Il modello Tafazzi della destra Camikaze

Pubblicato il da Antonio Fadda

ittiri puo cambiare

Mi sembra già di vederli a Cristiano Carassino e Piero Meloni, armati di solida clava in pregiato frassino, che con forza, si bastonano il pisellone e le palle in continuazione, saltellando e ridendo per festeggiare l' ormai attesa, agognata ennesima sconfitta elettorale.

Fortunatamente è andato tutto bene. Oltre ogni previsione. Perchè ha tenuto, e molto bene direi, la lista Camikaze guidata dall' impareggiabile Giommaria Pisanu. Ci fossero stati loro avrebbero raccolto un risultato inferiore, e di molto, a quello conseguito da Zampa Marras. Fortunatamente sono state azzeccate alcune candidature forti e di peso, non solo fisico: quella di Giacomone Zara e di Angela Desole, due colonne portanti dell' impalcature civica messa in campo, non sono stati da meno anche  Valentina Simula e Salvatore Zara, Vincenzo Mura e Salvatore Pisanu. E non sono da trascurare certamente tutti gli altri candidati che, nel loro piccolo, anno contribuito a conseguire un risultato direi eccellente. Vista la mala parata.

Sarà utile, nel più breve tempo possibile e prima della convocazione del  Consiglio Comunale, avviare un serio e serrato confronto interno ? 

Siamo alle solite: trombare con il sedere degli altri è sempre facile e gustoso !

Come ormai succede da tantissimi lustri, si fa di tutto  per perdere; si impongono veti su questo o quell' altro nominativo; si sparisce dalla vita politica nei momenti cruciali e nel momento in cui è necessaria una precisa decisione di svolta; si danno naturalmente le colpe agli altri ed alla incapacità di alcuni candidati a raccogliere voti. E con questo metodo si mantengono intatte le posizioni di privilegio acquisite, per eredità politica e per amicizia con il potente di turno. Senza lasciare spazio a nessuno perchè, altrimenti, si rischia di crescere in consensi e possono nascere nuovi dirigenti, nuovi quadri, una nuova visione politica, una nuova organizzazionen ed una nuova concezione della politica.

Svegliati Beppe !

Commenta il post

uno_qualsiasi 06/23/2010 12:20


Almeno l'idea della risposta in spagnolo è simpatica. (tralascio il contenuto, ovvio).


Renzo 06/23/2010 13:34



In che altro modo potevamo risponderti ? Iniziamo a svelenire gli umori con un pò di sano umorismo. Le discussioni di un certo peso possiamo sempre affrontarle e cercare di capire e farci capire.
Grazie del tuo contributo che è stimolante.



uno_qualsiasi 06/22/2010 13:12


Questo "articolo" poi....non se ne leggono nemmeno nei peggiori bar di caracas...
Questo pseudo-giornalismo del titolare del blog (ottimo per Novella2000 di quartiere), i pseudo-commentatori politici che gli stanno dietro con commenti a favore e contro, quando in realtà si
traduce tutto in un grande e ridicolo "pisigulu". Tutti saccenti, tutti che dicono tutto e il contrario di tutto. Quindi: o qualcuno spara minchiate...oppure...c'è una buona percentuale di
pisiguli.Porca miseria...tornate a lavorare, godetevi i mondiali, andate in spiaggia, fate un pò quel che vi pare..ma sù...non è mica obbligatorio dover parlare di politica.


Miguel Gonzales de los caracheros 06/22/2010 16:51



Nos otros giornalistas caracasguadegnos, baristas circolinos de la contrada de iteri, semos quentientos de los jiuditzios de l' Uno Qualsiasi. Segundo el nuestros insindacabiles muedos de bensar,
de rajonar muj subariore à el suo e al modos de veder los fatos de iteri canedo, ello medesimo priende una bruetas cantonietas in pregna cara (èsta è la moda usinese) puelché erra todos los
paragones presentados. 


Los todos pisigulos, ciertamiente antipaticos e indisponentes, bengono elencados da los ateros iscribanos e frequentadores de lo Blog nuestros. Fabidar de poletiga no ès ciertamiente d' òbligo,
ma tener los ojos abertos e ispalancuedos para cuntrastar las fregaturas volpinescas ès netzessarios ! Buena partida amigo nuestro.



Frncesco 06/14/2010 10:54


Il PDL di Ittiri al momento è, purtroppo, una entità sconosciuta alla maggior parte dei cittadini ed in particolare dei giovani. E' sconosciuta perchè nulla è stato fatto per farla conoscere alla
gente. Dall' esterno vediamo sempre le solite facce, il solito modo di fare e di atteggiarsi a grandi politici ma, in fondo in fondo, non essere in grado si sintetizzare intono a loro un
ragionamento, un obiettivo, una politica per Ittiri e per il partito. Ognuno riesce a dare quello che può dare. E sono inutili gli sforzi. Se vi sono dei limiti culturali o politici o organizzativi
e di capacità attrattiva tutti i tentativi andranno male. E' tempo di rinnovarsi ed è tempo di spalancare tutte le porte della sede, è anche tempo di incoraggiare la partecipazione non di
demolirla. Se la gente non va al PDL deve essere il PDL che deve andare dalla gente. Andare nei quartieri di periferia per dire cosa si potrebbe fare per rilanciarne l' integrazione e per garantire
maggiori servizi. Certo saranno tantissimi i cittadini, delusi ed arrabbiati con Berlusconi e con Beppe e con la destra in generale, che non ascolteranno i discorsi ma batti oggi, batti domani la
gente ascolta, valuta, decide, segue e vota.
Ecco ci vorrebbe più coraggio da parte degli attuali dirigenti del PDL.


Maria m. 06/14/2010 10:14


Le conclusioni fatte da angelo m. dopo quella che lui definisce "analisi politica" sono alquanto affrettate e prive di fondamento, vi spiego perche:
1) Cristiano Carassino NON SI E’ASSOLUTAMENTE opposto alla candidatura di Manuela, ci ha creduto fino in fondo, ma era molto difficile,diceva, visto i suoi impegni in regione.
2) Piero Meloni e Ambrogio Mura hanno fatto credere a tutto il gruppo che la sua candidatura era sicura, nonostante avessero ricevuto più volte un chiaro e inequivocabile "vi ringrazio ma questa
volta non ci sarò", questo dimostra l'incapacità dei due anche a trovare una valida alternativa.
3) L'UDC non voleva entrare nella coalizione di centro-destra fin dall'inizio delle trattative sapendo che Manuela non si candidava.
Quindi, caro angelo m., non c’è stato nessun “si teme la concorrenza?” visto che la sig.ra Soro aveva chiarito la sua posizione fin dall’inizio, forse c’è stata poca trasparenza e correttezza da
chi si è messo a trattare (P. M. e A.M.) dimostrando che forse è arrivato il momento di darsi una calmata e lasciare lavorare chi ha voglia di creare e portare avanti un nuovo gruppo di
centro-destra.


Angelo 06/12/2010 12:09


E vero non erano in opposizione ma non erano neanche a fare politica ATTIVA mi pare!!
Nei 5 anni di opposizione mi chiedo più che altro dov'era la coalizione che ha perso per 3 voti.
Visto che in giunta all'opposizione 2 erano del PD, Andrea Cossu ha fatto il "grande Salto" nel PD, e son tre su 5, e rimanevano Peppino e Manuela.. che non supportati da NESSUNO della coalizione
che avevano rappresentato nelle ultime elezioni hanno fatto quello che hanno potuto, rappresentando l’UNICO riferimento di opposizione per la cittadinanza Ittirese..


sergio 06/11/2010 12:05


Caro Angelo penso che sia meglio perdere di 1200 voti e creare le basi per ripartire creando un progetto politico serio anche con persone diverse perchè no, che perdere di 3 voti e tacere per 5
anni perchè in quegli anni in opposizione non c'era mica Cristiano o Luisa Sini, ma ben altre persone non leggere solo i numeri............


Gigi 06/11/2010 11:03


...meditate gente di destra, meditate.
Se vi organizzate meglio, se candidate Manuela e persone di peso con parentati numerosi, la prossima volta anzichè perdere con 1200 voti di differenza, perderete con "soli" 600 voti di distacco.


Angelo m. 06/11/2010 10:01


L’analisi politica è una solo, nonostante la lista di sinistra forte quest’anno fosse solo 1 (quindi 17 candidati), e 5 anni fa in cui le liste di sinistra forti erano 2 ,quindi 34 candidati forti
che “rubavano voti” da entrambe le parti, il centro destra ha confermato(a detta di qualcuno) i 2000 voti..
Ma non avendo una seconda lista a sinistra forte non doveva puntare ad avere qualche centinaio di voti in più?
1) Errore: non avere un candidato a sindaco deciso per tempo..
2) Errore: candidare persone che sono apparentate tra loro (6)..
3) Errore: candidare “sconosciuti” con parentato piccolo..

E la differenza non è di 1200 voti ma di 600, in quanto se sposti 600 voti dalla lista di Tonino, a quella di centro destra ti ritrovi con 2 liste a 2600 voti cadauna.. o no?
CONCLUSIONI:
Se Cristiano Carassino(Luisa Sini), non avessero avanzato perplessità sul nome di Manuela Soro candidata Sindaco, in opposizione a Piero Meloni e Ambrogio Mura, (come mai? Si teme la
concorrenza?)..
Il centro destra avrebbe avuto un candidato per tempo, l’UDC in coalizione, candidati molto più forti che avrebbero dato la disponibilità a candidarsi con Manuela.. e secondo VOI non avrebbero
recuperato 600 voti… ?? meditate gente di destra, meditate


sergio 06/10/2010 16:51


Io penso che la sconfitta ci sia stata, e i numeri parlano chiaro, mi sembra però se si fà un' analisi politica del voto ci si rende conto che nonostante i 5 anni di assenza in consiglio da parte
dell'opposizione,"qualcuno oggi si ritrova sui banchi della maggioranza..." si è riusciti ad ottenere circa 2000 voti, riconfermando quelli delle scorse comunali,se consideriamo i voti presi da
Zampa significa che ci sono solo 700 elettori in più che danno ragione ad ORANI,è questo il dato da cui ripartire.......e con un' opposizione così agguerrita non penso sarà difficile ridurre le
distanze........A NOI RAGAZZI............ teniamoci pronti e lavoriamo


Gentile Concessore 06/09/2010 19:47


---tottò..... ma quale gentile concessione!.... se gianni arriverà allo sciuti non sarà per una concessione del partito!.... cosa credi che in politica uno si dimetta per far piacere ad un altro
(prova a dirlo a quello eletto a thiesi se è daccordo!)....
semplicemente ENRICO PIRAS è stato eletto con il 34% dei voti, ed in tutti e due i collegi di Ptorres, in tutto quasi 4.000 voti!..... si dimetterà lui..... ma solo perchè probabilmente con una
forza tale pretenderà per LUI un assesorato... a quel punto, esistendo incompatibilità tra assessore e consigliere.... si dimetterà... e gianni è il primo dei non eletti di quel partito... CHIARO?!
nessuno dà niente per niente.... a meno che il partito abbia un cavallo di razza da mandare in giunta (da esterno) mantenendo i quattro attuali eletti (PIRAS permettendo????)...
si tratta di aspettare la composizione della giunta


novella 06/09/2010 14:28


mi sembra che il pdl è stato ufficializzato a fine dicembre, sicuramente non per colpa di cristiano... e forse è l'unico che ha cercato di aprire le porte alle forze nuove coinvolgendo anche
ragazzi che sono decisamente distanti dall'ideologia di centro-destra...
piuttosto l'esame di coscienza dovrebbe farselo qualche anziano esponente che continua a mettere veti su questo e su quello....


Laura 06/09/2010 11:51


Se, se, se. Il dramma del PDL è proprio l' eterna indecisione, la paura di fare una qualsiasi cosa che possa dare visibilità e chiarezza al partito ed ai suoi dirigenti. Pare abbiano paura di
apparire perchè altrimenti la "gente" i "pettegoli", le "malelingue" direbbero peste e corna su di loro. Chi fa politica attiva, chi ricopre cariche dirigenziali, chi rappresenta una forza politica
come il PDL e chi da esso ha "preso" qualcosa (beati loro !) hanno il dovere di essere ben visibili, individuabili. Hanno il dovere di esternare la linea del partito e di fare proposte per
costruire l' alternanza qui da noi, altrimenti questi dureranno per altri 60 anni. Allora che abbandonino la paura e vengano tranquillamente allo scoperto, la gente vuole sentirli presenti,
attenti, propositivi. Basta con i "Re tentenna" in politica. Più decisione cribbio !


Bruno 06/09/2010 08:23


Se avessero aperto le porte del partito, se avessero consentito un ricambio generazionale, se avessero messo a proprio agio i simpatizzanti, se avessero di tanto in tanto organizzato qualcosa a
favore di qualcuno o di una situazione da sanare (ospedale, strade sconnesse, disoccupazione ecc. ecc. ), se avessero davvero fatto quanto è giusto fare come partito, cioè a favore della
cittadinanza dove vivono, ecco, allora sarebbe stato un vero partito. E ci saremmo andati, almeno a sentire ed a dire quello che pensiamo, quello che vorremmo, quello che si deve fare per crescere
e coinvolgere noi giovani. Invece no. Accusano Orani di essere un accentratore ma sono come lui. Il potere del PDL in mano di pochi. Quando decideranno di spalancare tutte le porte e le finestre
allora ci saremo. Cristiano Carassino è capace, deve ancora dimostrarlo però.


XAWFUL 06/06/2010 19:27


MA TUTTO QUELLO CHE TOCCATE PERCHE' SI ROMPE? VEDI

VALENTINO ROSSI, POVERINO MI DISPIACE, MA NON VORREI CHE

ANCHE QUEL BEL FOTOMONTAGGIO SUL COMUNE FOSSE MESSAGIO DI

UN FUTURO CHE SI ROMPE. BLA BLA BLA SHHH


Pasquino 06/04/2010 17:30


Signori i discorsi di vecchie e nuove facce sono antichi. Il vecchio non può sparire altrimenti il giovane cresce senza riferimenti. Le persone esperte devono aiutare i nuovi che entrano e che si
affacciano alla vita politica a capire i meccanismi della politica e i giovani devono farsi passare la voglia di sbattere la porta in faccia a chi li vuole aiutare. Fate 2 conti con il numero dei
voti, o meglio la differenza tra provinciali e comunali. La parte del leone l'hanno fatta due vecchi marpioni e la ragazza giovane per quanto, forse, più meritevole è stata tagliata dall'interno
del suo stesso partito. Partiamo dal gruppo dei candidati per crescere e creare consensi e tentando di capire come funziona il flusso di voti. Alla presentazione della lista l'On. Pisanu ha detto
chiaro che se abbiamo bisogno di crescere politicamente possiamo anche rivolgerci a lui, non con il cappello in mano, ma a testa alta dicendogli che noi siamo quello che lui era.
In tutto questo dibattito l'unica domanda che non si fa, ed è l'unica che ha senso è "QUANDO INIZIAMO?"


Federica 06/04/2010 15:21


Costruire che cosa ? mi domando. Ho visto da vicino come è composta tutta l' organizzazione. Devo purtroppo dire, così come l'ho detto alla mia amica candidata, che se non ci fosse stato l'
ing.Pisanu avrebbero fatto una figuraccia. Eppoi sempre le solite persone, le solite facce, i soliti discorsi vecchi. Non si vuole cambiare per niente. Non sarebbe meglio se adesso richiamassero
tutti i candidati per preparare il futuro del partito e di Ittiri ?


Baingio 06/04/2010 12:58


Se la lista di Giommaria Pisanu ha ottenuto quei voti credo che il merito sia anche di Forza Italia o PDL che si chiami. Certo mi aspettavo di più dai candidati eccellenti quali Vincenzo Mura e
qualche altro.
E' comunque tempo di ricostruire, certo nella chiarezza dei ruoli, ma costruire.


Notorius 06/04/2010 11:45


Che dici Antonio!!!
Cristiano è un grande...con tutti i problemi familiari che ha è riuscito nel pochiissimo tempo disponibile, andando anche contro i vecchi del partito.....a costituire e motivare un bel gruppo,
fatelo lavorare e incoraggiatelo è uno che veramente vale.


Scajola 06/04/2010 10:45


Beppe non potrà svegliarsi mai perchè gli stanno facendo vedere lucciole per lanterne.
Purtroppo così era e così sarà.