietro

  • Leoni S.G.Antonio

  • Mura Vincenzo

  • Nieddu Piera

  • Pisanu Salvatore

  • Serra Marianna

  • Simula Valentina

  • Carta Maria Caterina

  • Zara Giacomo

°=============================================================================================°

 

La terza lista in campo è quella guidata da Giovanni Pietro Agostino Marras noto Zampa, storico militante e dirigente di Sardigna Nazione, inventore della scuola di Lingua Sarda di Sassari, apprezzatissimo e ascoltato dirigente nazionale del suo partito e fautore di tantissime proposte ed azioni orientate verso l’ affermazione dell’ autodeterminazione del Popolo Sardo. E’ ittirese di adozione avendo scelto già da diversi anni di stabilirsi nella nostra cittadina della quale apprezza la laboriosità, l’ originalità e la determinazione dei suoi abitanti.

Questi i candidati:

  • Cadoni Francesco noto Franco

  • Calzaghe Gianmario noto Gimmi

  • Cattogno Giuseppina nota Giusi

  • Delogu Josè Angel

  • Deriu Salvatore

  • Fancellu Salvatore

  • Fiori Maria

  • Paddeu Giovanni Angelo

  • Pinna Daniela

  • Simula Andrea

  • Simula Antonella

  • Tala Gian Mario noto Draculino.

 

Ecco queste sono le liste ed i candidati.

Al popolo di Ittiri la facoltà di scegliersi i migliori, quelli che sono in grado di traghettare la nostra comunità verso lidi sicuri che consentano un rilancio sia dell’ economia, della cultura, della specificità e della creatività ittirese.

Che Dio ce la mandi buona.

Ittiri, 01 maggio 2010

Commenta il post

filippo corridoni 05/09/2010 16:17


grazie della correzione fratello cornuto...


AntiMeridionale 05/09/2010 11:10


Vorrei dare na risposta a Tonia76 e quanto ancora nono conoscono la storia politica dell'Ing. Pisanu e di quanti lo accusano, ingiustamente, di aver fatto il salto della quaglia. Se non ricordo
male nella tornata elettorale in cui fu eletto, all'epoca della giunta Senes (la migliore in assoluto degli ultimi venti anni!!!) lui faceva parte della coalizione di centro - sinistra ma era
proveniente, sempre se la memoria non mi tradisce, dagli ora estinti popolari, ovvero un partito di centro. Dopo la decisione, credo opportuna, di quella maggioranza di abbandonare i rispettivi
partiti di riferimento per fondare il gruppo Democrazia e Progresso, l'ing. Pisanu seguì questa strada aderendo ad una compagine ovviamente di ispirazione di centro - sinistra seppure con notevole
presenza di componenti di centro ex PPI (vedi G.Pinna). In seguito, per dissidi o chissà cosa altro, e sopratutto dopo la svedita di quella esperienza politica al PD (forse per la sete di potere
del duo Stalin/Orani e del cognato/simpatia ecc ecc) il buon Giommaria si è avvicinato, in realtà il percorso era iniziato da tempo, ai Riformatori. Ebbene se i Riformatori di Fantola si
definiscono un partito di centro dove sta il salto????Non mi sembra che l'ing. Pisanu abbia tradito i suoi ideali se anche ha cambiato colaizione restando sempre e comunque nella sua area politica.
Putroppo per definizione il centro, appunto, si presta a movimenti ed alleanze, su base elettorale/programmatica che sono insite nella sua forma politica. Che dire dell'UDC???all'opposizione in
Parlamento, al Governo in Regione e alleata con la sinistra in molti centri...è la natura di quella parte politica. Non tradimento o salti. Poi alla fine ciò che conta sono le persone e la loro
caratura...non mi paragonate l'ing. Pisanu con Peppino Fiori!!!!per la carità!!!Quindi come si diceva in un post precedente sta sempre a noi elargire i voti e promuovere o bocciare le persone
candidate. E su questo bisogna fare particolare attenzione perchè i politici sono sempre oggetto di critiche e attacchi ma io non ho ancora visto un politico autoeletto!!!è sempre la popolazione
che lo elegge ed eventualmente lo manda a casa. Se ci si ritroviamo certio personaggi è solo colpa nostra....sono lo specchio della cittadinanza, se questa è mediocre, poco istruita e incline a
certi atteggiamenti gli amministratori non possono che esserne la somma. Pertanto visti i continui attacchi all'attuale Giunta e ai suoi supposti favoritismi familiari...in quanti ittiresi
avvalleranno questi comportamenti???staremo a vedere, se sarà rieletto vorrà dire che ci stavano bene!!!Buona campagna elettorale e tutti.


Fratello Cervo 05/08/2010 17:33


Filippo Corridoni...
Autorevole Alias, complimenti!
Lui non avrebbe parsimoniato sull'uso delle consonanti mute forse.
In una città dell'Emilia, dove fu particolarmente attivo, una statua, da poco restaurata, ne ricorda la morte in battaglia. La posa purtroppo non è delle più felici, tant'è che per tutti quella
statua è nota con un altro nome: l'inculato. Forse a questa fine ti riferisci per il candidato cui alludi?


filippo corridoni 05/08/2010 13:01


dopo 5 anni di letargo a il coraggio di ricandidarsi!!!!


3TRISTITIGRI 05/08/2010 11:42


Eh si il normale cittadino si chiederebbe, come mai prima di installare un mega impianto fotovoltaico sul tetto delle scuole di via Marini non hanno dato precedenza hai lavori di ristrutturazione
delle aule (cosa molto più importante in quanto potenziale strage di innocenti). E quindi domando:
Forse gli ultimi casi di cronaca non ci sono serviti a niente?
E' possibile che in seguito a queste installazioni si siano verificati problemi nella struttura dell'edificio scolastico di via Marini?
Altre domande?
Perchè durante la manifestazione di Prendas nelle strade del paese spariscono erbacee, auto carcasse perennemente parcheggiate, escrementi di cani randaggi, vengono sostituite le illuminazioni
pubbliche, tagliati alberi ventennali che improvvisamente diventano pericolosi per i cittadini per l'instalazione (la location) delle casette?
Perchè le strade principali del paese con l'arrivo della primavera di notte diventano delle piste da corsa per moto di grossa cilindrata?
Perchè dopo aver avuto un inverno terribilmente piovoso d'estate, lasera dalle 19:00 interrompono l'erogazione dell'acqua potabile per cui i cittadini pagano un servizio che deve essere distribuito
24 ore su 24?
Perchè l'illuminazione pubblica sembra quella di un presepe di betlemme, per far si che si consumi meno e la gente diventi sempre pù miope?
Perchè ad ittiri non sono presenti in tutte le strade i cestini per la spazzattura come in tutte le città del mondo?
E perchè? ....e perchè???


edi 05/08/2010 10:00


Sig. ahahah, lascio volentieri il gusto della prova della sua virilità a sua moglie, e la informo che non sono un’androloga per poterle diagnosticare eventuali suoi problemi, le mie erano
supposizioni esattamente come le sue che ha fatto nei miei confronti senza neanche conoscermi.
Però, mi dispiace per lei, ma se anche non sono laureata in medicina lo sono in legge e posso vantare di conoscere e saper interpretare le norme in maniera più consona e completa di come riesce a
fare lei che se dovesse piovere si limiterebbe ad affermare governo ladro mentre della negligenza amministrativa locale riuscirebbe ad incolpare il povero Silvio Berlusconi, perché non riesce ad
ammettere che la colpa è del sindaco che amministra il Comune.
Quindi, con norme alla mano la inviterei a consultare la legge 11 gennaio 1996 n. 23 intitolata “norme per l’edilizia scolastica”.
Si renderà conto da se che l’art. 1 comma 2 lettera b) incalza perfettamente lo status dell’edificio a cui è crollata la volta, infatti, dice che la programmazione degli interventi deve garantire
la riqualificazione del patrimonio esistente, in particolare di quello avente valore storico monumentale.
Il punto c) specifica che gli interventi devono garantire l’adeguamento alle norme vigenti in materia di agibilità sicurezza ed igiene infine, il punto g) che non è quello che la sua perversione
potrebbe farle immaginare, ma è l’ultimo punto dell’art. 1 dice che la programmazione deve garantire la piena utilizzazione (e non solo tre aule) delle strutture scolastiche da parte della
collettività.
L’art. 2 citata norma sottolinea poi al punto b) cosa possono essere finanziati , vale a dire le ristrutturazioni e le manutenzioni straordinarie dirette ad adeguare gli edifici alle norme vigenti
in materia di agibilità, sicurezza, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche, attento bene perché al comma 3 specifica che sono ricompresi fra gli oneri per la realizzazione degli
interventi di cui al comma 1 l’acquisizione delle aree, la progettazione, la direzione dei lavori ed il collaudo nonché le eventuali indagini.
Continuiamo con l’art. 3 per capire quali sono le competenze degli enti locali e per capire meglio quindi quale importanza ha dato il sig. Sindaco uscente dr. Tonino Orani alla scuola Comunale di
via Marini.
Essendo detta legge risalente al 1996 richiama ancora la legge 142/1992 art. 14 c. 1 lett. i) (oggi inglobata nel T.U. degli enti locali) e dice che provvedono, per competenza, alla realizzazione,
alla fornitura ed alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici: indovina chi? I Comuni, per quelli da destinare alla sede di scuole materne, elementari e medie. Le università da lei
tanto decantate, che subiranno i tagli nelle forme previste per quelle facoltà che non rispettano le loro funzioni, attingono si ai finanziamenti dello Stato ma le loro risorse, essendo
autogestite, sono principalmente date dalle tasse che pagano gli iscritti.
Ma ora domandiamoci come il sig. Sindaco avrebbe dovuto provvedere alle ristrutturazioni degli edifici scolastici? La risposta viene da se attraverso la programmazione di cui all’art. 4 comma 2,
infatti, la programmazione dell’edilizia scolastica si realizza mediante piani generali triennali e piani annuali di attuazione predisposti ed approvati dalla regione, sentiti gli uffici scolastici
regionali sulla base delle proposte formulati sa da chi??? DAGLI ENTI TERRITORIALI COMPETENTI.
Non le devo spiegare chi è l’ente territoriale competente in questione vero? Lo ha capito che la gestione fallimentare viene dall’amministrazione? Per chiarire meglio la posizione del suo adorato
sindaco pro tempore dr. Tonino Orani le faccio presente che la norma statale demanda alle Regioni, per via dei novellati art. 117 e 118 della Costituzione che danno l’indirizzo di federalismo
fiscale regionale, nel rispetto delle normative nazionali la facoltà di emanare le norme legislative per la realizzazione di opere di edilizia scolastica e a sua volta sulla base del principio di
leale collaborazione la Regione affida la programmazione delle opere da realizzare all’ente locale territoriale perché è quello a più stretto contatto con la collettività e che quindi si presuppone
sia il più indicato a raccogliere dagli utenti il loro fabbisogno e le loro esigenze.
Il problema reale è che il comune di Ittiri, nella scelta programmatica presentata dall’amministrazione e capeggiata dal dr. Tonino Orani , che dovevano presentare entro il 20 novembre 2007, anno
in cui ancora potevano amministrare senza badare a spese perché rientrante nel primo triennio post commissariamento, ha dato priorità solo alle scuole di via Porcheddu e di via Turatti fregandosene
altamente delle scuole di Via Marini.
Come può vedere la colpa non è da ricercare in Silvio Berlusconi ma in Tonino Orani il quale a suo modo di pensare ha preferito salvaguardare e consolidare la scuola dove insegna sua moglie e che
ospita la mensa gestita dalla cugina di sua moglie così la sacra famiglia è salva e degli altri chi se ne frega … bella mentalità complimenti per il pensiero democratico e soprattutto rispettoso
dell’uguaglianza dei cittadini.
Ora pero, lei che reputa le mio opinioni solo belle castronerie e che quindi pensa di avere risposte encomiabili per tutto, egregio sig. ahahah risponda a questa domanda quando il dr. Tonino Orani
assieme alla sua giunta ed appoggiato dalla sua maggioranza ha deciso l’installazione di un impianto fotovoltaico ( e mi piacerebbe sapere se per caso è la stessa ditta che ha “finanziato” la festa
del fotovoltaico) su un edificio storico di oltre cento anni oltre alle opportune perizie che sarebbero servite per sincerarsi se i travi marcescenti potevano sopportare il peso dell’impianto è
stato messo a conoscenza ed è stato richiesto il nulla osta per detta installazione, dato che stava avvenendo su un edificio a valenza storica, alla sovrintendenza ai beni culturali?


tonia76 05/08/2010 00:45


Salve a tutti!
ho letto tutti i post stasera e devo dire che non mi sarei aspettata tanto civile coinvolgimento da parte degli ittiresi... certo ci sono sempre i soliti disturbatori, ma nel complesso fa piacere
vedere che le persone sono più impegnate a proporre che a distruggere,,, complimenti a tutti!!!
vorrei provare ad essere altrettanto propositiva....
ho letto l' altro giorno le liste che sono state presentate, in un primo momento mi hanno delusa tutte e tre:
la prima perchè ha ricandidato uno che sino a pochi giorni prima stava facendo a pezzi, ma che non avendo niente di meglio ha dovuto ripiegare ( mi spiace solo per Mario Frau che si è offerto come
acqua fresca e che finirà molto probabilmente col essere un portavoti e basta).
la seconda mi ha intristito perchè mi aspettavo che uno come "Zampa" avesse più amore per la Sardità che di logica di partiti, quel voler rivendicare il Sardismo a sinistra è osceno!!!
Per quanto riguarda la terza lista, mi aspettavo di trovare Manuela sul podio visto tutto il gran parlare che si è fatto sul suo conto, ma avevo sentito già della sua "promozione" quindi ero già
preparata ad una sua eventuale assenza... quest'anno sarebbe stato l'anno giusto il margine non sarebbe stato così misero e sopratutto sarebbe stato tutto a suo favore, visto il mal contento
generale che il sindaco e la sua giunta hanno lasciato tra pressochè tutti i compaesani... la sua non-candidatura ha dato il permesso ai quasi convinti del cambiamento di rotta che "la vecchia
strada è sempre meglio della nuova e sconosciuta"...
ho immaginato che ci potesse essere un nome già noto come quello di Cristiano Carrassino a sostituire Manuela... ma poi ho letto la lista ed ho capito che Ittiri vuole veramente cambiare... tanti
volti nuovi, gente che non avrei mai pensato potesse avere tanto coraggio e altri che proprio non immaginavo votassero a destra.... certo c'è sempre il "vecchio"di turno che stona un po' ma se
serve a fare un buon brodo, ben venga anche lui!!! mi ha lasciato più perplessa, invece, la scelta del candidato sindaco... io non lo conosco personalmente, non ho un'idea mia su di lui, so solo
che se non dichiarerà il perchè del suo palese cambiamento di tendenza, lo statico popolo di Ittiri potrebbe vederlo solo ed esclusivamente come il voltagabbana che avendo parteggiato per anni a
"sinistra" si ritrova candidato con una lista di destra.
Personalmente apprezzo la scelta del cambiamento, potrei anche intuirne le motivazioni, ma, se mal gestito e se non ben integrato da spiegazioni sul perchè di tale ripensamento politico, potrebbe
essere un ostacolo alla miglior riuscita di queste elezioni!!!
Spero di non essere stata troppo invadente o troppo lunga!!!
un saluto a tutti


Franz Stefan Keller 05/07/2010 22:00


Condivido al 1000% ogni parola, ogni punto e ogni virgola postata da cicciu casu! ....sei un grandeeeeeee!!!!!!!!


cicciucasu 05/07/2010 16:43


totto'...
...leggo nel tuo nuovo intervento.... "e la partecipazione alla stesura del programma...".... ma se fino alla mattina non sapevate neanche se ci sarebbe stata la lista di centro destra (?) e che il
candidato sarebbe stato Giommaria (si invocava ancora la salvatrice della patria Manuela).
Io non saro' pratico di questioni politiche, ma che io sappia, il programma è stato presentato insieme alle candidature. Mi sai dire chi è quindi, di voi ben informati (ma che ancora sabato mattina
non sapevano chi sarebbe stato il candidato contro-tonino) che ha potuto partecipare alla stesura del programma?
E sopratutto, ma che cosa ha di così rivoluzionario il programma di Giommaria (lo stesso dicasi di Tonino). Io non gli ho letti ma mi immagino che saranno la solita storia (magari sarà un pò più
rivoluzionario quello di Zampa, ma quello è troppo facile, tanto non si rischia di vederlo attuato). In un'ottica locale io penso che i programmi lascino il tempo che trovano. Le cose da poter fare
sono ben circonscritte. Il patto di stabilità dà poche possibilità di movimento (a proposito EDI, non ti ha detto nessuno che gli interventi sulle scuole, essendo strutturali, devono rispettare il
patto di stabilità? e che por lo stesso motivo per cui è difficile intervenire a Ittiri, magari accendendo un mutuo, ben 400 sindaci della lombardia,quasi tutti di centro destra o leghisti, che i
soldi in bilancio li avrebbero anche, le scorse settimane sono andati a riconsegnare le fasce da sindaco perchè non riescono ad intervenire, anche per metter a norma le scuole, che come ha
dimostrato la protezione civile all'ottanta per cento in tutta Italia non sono a norma).
Come già detto da qualcun altro, i mali che si attribuiscono a Tonino, nella maggior parte dei casi, derivano dal governo centrale che è l'unico a poter intervenire in questioni macro economiche,
con manovre di politica economica. Le cose locali, sono sicuro che Tonino le avrà fatte al meglio, così come sono sicuro le farà al meglio Giommaria Pisanu. Sono tutti e due persone per bene, ed
anche i candidati per quello che posso vedere sono, a grandi linee, persone serie. Sono perciò convinto che chiunque vinca farà del suo meglio per amministrare il paese. Per cui invito tutti a
sostenere la propria "parte politica" che per ideologia o amicizia o parentado li rappresenterà in seno al consiglio comunale, lasciando da parte gli attacchi alla parte "avversa".
Certo le liste potevano essere migliori, ed in entrambe ci sono presenze "ambigue", ma adesso spetta a noi,fare la cernita.

cicciu vive e lotta insieme a noi!


Marco 05/07/2010 15:38


Seguo con piacere questo blog perchè vengono dette cose interessanti, alcune certamente antipatiche ai danni di Orani che comunque ritengo, in alcune parti, anche giuste e azzeccate. Ho letto il
fondo, sulla destra della pagina iniziale, dal titolo "Alto gradimento" e ci riconosco l' entusiasmo dei miei figli, di 20 e 31 anni, che stanno attaccati al computer (come me adesso che sono
riuscito ad espropriarlo...) e seguono le varie fasi dei confronti e dei commenti, anche spinti e volgari, relativi alla vita politica di Ittiri. Non vi parlo poi di facebook, frequentatissimo
dagli ittiresi, tutti giovanissimi, che esprimono le loro preferenze in piena ed assoluta libertà. E' davvero bello vederli entusiasticamente impegnati, con il concorso dei loro amici, a dare
risposte, a porre domande. Vorrei farne una anche io, a Giommaria Pisanu, il candidato antagonista dell' uscente Orani:
Ing. Pisanu, come vede il futuro di Ittiri, delle sue imprese, delle sue aziende agricole,del volontariato ?
Grazie e scusi se le pongo nel blog e non di persona.


ahahah 05/07/2010 10:39


sig. EDI, mi dispiace per te ma non sono ancora in andropausa, sono come il caki in Olanda " alla prova".
Perché scrivi le tue belle castronerie?
Ti ricordo che le scuole sono di proprietà dello stato, se poi lo stato continua a tagliare i fondi ogni cosa che succede è colpa del sindaco.... ma mi faccia il piacere


DI 05/06/2010 21:21


Tutti commenti d'altissimo livello..
Complimenti a tutti, ma no crediate che l'utilizzo del web per scrivere le vostre cazzate vi renda meno trogloditi di quello che mostrate di essere..
Mi intristisce pensare che questo blog (ma vale anche per "l'altro" forum) sia ritenuto un punto di riferimento sul web sulla vita politico-sociale di Ittiri.


Antonio Fadda 05/07/2010 08:24



Spero che "DI" possa, con i suoi attesissimi interventi, alzare il livello delle discussioni su questo poverissimo e modestissimo Blog. Questo è uno spazietto, così come "l' altro",  dove
chi ne ha voglia, capacità, stimolo e quanto altro può esprimere liberamente la sua opinione che può non essere condivisa ma che troverà, qui, il suo spazio. Ogni intervento è ben accetto e degno
di essere letto. Anche le "cazzate" che, sempre secondo il filosofo "DI", i trogloditi ittiresi sparano a raffica. Inoltre raccomando di non intristirsi troppo perchè fa male alla salute. I blog,
in tutto il mondo, assumono una valenza ed una importanza notevole nella comunicazione. In pratica, semplificando, riescono a sostituirsi ai giornali "indipendenti" che forniscono, a seconda
delle convenienze del momento, una adeguata ed aggiornata informazione ad un numero sempre maggiore di persone che preferiscono il WEB alla carta stampata o alla TV. Riteniamo di dare anche noi,
nel nostro piccolissimo spazio, il nostro contributo, certo limitato, ma che credo sia utile a tutti gli ittiresi che ci seguono ed ai tantissimi naviganti del mondo web. E sono milioni e milioni
di cittadini. Non sarà certo IL punto di riferimento sulla vita politico-sociale di Ittiri ma è, questo te lo posso assicurare, una pagina aperta di quel libro, che tu non hai mai letto, che ha
per titolo: DEMOCRAZIA E LIBERTA' DI ESPRESSIONE. Solleva un problema serio. Ti sarà data risposta.



edi 05/06/2010 19:17


sig. ahahah, su una cosa le do ragione oggi è il secondo giorno di ciclo mestruale ma lei forse è in andropausa perchè io non ho parlato di ristrutturare atenei dato che ad Ittiri neanche ci sono,
stavo parlando di ristrutturare scuole elementari comunali frequentati da cuoricini in erba ma forse lei ha figli all'università che si sta preoccupando degli atenei??? le strutture comunali non le
usa più evidentemente e anzichè insultare colleghi la mano al cervello prima di scrivere e legga meglio i miei interventi... Buona sera genio della lampada.


ahahah 05/06/2010 17:30


ma la signorina o signora edi scrive solo quando ha le mestruazioni ?
Da colpa al sindaco invece di dare colpa al suo governo che ogni giorno fa tagli alla scuola pubblica e alle università.
Ma mi faccia il piacere, leggiti questo e adesso dimmi che è colpa del sindaco:
'La situazione in cui si trovano gli atenei è gravissima e i dati forniti dal governo sono inquietanti perché confermano che il fondo di finanziamento ordinario subirà, di fatto, un'ulteriore
riduzione delle disponibilità di circa il 2% nel 2010 e un taglio di circa un miliardo nel 2011''.

E' quanto ha replicato il capogruppo del Pd, Dario Franceschini alle parole ''del tutto insufficienti'' del ministro Elio Vito chiamato a rispondere, nel corso del question time alla Camera, a una
domanda posta dalla deputata Manuela Ghizzoni, ovvero ''se il Fondo per il finanziamento ordinario delle Università, già decurtato di circa 300 milioni di euro nel 2009 subirà nei fatti
un'ulteriore diminuzione del 2% nel 2010''.

Secondo il presidente dei deputati del Pd ''non ci sono dubbi: questo taglio purtroppo e' nei fatti - ha affermato Franceschini - e al ministro Vito, Franceschini ha obiettato che ''sono
altrettanto stupefacenti gli annunci di nuovi tagli per il 2011''.

Per il capogruppo del Pd ''i 400 milioni recuperati dallo scudo fiscale non saranno più disponibili, ma spariranno anche i 550 milioni del patto per l'Universita' voluti dal governo Prodi per il
triennio 2008-2010.'' Secondo l'on.

Ghizzoni ''i tagli all'università' sono una scelta miope e irresponsabile e impediscono ogni serio progetto di riforma dell'università'.'' Franceschini ha accusato poi il ministro Gelmini di aver
promosso ''una riforma vuota che ha addirittura la pretesa di essere fatta a costo zero. Solo un forte investimento in formazione superiore, in ricerca e in reclutamento di giovani ricercatori - ha
concluso Franceschini - consente crescita e futuro al Paese''.


antonio 05/06/2010 17:14


Lo sai che per ogni voto ricevuto spetta un rimborso ai politici? Speculano su tutto, anche sul tuo voto, non lo scordare. Ogni volta che andrai al seggio a loro spetterà un rimborso.
Non credi che sia più giusto dare quel rimborso ad un padre (o madre) di famiglia che non arriva alla fine del mese....
Grazie a tutti coloro che non parteciperanno al banchetto dei politici, il loro pasto siamo noi!


Giovanni S. 05/06/2010 13:19


Credo che questa giunta uscente sia stata la peggiore degli ultimi 30 anni. Possiamo dire con tutta sicurezza che al potere sono andati gli ignoranti. Gli inculturati che, nonostante il loro bel
titolo di studio, sia diploma sia laurea, hanno portato il nostro paese alla quasi rovina economica ed alla emarginazione in tutti i campi. L' analisi della signora Edi è aderente alla vera realtà
e devo dire che è condivisibilissima. Ittiri deve reagire in modo massiccio e mandare a casa questi personaggi che nulla possono darci ma prendere....tanto.
Sosterrò L'Ing. Pisanu con ottimismo ed in tutta sicurezza.
Auguri.


Salvatore 05/06/2010 08:24


Bentornata Edi, mancavano i tuoi interventi che richiamano alle proprie responsabilità i nostri disamministratori che, come hai ben sottolineato, si sono ripresentati per raccogliere il consenso
dei cittadini...maltrattati.
Sono pienamente d' accordo sulla analisi prospettata che mette in risalto, ancora una volta, il menefreghismo del sindaco usciente che ha pensato a tutt' altro anzichè dedicare il suo tempo, ben
pagato oltretutto, alla cura degli interessi della sua cittadina e dei suoi amministrati, si è dedicato alla cura della propria persona, a fare del sano e salutare jogging, indurire gli addominale
(altro evidentemente non c'è), irrobustire le spalle e le coscie, imparare i passi di danza del ballu tundu ed incassare gettoni su gettoni per gli incarichi ricoperti. Tutto alla faccia dei poveri
ittiresi che, caso strano, continuano a derle fiducia. Dovrebbe davvero vergognarsi e avrebbe certamente fatto una grandissima opera umanitaria se avesse scelto di non presentarsi di nuovo alle
elezioni. Non si amministra in questo modo un paese come Ittiri. Spero che gli ittiresi di buon senso questo lo capiscano e diano la fiducia a Giommaria Pisanu che, nonostante le vostre battute, è
un grand' uomo rispetto a lei.


edi 05/05/2010 22:44


Dr. Orani che coraggio che ha si ripropone agli elettori Ittiresi per altri 5 anni dopo aver non amministrato già per cinque anni.
L’unica cosa di coerente nel suo programma di mandato è il titolo “Progmmma di mandato 2005 – 2010”, scritto male e mantenuto tale nella forma e nella sostanza.
Tra le sue promesse vane al punto 1B salta all’occhio del cieco la prima riga “messa a norma e manutenzione degli uffici scolastici”.
Segno evidente della sua negligenza ed incapacità a governare è il risultato di quanto accaduto il 23 maggio scorso alle scuole elementari di Via Marini.
E nonostante si sia sfiorata la tragedia, nonostante la relazione del tecnico incaricato dal Comune che dichiarava inagibile la struttura in quasi tutte le aule, lei ha ben pensato che almeno tre
classi potevano restare nel plesso, fregandosene altamente dello stato d’ansia di quei genitori che avrebbero dovuto mandare i propri figli non a scuola ma al patibolo per la sua incuria.
Già ma a lei cosa le interessa i suoi due figli le elementari li hanno finiti da anni, ormai sono da università quindi a lei che gliene importa di quelli degli altri?
Certo che dopo l’inaugurazione di un teatro vecchio di vent’anni, che ha ben pensato di ristrutturare al solo fine di presentarcela come nuova struttura su cui tagliare il nastro perché fatiscente
per ospitare opere e quant’altro, non ha trovato utile ristrutturare un edificio vecchio di cent’anni frequentato giornalmente da bambini ed insegnanti forse perché le sarebbe vento male in questo
caso tagliare il nastro, e poi dopotutto sua maglie è un’insegnante ma tanto insegna in via Turatti quindi a lei il tetto in testa non gli sarebbe cascato.
A pensarci bene anche chi opera all’interno della mensa ha la vita sana perché è in via Turatti quindi tornando al punto tutti i suoi parenti sono salvi e lei può dormire sogni tranquilli, fino a
che persone come me non le ricorderanno, richiamandolo ai suoi doveri, che il sindaco deve essere a servizio di tutti e deve tutelare tutti non solo i suoi cari congiunti.
Per capire che stava sbagliando per l’ennesima volta c’è voluto il coraggio di tutte le madri che si sono rifiutate di mandare alla forca i propri figli, se solo lei avesse avuto la cura per le
strutture pubbliche al pari delle attenzioni rivolte ai palchi delle numerose sagre manifestazioni ed inaugurazioni da lei organizzate con tanto di taglio del nastro la quasi tragedia non si
sarebbe neanche sfiorata.
Si rende conto che quello che hanno fatto sapientemente e coscientemente quei genitori lo avrebbe dovuto fare lei senza porsi il minimo dubbio nell’immediatezza dei fatti, anzi avrebbe potuto fare
di più, avrebbe potuto mantenere fede al programma di mandato ed avrebbe potuto ristrutturare quegli edifici prima che si presentassero i crolli, ma come sempre ha saputo mostrare solo la sua
superba incapacità, ed oggi ha anche il coraggio di riproporsi per altri cinque anni, ma ci faccia il piacere, si faccia un bel esame di coscienza e si ritiri in sordina, e si vergogni pensando a
tutto quello che avrebbe potuto fare e non ha fatto.


Renato 05/05/2010 13:25


Si staranno preparando per fare le scintille nei prossimi giorni ? L' ex sindaco ha già iniziato a mandare in avanscoperta i suoi accoliti della Protezione Civile i quali, nella riunione di ieri,
hanno provato a far fuori Giommaria Pisanu. Ma perchè prima non si dimettono loro ? Infatti c'è il sindaco,il cogna, e qualche altro candidato di peso. Ma non si vergognano questi qua ?
La protezione civile non è di loro proprietà. Cosa pretendono ?


AT 888001010 05/05/2010 12:16


.... ma ti decidi Tottò sei Ron o Antonio Fadda, io ho risposto a Ron, perche vai sulle diffensive? di chi e per cosa? Ti contradici in continuazione. Non sei affidabile.


Antonio Fadda 05/05/2010 12:52



Quanto sei ingenuo Tonì, si vede che sei Figlio Unico. Ma perchè non ti curi della campagna elettorale ? Risolvi, anche se tardivamente, qualche problemuccio di Ittiri. A partire dalla
incompatibilità in giunta con.....! Non sono affidabile ? Gli ittiresi diranno quanto tu sia affidabile il 30/31 maggio.



STRANISSIMO 05/05/2010 11:41


Per AT 888001010 altro sparatore da muretto a secco.


AT 888001010 05/05/2010 09:56


... dai AT 88800 se ci sei batti un colpo, rispondi al nostro amico fadda. Che forti che siete parlate di Prendas ma dite che non è opera di questa amministrazione ... e di chi allora? Magari
dite
anche che la sede della AVPCI non gli è stata data da questa amministrazione al Presidente della stessa che ora è anche candidato a sindaco (senza aver dato ancora le dimissioni). Oppure dite
anche
che in questi 5 anni il nostro paese non è cambiato. Ma fattemi il piacere!!!!


Antonio Fadda 05/05/2010 11:21



Chi mai ha detto che non è opera di questa giunta ? Posso dire che nessuno dei tanti cittadini che intervengono su questo blog ha sostenuto questa tesi. Viene invece detto che forse è utile
migliorarla, arricchirla, animarla in diverso modo, dargli una nuova fisionomia organizzativa ed una nuova filosofia di intervento e di obiettivo che può essere, ho avuto modo di scriverlo da
qualche parte, la tanto desiderata Internazionalizzazione, consentendo ai nostri produttori (che fanno già tantissimi sacrifici) di poter presentare meglio il prodotto e nel contempo ampliare il
loro mercato. Tutto a beneficio dell' azienda prima e, poi, a favore della nostra comunità in termini di lavoro (più smerci più hai bisogno di manodopera) e maggiori consumi (favoriti dall'
aumento della ricchezza dei lavoratori del comparto). Certo che è grazie a questa amministrazione se la Protezione Civile ha una sede più efficiente. Chi lo ha mai negato. E questo va a tutto
merito di questa giunta che dovrà raccogliere, eventualmente, il consenso da parte di tutti questi soggetti. Così come tutte le associazioni presenti ad Ittiri hanno una loro sede e credo,
perlomeno questo viene dichiarato da alcuni esponenti, che sosterranno questo sindaco. Sulle dimissioni mancate dell' Ing. Pisanu dalla Protezione Civile non è necessario farla così tragica e
buttarla sullo scandaloso perchè è una sciocchezzuola (non sta mica gestendo i cantieri del G8...!), alla quale risponderà senz' altro il diretto interessasto. Eppoi diciamocelo chiaramente l'
associazionismo ed il volontariato nostrano non è ne "addomesticabile" nè tantomeno "piegabile" al potente di turno perchè i dirigenti impegnati giornalmente su questo fronte non hanno nessun
interesse a condizionare i propri assistiti e soci nel  sostenere elettoralmente uno piuttosto che l' altro. I benefici vengono erogati nei termini di legge senza l' intermediazione del
politico locale. Ditemi dove e come è cambiato Ittiri in questi ultimi cinque anni. Avete visto le condizioni in cui versano alcune strade interne ?


L' impianto totale dell' illuminazione pubblica ?


La rete idrica ?


Quella fognaria ?


Il decoro urbano ?


E tante, tantissime altre cose che non sto qui ad elencare. Infine una delle tante incompiute di Tonino: non essere riuscito a legare bene con il suo popolo, ad instaurare un rappoto costante con
tutti gli strati sociali di Ittiri improntando il confronto sul rispetto, sulla condivisione degli obiettivi, sul rapporto umano. Tralascio i rapporti con il suo ex movimento di opinione, con il
suo attuale partito ed i dirigenti, con i suoi assessori e consiglieri. In tante altre cose ha fatto bene. Nessuno lo nega.



Ron 05/05/2010 08:17


Va bene. Raccolto l'invito della tregua. Basta con Atav...
Su Prendas vorrei dire che già qualcosa si è fatto per la internazionalizzazione dei nostri prodotti. Certo non per opera della giunta uscente che è rimasta, su questo tema, alla preistoria ma per
opera della Camera di Commercio di Sassari alla quale ha partecipato uno dei più importanti produttori d' olio di Ittiri, Gavino Pinna che fa onore, insieme ad altri piccoli produttori, alla nostra
cittadina. Ed è proprio quella la linea da seguire, cioè aprire Prendas agli esportatori esteri, alle Camere di Commercio delle altre regioni d' Italia, alle ambasciate estere presenti sul nostro
territorio, dando vita ad un "tavolo di contrattazione" durante la manifestazione per far sì che tutti, anche il più piccolo produttore possa avere la possibilità di realizzare capitale, benessere,
profitto. Non solo nel settore dell' Olio. Ma anche in altri rami delle nostre specialità, e che sono tante grazie all' estro ed alla inventiva di noi ittiresi.
Su questo il prossimo sindaco e giunta dovranno concentrarsi perchè porterà benessere a tutta la nostra cittadina.
Grazie.


PapaGallo 05/04/2010 17:55


A proposito dell' anonimo, ma non tanto, “postatore vendicativo” che si firma AT 88800 nel blog di Boiki vorrei dare il mio spassionato e disinteressato contributo. Dunque sia in questo che in
altri blog c’è qualcuno che si annida come una serpe dietro sigle assurde e naturalmente non riconoscibili, con lo scopo di colpire a tradimento persone che neppure badavano alla sua esistenza.
Questo è l’ignobile losco figuro che si identifica in AT 88800, meglio noto come ATav. 63, una autentica serpe malefica, lasciatevelo dire perchè lo conosco bene, che da qualche tempo si aggira
intorno al palazzaccio nel goffo tentativo di far parte del personale in pianta stabile e di cui abbiamo apprezzato la capacità nelle pratiche introdotte da Natalì, a favore di qualcuno ben noto,
in cambio di un lavoro. Certo capiamo tutti l’esigenza di trovare un lavoro soprattutto quando si ha famiglia, ma almeno la decenza di tacere dovrebbe averla, unita all’astuzia di non farsi
riconoscere, come invece è accaduto ad opera dell’ottimo Ron 76.
A proposito, complimenti Ron, tu la sai davvero lunga a giudicare da quanto ci hai magistralmente rappresentato. Sempre ad AT 88800 (MEGLIO NOTO COME ATAV. 63), chiedo, come ha fatto a superare una
delle tante selezioni.
Atav, lo sai, io ti ho visto arrivare alle 10, mentre tutti erano li dalle 8, e dopo un quarto d’ora avevi gia finito il compito che qualcuno ti aveva consegnato la sera prima. VERGOGNA, VERGOGNA,
VERGOGNA. Come avrebbe esclamato il tuo magistrato preferito.
Ed hai anche il coraggio di scrivere su questo ed altri blog ! Non sai fare nulla nella vita: ne vendere prodotti generici, ne vendere prodotti per la casa, ti sei dato un gran daffare per
indossare la divisa, del resto sai fischiare bene, ho visto, ma anche è finita. Adesso sei “accantierato” da qualche parte, alla faccia di chi davvero ha bisogno, a guidare una squadra.
Dovresti raccogliere l' invito di Giommaria Pisanu per un confronto pubblico. Vieni allo scoperto, avrai tanta soddisfazione nello scoprire quanto è stimolante e contemporaneamente gravoso scrivere
alla luce del sole.
Una ultima cosa Atav 63. Sei sempre stato irritante e antipatico. I conti tornano.
Io mi scuso anzitutto con il responsabile di questo blog e con quanti si indigneranno per queste accuse, ma se andrete a rivedere quello che ha scritto ATav. 63 nel blog del Circolo PD Boiki,
capirete che razza di verme egli sia davvero.
E come direbbe lui a mezzur bidere !
Pappagallo


Antonio Fadda 05/04/2010 18:01



Ma cosa ho fatto di male ? Perchè si continua su questa linea di scontro diretto ?


Tutti noi ormai sappiamo chi è AT 88800. E' un brav' uomo, da tenere alla larga, che ha sbagliato. Vogliamo perdonarlo ? Si, vedrete un giorno o l' altro gli verrà il coraggio di farsi vedere in
faccia. Però adesso parliamo davvero di cose serie, diamine. Anzi come direbbe zietto Silvio, Cribbio !


 



Un Produttore 05/04/2010 17:32


Che ne dite se ripensiamo e riscriviamo tutti insieme la nuova organizzazione che dovrà essere data a Prendas all' insegna dell' Internazionalizzazione dei nostri prodotti migliori e di qualità
?
Non sarà forse tempo di uscire definitivamente dal provincialismo ?
Dall' improvvisazione ?
Dalle solite piazzate che pochissima ricchezza portano ad Ittiri ?
Chi inizia ?


AntiMeridionale 05/04/2010 16:20


Concordo pienamente, infatti nel mio intervento difendo le necessità e sono solidale con tutte le persone che hanno bisogno seppure temporaneamente.Posso garantire che conosco benissimo l'indigenza
e anche il dramma dello stacco della corrente elettrica...quindi non sono estraneo a queste realtà, ma proprio per questo nn tollero gli abusi di uno stato sociale a volte troppo generoso con
alcune persone assistite di professione.


Pro Disoccupati 05/04/2010 16:07


Si, dobbiamo dire di no certamente all' assistenzialismo senza un obiettivo ben preciso. Concordo, sino ad oggi se ne è fatto troppo e alcuni, i cosiddetti specialisti della disoccupazione, ne
hanno abbondantemente approfittato. Però, c'è sempre un però ed un ma in ogni discussione, ci sono delle eccezioni. Ad esempio un padre di famiglia (ma ce ne sono tanti ad Ittiri con le stesse
caratteristiche) che ha lavorato nei cantieri del G8 alla Maddalena, oggi senza lavoro, con le scadenze imminenti da pagare che bussano alla porta, non riesce a trovare nulla. Non dovrebbe
intervenire forse l' Ente Pubblico per alleviare, seppur momentaneamente, il peso della disoccupazione con tutto quello che ne consegue ? Di questi casi, cioè di cittadini che non vivono alle
spalle dei Servizi Sociali o dell' assistenzialismo facile, ve ne posso elencare sino a 15. E tutti con famiglia al seguito. Quale soluzione adottare ? Come e cosa fare per difendere questi nuclei
familiari ? Ecco, in questi casi, dovrebbe entrare in merito il comune, o un ente comunale a questo preposto, ed intervenire per far sì che un domani la fila delle persone presso i servizi sociali
si possa ulteriormente ingrossare ed un' altra vittima dell' ufficiale giudiziario vada ad allungare quel particolare elenco. E ad Ittiri purtroppo sono molti. Nella totale indifferenza di tutti. E
dico tutti.
Grazie per l' ospitalità.


AntiMeridionale 05/04/2010 13:31


Oh Mamma!!!!sono pienamente d'accordo con i suggerimenti e le idee, ma per favore non chiediamo assistenzialismo!!!basta ciò che si vede tutti i giorni!!La regione ha appena assunto 1.000 persone
all'Ente Foreste...ma abbiamo fatto i conti di quanto sono costate queste persone in decenni di indennità di disoccupazione.Penso sia tempo di finirla e di costruire una vera cultura del lavoro,
perchè bisogna percepire uno stipendio in cambio di lavoro, non è che bisogna vivere a carico della collettività e il lavoro diventa un optional!!!Le situazioni di emergenza le capiscono tutti e
capitano a tutti, e tutti hanno diritto ad un supporto pubblico...ma questo nn deve essere la regola e non può durare decenni.
Per quanto riguarda il mio post di prima volevo ribadire che non penso esclusivamente all'albergo diffuso per rivitalizzare il centro storico, ma anche a interventi volti a favorire gli
insediamenti abitativi, attività economiche e ricettive private (B&B e dipendenze di agriturismi, per i quali è permesso l'alloggio in ambito urbano e residenze private...). Vi invito a leggere
il nuovo Piano Particolareggiato (apparentemente fatto abbastanza bene) del Centro storico disponibile sul sito istituzionale del Comune.
Visti comunque i vincoli vari presenti in tale area, non dipendenti dal comune, io penso che si debba agire anche con la leva fiscale. Se è vero che è sparita l'ICI è pur vero che si può
eventualmente ridurre o eliminare la tassazione sulla nettezza urbana e perfino sui consumi (ovviamente sarebbe il comune per un certo numero di anni ad accollarsi tali oneri). Altre
soluzioni????
Grazie dello spazio concesso, spero vivamente possa essere una piazza virtuale di confronto e di idee, non di ingiurie ed attacchi...anche se questa amministrazione ha fatto ben poco per
evitarli!!!!


Pro Disoccupati 05/04/2010 11:29


Un appello ai candidati a sindaco della città di Ittiri: se potete quando farete i cantieri del comune per i disoccupati cercate anche di fare in modo che questi possano lavorare per almeno sei
mesi l' anno e per gli altri sei mesi restanti studiate la possibilità di far percepire loro la disoccupazione speciale. Nei cantieri poi si deve adottare un sistema di rotazione continua, chi è in
disoccupazione verrà sostituito da altro disoccupato che a sua volta dopo i sei mesi andrà in disoccupazione, nel frattempo rientra l' altro. Solo così si potrà favorie i consumi ad Ittiri e
lavoreranno i supermercati, le botteghe, le orologerie ed oreficerie. Insomma tutto si dovrebbe rimettere in moto. Non fatte come il sindaco uscente che premia solo chi lo sostiene e chi lo
appoggia.
Grazie a tutti.


senso unico 05/04/2010 11:05


D'accordissimo con FSK sulla rotonda all'entrata principale!
Io sarei anche per un aggiornamento sulla viabilià.O si costringe a parcheggiare solo da un lato oppure si facciano i sensi unici!
e soprattutto bisogna rompere le balle all'ANAS per sistemare il corso.Gli ammortizzatori delle macchine piangono


Ron 76 05/04/2010 10:38


Raccolgo in pieno l' idea della tregua però lascitemi dire qualcosa a proposito di un Killer specializzato che si arroga il diritto di inveire, da anonimo, contro chicchessia.
Da un bel po di tempo, con alcuni amici dei forum che dibattono su questo utile blog, ideato dall’arguto e intelligente Antonio Fadda, ci domandavamo chi potesse celarsi, vigliaccamente e
subdolamente, dietro la sigla AT 88800 etc, esattamente come Arsenico che ieri ha tentato una descrizione del mostro che andiamo a stanare. Devo dire di avere compreso a chi si rivolge Arsenico, ma
non ritengo affatto che egli abbia centrato l’obiettivo. No, il misero e deplorevole tale risponde ad altra identità. Provate a pensare ad un ex commerciante di m… che è talmente pericoloso e
antipatico da essere stato cacciato dalla famiglia. Che ora tenta disperatamente la strada del pubblico impiego, leccando le palle al nostro sindaco che impietosito gli offre mesi di servizio
presso i V… Siccome al sindaco servono tanti voti pensa bene di dargli qualche altra occasione, negata magari ad altri, ma si sa com’è la politica. Si premia che lecca di più. Il problema non è
tanto questo, ma il perché questo A.T. 63 (QUESTA E’ LA TUA SIGLA) debba rompere le palle ad altri ergendosi a paladino della giustizia, difensore fiero e valoroso della Amministrazione comunale,
parte interessata di un processo sommario ai danni di tanti altri. CI HAI ROTTO I C…...! Ci stai proprio sul C…!
Ora un consiglio levati dalle palle con tutta la folta schiera di parenti e affini che da decenni stanno abbarbicati al palazzo comunale con profitto e grosse utilità. Vedi via Delogu. E prima di
scrivere ancora pensa con quella testa che hai sul collo e non con il pisello che tieni appeso ai c……!


Antonio Fadda 05/04/2010 10:58



Mammamia ! Ron.


Manteniamo il confronto sui temi, sui problemi e sulle possibili soluzioni. Per Ittiri. Contribuite tutti, in modo civile però.


 



mario frau 05/04/2010 10:14


Caro Antonio Fadda, intervengo nel forum solo per fare una piccola precisazione in riferimento a quanto sostenuto circa la natura "non politica" delle liste. La lista Unione Democratica per Ittiri
che sostiene Tonino Orani sindaco, è frutto di una coalizione di partiti e forze politiche di centro sinistra (PD, IDV, UDC e Sinistra Unita). Per quanto attiene ad esempio i candidati del PD, ma
il ragionamento potrebbe essere esteso anche agli altri, sono tutti, dirigenti o attivisti del partito. Più lista "politica" di questa?
Colgo l'occasione per porgere gli auguri a tutti i candidati con la speranza che la campagna elettorale si svolga in un clima di sereno confronto sui temi e sui programmi, superando le facili ed
inutili ironie sulle persone in quanto non portano nulla di buono. Ittiri ha necessità di una buona amministrazione che sappia affrontare e risolvere con efficienza ed efficacia i problemi non solo
quotidiani, ma anche quelli strutturali, che sono di tutti noi e non solo di coloro che votano lista 1, 2 o 3!! Per cui la parola ai cittadini e vinca il migliore. Come si dice in queste
circostanze...in culo alla balena!!!!


Antonio Fadda 05/04/2010 11:16



Confuso dalla OranoLaimania onnipresente mi sono lasciato andare, forse un pò troppo, nel denunciare la totale assenza e caratterizzazione a sinistra della lista "personalizzata" o "ad personam"
nella quale Mario Frau, che ringrazio della precisazione, è candidato.


E' persona per bene, Mario, e non ho motivi per dubitare della sua buona fede e delle buone intenzioni che lo animano e che lo hanno spinto a candidarsi con Tonino Orani. Devo dire che è anche
una garanzia di imparzialità e che sarà il primo, in caso di vittoria (tocco lì, tocco là, tocco quà per scaramanzia) della sua lista, a bloccare sul nascere l' arroganza auricolare su eventuali
"giochetti" su alcuni temi ed azioni di interesse generale. Naturalmente, non me ne voglia Mario, resto della mia opinione. Manca dalla competizione elettorale il simbolo, quindi tutta la storia
che esso rappresenta, del maggior partito di Ittiri. Il PD, ex PCI.



Franz Stefan Keller 05/04/2010 10:04


Mi sembra ragionevole e intelligente la proposta della tregua bloggistica finalizzata al lancio e alla discussione di eventuali proposte da suggerire ai futuri amministratori. Se posso permettermi,
ringraziando Antonio Fadda che mi dà la possibilità farlo liberamente, vorrei avanzare un mio suggerimento in tema di ambiente. Desidero focalizzare l’attenzione di chi legge e in particolare degli
aspiranti futuri amministratori, sulla situazione in cui versano gli ingressi del centro abitato. Certamente chi arriva da Sassari, Alghero e da Thiesi e Banari non gode di una bella visione delle
periferie di Ittiri. Negli anni si è assistito ad un progressivo abbandono dell’aspetto estetico delle vie che immettono nel centro abitato, nonostante oggi siano, comunque, più pulite e siano
stati rimossi i cassonetti e le campane per la raccolta differenziata, che rappresentavano un pessimo biglietto da visita. Come se non bastasse la scorsa estate c’è stato un incendio di vaste
proporzioni che ha devastato parte della zona di “Sa Teula” e ha ulteriormente compromesso l’immagine del quartiere. Il ragionamento della valorizzazione a scopi turistici del centro storico, lo
condivido in pieno e penso che sia un punto fermo dei programmi di tutte le tre liste in capo. Tuttavia, considero di importanza prioritaria, in particolare se si vuole puntare al richiamo di
turisti, la valorizzazione dell’aspetto estetico delle nostre periferie, che sono il principale biglietto da visita per chi arriva da fuori. A tal fine ritengo che la futura amministrazione debba
assolutamente considerare la possibilità di aprire dei progetti per abbellire gli ingressi del centro abitato e attivare dei cantieri di rimboschimento e manutenzione del verde pubblico, con lo
scopo di realizzare dei parchi nelle zone di Sa Teula, lungo la circonvallazione (nell’area tra il campo sportivo e la LAIT, in un percorso integrato con l'ippovia) e nella zona limitrofa alla
chiesa di San Giovanni. Ritengo altresì importante, la realizzazione delle rotatorie all’inizio della strada per Sassari, (prima del ponte) e in prossimità dell’ex Mania, in un progetto che preveda
anche la valorizzazione e riqualificazione dei giardini pubblici.
Che ne pensate?
Saluti, a presto FSK


strano 05/04/2010 09:16


quello che scrive Baingio e molto interessante, però è una proposta che sento negli ultimi 15 anni, il famoso albergo diffuso. Il problema che la nuova amministrazione deve risolvere è quello di
cercare di attirare imprenditori "sani" che vogliano investire in paese. La realtà è che gli investitori non spendono ad Ittiri perchè sanno, in maniera certa, che in comune esistono gli uffici
"complicazioni" con i loro capetti che abusano del loro potere per crogliolarsi nella loro ignoranza (o per regalare favori forse gratuiti), questo è risaputo da sempre da quanto si vociferava
dell'acqua park di serra orzu. Posso fare altri esempi. Mi auguro veramente che i nuovi amministratori si comportino da persone degne e che veramente cerchino di fare qualcosa di attivo per Ittiri
e non facciano i burattini che alzano la mano a comando per votare in consiglio senza un minimo spirito critico e solo perchè il PARTITO lo ha imposto. grazie dello spazio


BUIK 05/04/2010 09:04


Lancio una caccia al tesoro proviamo a scoprire chi è il nostro AT88, così critico ma anche così nascosto???? dietro il suo nickname.
1) E' uno che per poco tempo ha indossato una divisa?

Al vincitore del torneo l' onore di raccontare per primo la coerenza del signore, con libertà di raccontare tutto.


Baingio M. 05/04/2010 08:38


Gli argomenti sollevati dal Templare e dall' Antimeridionale sono stimolanti e credo che, se i candidati di tutti gli schieramenti leggessero questo blog, potrebbero servire come pungolo e spunto
per stilare i programmi elettorali di Buon Governo Locale. Non le solite elencazioni, ma pochi punti, ben argomentati ed articolati, e con, possibilmente, la soluzione proposta. Suggerirei anche di
aprire una tregua bloggistica senza muovere accuse volgari o offensive di alcun genere a nessuno ma invece di concentrarci sulle proposte che seocndo noi, come cittadini, debbano essere portate
avanti da chiunque andrà a sedersi sullo scranno più alto del comune. L' idea ma realizzata di rivitalizzare e ristrutturare il centro storico è ottima, da solo però il pubblico (l'
amministrazione) non riuscirà mai a farlo perchè le spese da sostenere sono troppe. E' dunque opportuno ricorrere anche ai privati e a chiunque ne abbia interesse. Mi riferisco alle Banche, alle
aziende agli imprenditori di un certo peso e rilievo ed a tutte quelle associazioni di categoria e/o imprenditoriali che vogliano investire ed abbiano la pazienza, però, e la forza economica di
dilatare il loro profitto in un dato numero di anni abbastanza lungo e tale da permettere alle giovani coppie che acquistano o a chi vuole ritornare nell' area medievale di Ittiri di poter con
tutta sicurezza far fronte all' investimento. La stessa tecnica potrebbe applicarsi a tantissime altre situazioni. Non trascuriamo il fatto che con l' apertutra dei cantieri per la rivalorizzazione
del centro storico permetterebbe di dare uno scossone economico, in positivo, a tutte le nostre imprese artigiane che ruotano nel settore edilizio. Riflettano su questo i nostri prossimi
amministratori e facciano, prima delle elezioni, proposte operative di medio periodo e propongano soluzioni.


AntiMeridionale 05/03/2010 21:36


Si caro Templare, certamente gli uffici comunali in qualche caso non brillano, ma sono convinto che è la politica che nn fa molto per provare a rivitalizzare questa parte del paese. Non ci sono
idee o progetti credibili, la gente continua imperterrita a costruirte nella estrema periferia e il grosso patrimonio storico e architettonico del centro si va perdendo. Inoltre la perdita
economica, con il valore gli immbili a picco, non è e non sarà trascurabile. Io propongo il modello Villanova Monteleone, convinto come sono che è anche vero che loro hanno il mare ma probabilmente
ci mettiamo molto meno noi ad arrivarci al litorale!!!io credo alle potenzialità turistiche di Ittiri e il rilancio del centro storico passa anche e sopratutto per questo. ristrutturare per
utilizzi a fini turistici, oltre che residenziali. Come è accaduto per Villanova o altri centri ben vengano gli stranieri ad acquistare e ristrutturare i nostri immobili e magari opportunamente a
stabilirsi nel nostro centro. Mai come ora abbiamo bisogno di ampliare le vedute ed avere apporti di altre culture per un serio rilancio economico e magari di leadership (tanto sognata e spesso
maldestramente esercitata).


Templare Crociato 05/03/2010 20:38


Sin dall’inizio degli anni novanta gli amministratori della nostra città non sono mai stati in grado di avanzare proposte rispetto ai processi sociali ed economici che si andavano delineando.
L’intraprendenza dei cittadini di Ittiri da sempre è stata fulcro e riferimento per la vita economica e sociale non solo di Ittiri ma anche di Sassari Alghero e dei paesi del circondario.
Purtroppo è innegabile che negli ultimi 15 anni, o forse più, il susseguirsi di amministrazioni comunali “pro-tempore” ha oscurato un po’ questa funzione.
Oggi Ittiri non può più riappropriarsi del ruolo di leader che ha sempre avuto in passato, riessere punto di riferimento per i paesi limitrofi: Penso alla riqualificazione urbana, allo sviluppo
dell’area PIP (abbandonata a se stessa dal sindaco in primis e purtroppo senza futuro), ad una riqualificazione residenziale, al centro storico mai valorizzato per colpa della burocrazia ottusa di
un ufficio tecnico comunale inefficente che trova mille scuse pur di bloccare i progetti, al ritorno dello Sport. Penso Ittiri come una città alternativa con servizi integrati che permette una
vivibilità sostenuta e civile, ma questo è solo un sogno….
A Ittiri sono tanti i problemi da affrontare e risolvere. - L’uso del centro storico è quasi negato dalla condizione disastrosa in cui versano strade e case fatiscenti.
Il Centro Storico NEGATO, è frutto di tanti fattori. Certo avere le case in una condizione fatiscente quali sono adesso non giova a nessuno. C’è la BUROCRAZIA dell’ufficio tecnico comunale con cui,
i proprietari si debbono scornare e l’amministrazione non è capace di aprire un discorso serio e prolifico per poter riportare a vita vera ciò che è fermo da tempo.
- La vivibilità diventa sempre più drammatica per i cittadini, in particolare per i giovani che sono tutti i giorni alla ricerca di un vero lavoro.
- La macchina comunale diventa sempre più inefficiente con la conseguenza di una erogazione dei servizi certamente non all’altezza dei tempi.

Templare Crociato


Franz Stefan Keller 05/03/2010 19:43


Ringrazio Giommaria Pisanu per l'elogio e gli rivolgo il mio personale in bocca al lupo.
FSK


Luigi F. 05/03/2010 18:08


....Anch'io, come tanti, alla vista di questi nomi sono rimasto a dir poco sbalordito. Dopo mesi di preparativi per un ipotetico golpe per contrastare l'amministrazione uscente mi ritrovo con una
serie di quasi sconosciuti e non con una rimpatriata di ex politicanti degli anni 70-80 come si dieva in giro. Come se non bastasse mi ritrovo con Peppino Fiori, che fino a ieri era nemico acerrimo
di Tonino Orani, ora lo sostiene amorevolmente..... Mi chiedo che fine abbiano fatto i pupilli della sezione del PD che a Ittiri hanno sempre fatto una scorpacciata di voti, e che fine abbia fatto
l'eredità della signora Soro che ha abbandonato la nave per fare carriera con i consigli di qualche assessore regionale. Spero vinca il migliore....


Giommaria Pisanu 05/03/2010 16:57


Invito AT88 ad un pubblico dibattito. Così abbiamo modo di dialogare serenamente. Come altre volte con altri nick ho avuto modo di eliogiare la lucidità e la capacità di analisi di FSK ancora una
volta lo faccio.


Arsenico Lupetto 05/03/2010 13:33


Faccio una proposta al signor AT88800… esci allo scoperto, mostra la tua faccia, dicci chi sei. Sono sicuro che scopriremo che razza di pezzente questuante si nasconde dietro questa sigla. Se sei
uomo, fatti individuare, solo così sapremo se ancora avrai il coraggio di vomitare tutto quell’odio che serbi contro chi non la pensa come te, quegli insulti. Io qualche indizio ce l’ho, mi manca
solo un elemento per esserne certo. Gia perché pur non rendendotene conto hai lascito la tua scia di merda, la tua firma. E’vero caro T. F. 61? E’ questa la sigla giusta per te.
Stai attento però che d’ora in poi ti controlliamo per bene.
Nel tuo modo di esprimerti, hai toccato persone che si sono sempre esposte in prima persona ad Ittiri. Gente che la faccia ce l’ha messa davvero, mentre tu stupido e cattivo presuntuoso parli
dall’alto di Su Padru. Nel tanto tempo libero che hai a disposizione prova ad andare a lavorare e non ad aspettare che sia tua moglie a portarti il pane. E non sperare in qualche parente che sta
provvisoriamente in Comune. Vergogna.
Arsenico Lupetto


Antonio Fadda 05/03/2010 13:52



Vi chiedo, per cortesia, fate pure i vostri interventi ma utilizzate linguaggi meno scurrili. Grazie.



Robertino 05/03/2010 12:47


Ho letto l'altro blog. E' davvero uno scandalo per quello che scrivono ! Mi meraviglia anche la candidata alla provincia che scivola su delle sciocchezze. Invito l' amministratore di questo ad
intervenire e sottolineare quanto siano oltre che maleducati anche cattivi d' animo nel muovere critiche.
Non voterò certamente per la lista di Orani.


Rosa 05/03/2010 09:41


E' la prima volta che scrivo su questo blog. Mi sono incuriosita perchè tutti ne parlano. Soprattutto male e non ne capisco le ragioni. E' come sfogliare un giornale ittirese nel quale trovi le
notizie politiche che altrimenti non avresti avuto modo di leggere da altre parti. E' schierato contro il sindaco uscente. In molti casi ha ragione e in altri però non condivido il giudizio troppo
severo e critico. Però è bello da leggere.


Salvatore 05/03/2010 08:53


Se l' inizio della campagna elettorale viene impostata sulla conformazione fisica dei candidati, allora iniziate davvero male. Su Giommaria Pisanu non credo ci sia nulla da dire. Ha dimostrato
grandissima intelligenza, senso dell' ironia e di autoumorismo nel sottolineare la sua "notorietà". Una cosa è certa, la fidanzata di Marrazzo, quel marcantonio che si fa chiamare Natalì, avrebbe
detto senz' altro che Giommaria è piccolo ma succhioso ! Invidiose !


Maria Antonietta Scanu 05/03/2010 01:13


Ebbene sì, ho innescato uno spiacevole episodio per colpa di una mia gaffe:ho omesso di scrivere Giommaria Pisanu, noto "pigiaminu", così come riportato nella lista presentata in comune.
Avrei dovuto riportare questo ma non l'ho fatto.
Potrei dire qualcosa a mia discolpa, ma non lo farò.
Voglio chiedere scusa qui a Giommaria Pisanu (ho letto qualche suo commento), così come ho fatto sul forum Boiki.
Non intendevo mancare di rispetto.

Saluti a tutti, anche a quelli che non mi incontrano nel fare la spesa alla sisa o all'eurospin di Ittiri.


0lmeo francesco 05/02/2010 18:28


credo che neanche nostro signore possa tanto con tutto il rispetto vi serve piu' che un miracolo vi serve SILVIO.......


Antonio Fadda 05/03/2010 13:24



Ma.....meno male che Silvio c'èeeeee. E Forza Ittiriiiii....


 



Giommaria Pisanu 05/02/2010 15:42


Dimenticavo se sei colui che penso ci raccontiamo della coerenza. Ma se non sei colui che penso allora ripensa a cio che hai scritto e poi vedrai che hai scritto una baggianata. Comunque sempre
pronto a parlarne pubblicamente, comodo nascondersi e sparare dal muretto a secco ........ di coerente militanza.


Giommaria Pisanu 05/02/2010 15:34


Complimenti @888800 alias AT888800 per la sua democratica ironia sul candidato sindaco. Mi piacerebbe vederne il viso e scoprire magari una lingua strisciante in divisa. Parliamoci di persona per
raccontarci della nostra coerenza.


Cicciu 05/02/2010 11:49


A parte tutto, ma qualcuno gliel'ho ha detto il numero di voti che occorrono per essere eletti nella lista del PD......un consiglio? non sprecate i voti, è messa li tanto per esserci,non vale la
pena di votare una che parte "TROMBATA" in partenza.