Giacomo Zara scrive al Sindaco di Ittiri chiedendo di utilizzare i terreni incolti e di proprietà del comune a favore della comunità. Il "Fotovoltaico Sociale".

Pubblicato il da Totoi Fadda

 g zaraIttiri, 13 agosto 2013. 

Nonostante la situazione economica generale sia sfavorevole, e nella nostra Isola purtroppo se ne sentono particolarmente gli effetti, il settore fotovoltaico continua a offrire opportunità di investimento ed è visto con favore da una buona parte di cittadini.

Proprio partendo da questa situazione di crisi e di momentanea difficoltà economica, che si ripercuote gravemente sullo strato sociale più debole ed esposto alle intemperie del sistema, che prende corpo l' idea e la proposta del Consigliere Comunale di Ittiri Giacomo Zara . Nella sostanza il consigliere di opposizione, con una sua lettera indirizzata al Sindaco della Città di Ittiri, chiede se sia possibile utilizzare i terreni di proprietà del comune ove realizzare impianti fotovoltaici e trasferire nella casse comunali i proventi derivanti dal conto energia destinandoli alle fasce più deboli della cittadina.

E' una proposta che ha una sua valenza ed importanza, sotto il profilo innovativo ed organizzativo, che è possibile realizzare. Citiamo, a sostegno di questa idea, la decisione del presidente dell' Unione dei Comuni, nonché sindaco di Lugo Raffaele Cortesi, il quale ha proposto la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico, appositamente costruito a sostegno di quattro Comuni dell’Emilia colpiti dal terremoto, il cui conto energia potrà essere un valido sostegno per quelle popolazioni senza appesantire più di tanto il già povero bilancio comunale.

Il progetto ha ricevuto sin da subito il sostegno di aziende del settore che hanno finanziato e costruito un nuovo impianto fotovoltaico nel territorio del Comune di Lugo. Tutti gli utili prodotti, derivanti dai proventi del conto energia, saranno donati, per i prossimi 19 anni ai quattro Comuni dell’Emilia colpiti dal terremoto.

<< Partendo proprio da questa esperienza positiva – puntualizza Giacomo Zara – e di piena solidarietà, senza andare troppo lontano e guardando in casa nostra gli esempi non mancano. L' ultimo bando pubblicato dal nostro comune, ad esempio, ben si inquadra, rendendo l' idea chiara su quello che sostengo nella mia proposta al Sindaco. Infatti in tema di interventi di riqualificazione ambientale, vertente sulla manutenzione straordinaria delle strade rurali è di non poca importanza il contributo dato dalla Terna s.p.a. Rete Elettrica Nazionale che in base a ben precisi accordi e convenzioni sottoscritti con i 4 comuni del nostro territorio (Ittiri, Banari, Florinas e Codrongianos) per la costruzione della nuova linea elettrica a 380 Kv “Ittiri – Codrongianos”, ha consentito l' avvio del progetto di manutenzione il cui importo complessivo si aggira intorno ai 217.000,00 euro. Credo – continua Zara - che con la messa in funzione di impianti fotovoltaici realizzati su terreni di proprietà del nostro comune oggi inutilizzati, possa contribuire in maniera decisiva ad alleggerire i disagi sociali che oggi sono presenti nella nostra comunità locale. Mi auguro che il nostro Sindaco sia sensibile e possibilista.”

Crediamo che anche gli ittiresi possano essere favorevoli a questa proposta che, oltre ad alleggerire il peso economico da sostenere a favore del sociale, può essere occasione di lavoro per le nostre imprese artigiane.

Di seguito la lettera di Giacomo Zara al Sindaco di Ittiri.


Ittiri, 12/08/2013

 

Al Sig. Sindaco

del Comune di Ittiri

 

OGGETTO: Proposta uso terreni comunali non utilizzati.

 

Signor Sindaco,

Imperversa sempre di più la crisi economica nella Città di Ittiri e a seguito dei notevoli tagli dello Stato ai Comuni, l’amministrazione comunale ha dovuto mettere per l’ennesima volta le mani in tasca ai cittadini Ittiresi applicando nuove tasse ed aumentando quelle già esistenti, gravando ulteriormente sulle famiglie.

Ritengo opportuno sia doveroso trovare delle soluzioni per cercare di alleviare le tasse, e al riguardo avrei delle proposte che gradirei prendesse in considerazione:

 

- Il Comune di Ittiri potrebbe sfruttare l’uso dei terreni di sua proprietà, installando degli impianti fotovoltaici in modo tale che l’energia prodotta, venga venduta, e l’incasso ottenuto possa essere destinato nel bilancio delle entrate delle casse comunali, rendendo fattibile la riduzione delle tasse dei nostri cittadini.

La informo, che moltissimi Comuni hanno valutato la proposta con dei preventivi risultando convenienti alla casse comunali.

 

Pertanto, chiedo che l’Amministrazione Comunale prenda in considerazione la mia proposta, valutandola attentamente, con l’auspicio che possa essere accolta positivamente, nell’interesse della cittadinanza ittirese.

 

Si attende cortese risposta scritta urgente.

 

Il Consigliere Comunale

Zara Giacomo

Con tag Prima Pagina

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Truddhoniu 08/19/2013 10:32


Urrubunnu ! Nu si podiri fueddare che subutu lu killer orriat.


Balla chi l' ischizzet sa cuncuzza e ainu !


Arrugantu maleducanzia.

Zlatan 08/16/2013 21:19

Io pensare che essere daccordu per costruite aereoportu internazionali. Con mio jet privatu non potere atterrare sopra testone di giacominu perché andare bene solo per atterraggiu di elicotteru.

Tecnico 08/15/2013 10:44


Mi dispiace deludervi ma il fotovoltaico, stando ad esperienze dirette e a testimonianze di ittiresi che l' hanno impiantato su propri tetti, è una grande fregatura ! L' unico che ci guadagna è
chi acquista l' energia prodotta e voi pagate. Si dovrebbe trattare con le aziende che installano i pannelli in modo chiaro e netto cercando di non farsi prendere per i fondelli con proposte
strane e inattuabili. Certo se la contrattazione venisse fatta da una commissione di esperti, nominata per l' occasione, allora le cose potrebbero cambiare. Ma da quest' orecchio ci sente l'
Amministratore ?


 

Hitler 08/13/2013 20:51


Certo che si può ironizzare Giovanni Antonio non è ancora proibito ad Ittiri ma


l' argomento è serio ed è certamente fuori luogo la tua ironia "cattiva". Io non mi sono mai permesso di ironizzare sul sindaco e sugli amministratori dei quali non ricordo neppure il nome.
Dovresti muovere questa tua critica e "dolenza" al blogger che credo saprà risponderti. La tua idea di installare il fotovoltaico sui tetti  è condivisibilissima e mi trova favorevole. Ecco
questa è già una buona base di partenza. Raccoglierà il nostro sindaco queste proposte ? Vedremo.

Giovanni Antonio 08/13/2013 20:32


Cos'è? non si può più ironizzare? oppure e consentito ironizzare e prendere in giro solo il sindaco e gli amministratori? Comunque io sono per mettere il fotofoltaico sui tetti e per coltivare i
terreni agricoli non coltivati visto che in giro ci sono tante braccia rubate all'agricoltura.

Hitler 08/13/2013 18:29


Io propongo la costruzione di un recinto con i pannelli fotovoltaici e rinchiudervi tutti quelli che ironizzano come Giovanni Antonio al soldo dei Badroni di Ittiri. Sempre a distruggere, mai a
costruire vero ?


Se le proposte vengono fatte da persone che sono fuori dalla "cerchia" degli unti si ride e si scherza. Poi pretendono dagli ittiresi educazione e civiltà. Non è forse meglio dare prima l'
esempio e poi pretendere il rispetto ?


Tornando ai discorsi seri credo che la proposta di Zara non sia fattibile solo perchè i terreni sono esterni all' area urbana, però sarebbe un'idea se si potesse ripiegare su buona parte delle
coperture delle nostre case, non a scrocco come qualcuno ha fatto e tutti voi sapete chi sono i "due" fortunati...


Comunque sia credo si possa partire dalla proposta del consigliere Zara per individuare una possibile soluzione. Altro che riderci sopra !


 

Giovanni Antonio 08/13/2013 16:40


Io propongo di utilizzare tutti i terreni, colti e incolti, per realizzare un aereoporto internazionale e tutt'atorno un mega parco divertimenti, campo da golf con hotel a 5 stelle, piscine,
ristoranti e centri commerciali.

A favore 08/13/2013 13:55


Credo che la proposta di Giacomo Zara sia sensata. E' possibile anche impiantare il fotovoltaico nell' agro ittirese così come hanno fatto da altre parti. Seguite questo link.


http://www.gazzettadisicilia.it/sicilia/ambiente/inaugurato-a-gela-il-piu-grande-polo-agro-fotovoltaico-deuropa.html