Giacomo Zara e Daniele Sanna scrivono al Dr. Giannico - Direttore Generale dell' ASL di Sassari - per scongiurare la chiusura della Continuità Assistenziale Diurna.

Pubblicato il da Ittiri Notte

 

L’annunciato pericolo di ridimensionamento , più volte denunciato e reiterato alla pubblica popolazione ittirese (alla quale pare non glienefreghiunbelnulla) ai tempi del Comitato Pro Ospedale di Ittiri creato, voluto e guidato dalla pasionaria di Ittiri Toiedda Meloni che inutilmente protestò con l’ allora assessore Dirindin; ripreso poi negli ultimi anni dal Consigliere Comunale di Sardigna Natzione Zampa Marras, che ha occupato per svariati mesi la struttura ospedaliera e, infine, sollevato con energia e per svariate volte dal Consigliere Comunale Giacomo Zara, che ha voluto coinvolgere anche parlamentari di un certo peso nazionale e consiglieri regionali, proprio per evitare il paventato ridimensionamento della struttura. Un ridimensionamento, è bene chiarirlo, che si è appalesato ed ha preso consistenza circa una ventina di anni fa, senza che alcuno si sia preoccupato di sostenere in questa lotta di civiltà i vari attori che di volta in volta si sono avvicendati nella strenua difesa del nosocomio ittirese. Il danno è stato compiuto e portato a termine, complice un lassismo politico e di totale disinteresse da parte di distrattissimi amministratori, in occasione della chiusura prima della chirurgia generale, dell’ anestesia e rianimazione, della sala operatoria e, ultimamente, della divisione di medicina generale.

In seguito a questo fatto gravissimo, sul quale inutilmente furono inviate proteste alla dirigenza dell’ asl ed alla Regione Sarda, amministrata è bene dirlo da una aggregazione di centro sinistra, fu attivato, visto il fallimento della proposta dirindiniana per la istituzione della casa della salute,  il reparto di lungodegenza che declassificò in modo definitivo il nosocomio di Ittiri. Oltre a questo andò completamente persa quella centralità territoriale, guadagnata grazie al sacrificio degli operatori sul campo dopo anni e anni operatività di un certo livello sanitario,  e quel patrimonio di alta professionalità che ci veniva invidiato da tutte le altre strutture della medesima asl.

L’ azione  odierna, l’ ultima in ordine di tempo, intrapresa dai Consiglieri comunali del Gruppo Autonomo per Ittiri Giacomo Zara  e Daniele Sanna, i quali hanno voluto richiamare                     l’ attenzione del Direttore Generale Marcello Giannico, mettendo in evidenza  un ulteriore ridimensionamento di servizi che, in materia di assistenza sanitaria diretta e nelle ore diurne, mettono in serio pericolo la vita stessa degli utenti che ne verranno privati. Questo annunciato pericolo, sollevato proprio dal consigliere Zara alcuni mesi in occasione di un suo sopralluogo presso il nosocomio ittirese, fu ignorato dagli amministratori che, forse per motivi di visibilità politica, ritennero di non dare peso ne importanza alla gravità dei problemi  evidenziati

Proponiamo la lettera inviata dai due consiglieri comunali al Direttore Generale Giannico.

                                                                                                                      Ittiri, 31/03/2014

 

Fax che sostituisce l’originale

Ai sensi dell’art. 6 L. 412/1991

                                                                                                                   Preg. Direttore Generale A.S.L. N. 1

       FAX 079/2061231                                                                            Dott. Marcello Giannico

                                                                                                                   Via Catalocchino

                                                                                                                   07100      SASSARI

Oggetto: Chiusura dal 1° Maggio della Continuità Assistenziale Diurna Ospedale Alivesi Ittiri.

 

                 I Consiglieri Comunali di minoranza del Gruppo Autonomo per Ittiri Giacomo Zara e Daniele Sanna,  sono  venuti a conoscenza che  a  decorrere  dal 1° Maggio 2014 avverrà ad Ittiri la  chiusura del Servizio sulla  Continuità Assistenziale Diurna della struttura   Alivesi di Ittiri.

Considerato che  ad Ittiri  il Presidio di Continuità Assistenziale Diurna  è di  fondamentale importanza, poiché  il nostro Comune è caratterizzato da un tessuto sociale dove gli anziani rappresentano una grossa fetta dei  residenti ed è alta anche la percentuale dei casi di Infarto, il cui tempestivo intervento medico è di vitale importanza   non possiamo accettare di privare la Città di Ittiri di questo servizio medico molto importante, che risulta indispensabile per garantire una minima vivibilità nel territorio.  

Il Servizio di Continuità Assistenziale Diurna  effettua quotidianamente un lavoro di primaria importanza non solo per il Ittiri  ma anche per i Comuni limitrofi; nel momento in cui i Cittadini dovessero avere la necessità di un primo intervento , eviterebbero di recarsi al Pronto Soccorso di Sassari ed affrontare lunghe  code  prima di poter ricevere la prestazione medica, contribuendo a causare ulteriori disagi,soprattutto alle persone anziane che non riescono a supportare  lunghissime ore di attesa, contribuendo ad aumentare l’affollamento dello stesso  Pronto Soccorso.

 E’ risaputo che ogni secondo che passa è importantissimo;, quindi il fatto che  la guardia medica visiti tempestivamente  il paziente ad Ittiri,  e arrivi a Sassari già in possesso del referto medico, evitando  così di poter allungare i tempi per accertamenti, è  alquanto importante.

Considerato che, come promesso da tempo, e mai mantenuta, non risulti in dotazione l’ ambulanza medicalizzata,  la presenza della Continuità Assistenziale Diurna ad Ittiri è di vitale  importanza.

Siamo sempre più convinti che da qualche tempo a questa parte, si stia procedendo  pian piano in maniera  indolore, alla  chiusura della nostra struttura Alivesi  per potenziarne delle altre, certo è,  che   lo spreco sulla sanità non è dovuta al mantenimento della Continuità Assistenziale Diurna,  ma ad altri sprechi ………..

Noi Consiglieri, in qualità di  rappresentanti della popolazione   non lo permetteremo, ed  anche i cittadini Ittiresi si opporranno con tutte le loro forze per evitare la chiusura di un  servizio   essenziale come quello della  Continuità Assistenziale Diurna.

Altresì  volevamo avere chiarimenti  se l’imminente chiusura  della  Continuità Assistenziale Diurna sia stata concordata con il Sindaco, oppure se questa decisione sia stata adottata  senza accordi con l’Amministrazione Comunale.

Certi di un Suo  cortese immediato riscontro, e soprattutto convinti  nella sua volontà di recedere dalla    decisione presa in merito alla chiusura della Continuità Assistenziale Diurna con decorrenza dal 1° Maggio, cogliamo l’occasione per porgerLe i più cordiali  saluti.

Si richiede cortese risposta scritta urgente

 

                                                                                                                                I Consiglieri Comunali

                                                                                                             Giacomo Zara                Daniele Sanna

Con tag Prima Pagina

Commenta il post