Il livore, la rabbia bavosa,l' odio personale e altre Topastrate di bassa macelleria vengono scaricate su Sanna e Zara rei di aver costituito un Gruppo Consiliare Autonomo. E' Alta Politica questa ?

Pubblicato il da Totoi Fadda

daniele sanna

In tempus de guerra faulas fintzas’ a terra” diceva Nonno Pes.

E siamo proprio a questo oggi in questa nostra martoriata, dimenticata e trascurata cittadina.

Rileggendo infatti l’ articolo pubblicato sulla Nuova di oggi, che riporta la notizia della forte reazione da parte del “Gruppo Unione Democratica per Ittiri” (assscccpita) , capeggiata dal Sindaco Dott. Antonio Luigi Orani, c’è da aspettarsi che le reazioni a catena si sprechino.

Ci starebbe bene, secondo il nostro modestissimo parere, a beneficio naturalmente della verità vera che tanto pare piaccia ai puri ed ai giusti presi a prestito chissà da dove, un chiarimento su tutto quel materiale di riporto, rimasuglio di quelle malefiche macerie ideologiche, e su tutto quel letame umano che si è accumulato dentro alcune segrete stanze da dove, si spera, si possa apprendere qualcosina in più.

Vi è anche da dire che da alcune frasi, di quelle dette e non dette; da alcuni riferimenti...tipo di : “prebende” – “vantaggi personali”, buttati lì quasi a caso e ben camuffati (ma non tanto bene camuffati..) dai soliti lamenti pedanti, schizofrenici, indisponenti e davvero antipatici da parte di chi sappiamo e da accuse pesantissime si ha il sospetto che potranno generare altro e ulteriore letame da far svolazzare non solo all’ interno del “Palace Cruz” ma anche nel ridente Villaggio del Ben Godi.

In attesa che i due consiglieri, Giacomo Zara e Daniele Sanna, accusati nientepopòdimenochè di aver creato un pericolosissimo ed invadente gruppo consiliare autonomo, (sembra quasi siano dei terroristi della cellula comunazzistupamaros), che poi non è altro che un semplicissimo, innoquo e dovuto atto di democrazia che, in tutti i paesi del mondo, viene salutato da amministratori e governanti con le palle e con l' intelletto nella giusta dimensione, con ottimismo ed incoraggiamento perché può fungere da stimolo ulteriore a far del bene alla collettività. Dunque in attesa che i due “monelli della politica nostrana” si pronuncino sulle osservazioni “piuttosto pepate sull’ operato, passato e presente” - così è scritto nel giornale – “ dei due consiglieri, con particolare veemenza nei confronti di Sanna”. Crediamo sia necessario capirci qualcosina di più.

g zara

Intanto si è rivelata totalmente falsa quella sorta di sentenza, che occupa il sottotitolo del giornale, dove qualcuno pontifica (ma chi sarà mai questo grandissimo pezzo di solone) che...“ I due criticano ma non hanno mai proposto nulla”. Se si analizzano a fondo e si leggono tutti gli articoli pubblicati sulle pagine dell’ interland dello stesso giornale e nelle pagine tematiche di questo “Blog fognatico” (secondo quel gran pezzo di solone) e di altri sparsi nell’ universo internettiano, ci si rende conto di quanto sia stata presente l’ attenzione di vigilanza e di pungolo del Consigliere Giacomo Zara che è stato accusato, allora per allora, di uno che pianta sempre grane e solleva sempre problemi.Tanto per essere chiari possiamo affermare, senza che qualche bugiardone millantatore ne possa reclamare la paternità, la concessione degli ultimi finanziamenti per le strade vicinali di collegamento con Villanova e altre comunità, abbia la firma dell' interessamento e della determinazione di Gacomo Zara che ha coinvolto i suoi referenti cagliaritani accelerando i tempi di concessione. Diteci voi se questo non vuol dire qualcosa in materia di proposte e di attività concreta.

Nel suddetto articolo si possono leggere alcune frasi sibilline, indirizzate al consigliere che con disprezzo viene definito “il fuoriuscito” dalla maggioranza, si possono intravedere degli ammiccamenti strani, sorrisini sotto i baffi, che cercano in tutti i modi, complice un giornale popolare notoriamente, almeno sulla carta, dalla parte dei più deboli, di mettere in dubbio la serietà e l’ attendibilità di Daniele Sanna. Di una cosa siamo profondamente convinti, il consigliere Sanna non avendo mai amministrato, non avendo mai avuto incarichi di governo locale ha le mani completamente pulite. Quindi non troverà cittadinanza nel tessuto sociale e politico di Ittiri il sospetto di aver ricercato o intascato “prebende”. C'è un episodio che noi gli rimproveriamo e lo abbiamo anche scritto: il sostegno che ha dato a questa maggioranza purista sulla “Questione Monte Coinzolu” sulla quale siamo ancora in attesa che qualche chiarezza venga fatta in modo definitivo. Altra cagata pazzesca riguarda l' affermazione (chissà se è sempre quel gran pezzo di solone che parla) che vuol far credere ai villici che la decisione di Sanna ...” ….è arrivata come un fulmine a ciel sereno...”. Ma come ? Prima fanno di tutto per emarginare il consigliere Sanna, con la complicità degli altri compagnucci di partito (l' UDC di Sergio Milia), per tarpargli le ali perchè freme di entusiasmo per far sì che il programma elettorale e gli accordi politici vengano rispettati, e poi lo accusano di fare degli “...interventi in consiglio hanno riguardato casi specifici nei quali era, più o meno, coinvolto personalmente.” Ci rendiamo conto di quanto gravi siano queste apparenti affermazioni ingenuotte ? La città di Ittiri vuole sapere, vuole capire cosa accade dentro il palazzaccio. Vuole poter sapere se chi ci amministra, e si esprime in questo modo truce, meritino ancora la loro fiducia. La parola passa ora ai due Consiglieri. Questo spazio libero è a loro disposizione affinchè la chiarezza abbia la sua giusta collocazione.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post