Il Movimento Artigiani e Commercianti di Ittiri verso una malevola scissione ? Riuscirà la malapolitica a dividerli ? Non è invece tempo di "Azionsimo Unitario" nell' interesse generale ?

Pubblicato il da Ittiri Notte

vecchie con mitraOgni blogger, o presunto tale, ha il dovere, se non addirittura l' obbligo, di fornire a chi lo segue una informazione il più possibile aderente alla realtà. Dare le notizie quasi in tempo reale attingendo a vari tipi di informazioni che possono derivare sia dalla lettura accidentale di un semplice ed innocuo post su facebook, sia da suggerimenti sia da valutazioni personali su dei fatti e degli accadimenti che investono la sfera sociale, politica e di costume della propria comunità. Non vale, all' indirizzo del blogger, il famoso detto non solo ittirese che recita : “ faghedi sos catzos tuos”. L' essere entrato nel mondo variegato e curioso dei blog in generale, e dell' attività importante che questi sviluppano nell' interesse della collettività esonera chi scrive nel “farsi i fatti suoi” ma anzi lo obbliga ad analizzare a fondo il problema che gli si presenta di fronte ed a sviscerarlo aggiungendo qualcosa di suo, del modo di intendere le cose di quale tipo di messaggio si vuole trasmettere. Prendendo proprio lo spunto dal post di un artigiano ittirese, Michael Tala (non me ne voglia se cito la fonte ma è pubblicato sul maggior network mondiale), che il 28 febbraio scorso ha affidato a Facebook il suo pensiero, che è una sorta di grido di dolore ed una richiesta ed invocazione a mantenere quella necessaria Unitarietà seppur convivendo nella diversità di idee e strategie le varie e possibili soluzioni, crediamo sia utile scuotere un po' gli animi dei nostri Artigiani e Commercianti. Riteniamo sia fondamentale Rianimare e Rilanciare possibilmente l' umore che, a leggere i vari commenti e pensieri sulla rete globale, ha raggiunto ormai il valore più basso dell' ottimismo. Un valore di fiducia in se stessi e, ci pare di capire, nell' organizzazione di categoria che ha toccato il fondo del barile a causa proprio di una apparente e persistente impotenza nelle decisioni e nella difficoltà ad assumere determinazioni ed azioni concrete. Azioni che dovrebbero essere tutte tese ed orientate non solo a difendere, sostenere, rilanciare, tutelare, accompagnare e valorizzare ma anche ad affermare quel principio sacrosanto ed inviolabile che vede al primo posto il Diritto dell' Impresa ittirese e non solo ad Esistere. Anche se è in gravissima difficoltà. Il dibattito interno al MACL (Movimento Artigiani Commercianti di Ittiri) è abbastanza vivo, critico quanto basta,e variegato. Lo si può dedurre dai post che di seguito pubblicheremo e che apparentemente sembrerebbero stilettate velenose ma sono invece, a parere di chi vi scrive, un segnale di alta democrazia e di partecipazione con sentimento. Sono discussioni che hanno un unico obiettivo che è quello di cercare una via d'uscita che possa garantire a tutti, nessuno escluso, una soluzione ottimale per salvare le aziende e con loro la nostra economia locale. E' ovvio che coloro che abbandonano la nave, come pare di capire stia accadendo, hanno sempre torto. La discussione ed il confronto devono sfociare in una risultanza unica. Sentirsi in minoranza e da questa posizione contribuire alla crescita del Movimento, non significa essere esclusi dalle decisioni importanti ma è, viceversa, un modo strategico di assumere un ruolo critico e costruttivo a favore della categoria. Auspichiamo una ripresa pacata del dialogo tra i vari soggetti in campo, senza capi né caporali, perché il futuro sarà ancora più duro e foriero di gravissimi problemi anche di carattere sociale. Questa la sequanza degli interventi :

Michael Tala: ‎ITTIRI- MOVIMENTO ARTIGIANI,COMMERCIANTI LIBERI.

Oggi 28 febbraio 2014, riunione per formare direttivo e chiarimenti vari. Ho notato che molte persone ragionano un pò ognuno diverso dall'altro, e la cosa non mi sembra brutta, ma... tira aria un pò carica di elettricità che potrebbe portare a conseguenze non molto belle. Io ho capito una cosa, vari problemi per me equivale a un problema comune, di tutti noi, l'importante è rimanere uniti, ascoltarci l'un l'altro, e lavorare per arrivare al bene comune.

Giommaria Melis

19 marzo alle ore 17.17

Chiedo un attimo di attenzione... nel nostro territorio, e per territorio intendo tutta la Sardegna, ci sono alcune persone che, sfruttando l'attuale crisi economica e trincerandosi dietro movimenti di varia natura, promettono di lavorare gratuitamente per utenti (artigiani, commercianti etc...) in debito con Equitalia. Non per pregiudizio ma per esperienza personale dico che è facile trovare millantatori... quando si incappa in personaggi di siffatta natura non solo non si ottengono i risultati auspicati, ma si perde tempo prezioso... se qualcuno ha visto risolti i propri problemi con Equitalia grazie all'intervento gratuito di militanti in movimenti, avrei desiderio di conoscerlo... sono disposto a ricredermi! Vorrei aggiungere inoltre di non dimenticare il motivo per il quale ci siamo riuniti in un movimento... avevamo iniziato bene... attirando l'attenzione di autorevoli interlocutori presso le istituzioni... abbiamo mollato... perché? Pur nelle evidenti e comprensibili diversità, la drammatica situazione economica ci accomuna, sarebbe il caso di riprendere le fila del discorso...

 

 

Vincenzo Casiddu

Avere opinioni sul volontariato fatto da altri e descriverlo con aggettivi forbiti da l'impressione che tu stia emettendo giudizi sull'operato di altri.Per quanto riguarda il compenso che si ha per l'azione di volontariato io ritengo di essere straricco ,perché ho avuto migliaia di abbracci e centinaia di pacche sulle spalle. è evidente che sul termine volontariato i fatti parlano chiaro e non mi interessano i tuoi giudizi .Non ho capito cosa fai ancora dentro il movimento se non hai capito di essere circondato di persone che danno il loro tempo per risolvere anche il problema degli altri,e per quanto riguarda il non avere nemici ,ti spiego, il tuo peggior nemico sei tu stesso e i tuoi modi di fare , quando capirai questo potrai riprendere il cammino condividendolo con altri , altrimenti rimarrai solo nella tua strada-

Giommaria MelisDeduco che non hai capito... il lavoro va sempre retribuito, il volontariato no e non è una farsa... mi stupisce che sia proprio tu a dirlo, dal momento che per tua stessa ammissioni dici di fare volontariato... devo dedurne che per te è un'attività che ha un ritorno. Persone a me molto vicine fanno volontariato in maniera assolutamente gratuita e nel più stretto anonimato, è una questione di sensibilità e di rispetto verso chi è in una posizione di estrema fragilità. E' evidente che sul termine volontariato abbiamo opinioni diverse... per fortuna!
Per quanto riguarda "gli uomini che danno parte del loro tempo per risolvere i problemi di altri e a volte non riescono a raggiungere pienamente il loro obiettivo ma non per questo devono essere giudicati", non capisco di quali uomini tu stia parlando, non abbiamo conoscenze in comune che possano rientrare in questa categoria, e aggiungo, chi sono i tuoi nemici? Io non ho nemici!

Giovanni SimulaNoto che la discussione nel movimento si arrichisce di altre tematiche, segno che partecipiamo attivamente alla società, questo e un forte segnale di quanto il movimento seppur con le difficoltà che tutti conosciamo e aperto a tutti ed e vitale ,faccio notare che quel filo che intende giommaria non e affatto interroto certo continuare e fondamentale anche cambiando strategia, tuttavia suggerirei che certi episodi forse sarebbe meglio discuterli al nostro interno,ovviamente questa e una mia personalissima opinione.

Vincenzo CasidduAvere opinioni sul volontariato fatto da altri e descriverlo con aggettivi forbiti da l'impressione che tu stia emettendo giudizi sull'operato di altri.Per quanto riguarda il compenso che si ha per l'azione di volontariato io ritengo di essere straricco ,perché ho avuto migliaia di abbracci e centinaia di pacche sulle spalle. è evidente che sul termine volontariato i fatti parlano chiaro e non mi interessano i tuoi giudizi .Non ho capito cosa fai ancora dentro il movimento se non hai capito di essere circondato di persone che danno il loro tempo per risolvere anche il problema degli altri,e per quanto riguarda il non avere nemici ,ti spiego, il tuo peggior nemico sei tu stesso e i tuoi modi di fare , quando capirai questo potrai riprendere il cammino condividendolo con altri , altrimenti rimarrai solo nella tua strada-

  • Vincenzo Casiddu Avere opinioni sul volontariato fatto da altri e descriverlo con aggettivi forbiti da l'impressione che tu stia emettendo giudizi sull'operato di altri.Per quanto riguarda il compenso che si ha per l'azione di volontariato io ritengo di essere straricco ,perché ho avuto migliaia di abbracci e centinaia di pacche sulle spalle. è evidente che sul termine volontariato i fatti parlano chiaro e non mi interessano i tuoi giudizi .Non ho capito cosa fai ancora dentro il movimento se non hai capito di essere circondato di persone che danno il loro tempo per risolvere anche il problema degli altri,e per quanto riguarda il non avere nemici ,ti spiego, il tuo peggior nemico sei tu stesso e i tuoi modi di fare , quando capirai questo potrai riprendere il cammino condividendolo con altri , altrimenti rimarrai solo nella tua strada-

 

Antonio Bassu io ho gia' risposto a questo sig Melis , sulla stessa vostra falsariga .... forse la sua personale delusione lo fa' generalizzare

 

Salvatore Dore la storia e' vecchia e ne abbiamo già parlato ..........perché chi vuole pensare solo a sé stesso entra in un associazione ???????? ....proponi tu' ........di qualcosa di positivo per tutti ........ma non criticare gli altri .......a cosa ??????? direi che adesso basta se non va bene a te fanne una questione personale ...ne abbiamo gia ' parlato .......se vuoi ne facciamo ordine del giorno domani ..............'

Salvatore Dore un giorno sì uno no' chiariamoci le idee una volta pr tutte.................. e che cazz.........

Salvatore Dore io ho nemici .................tutti quelli che sono contro di noi ......

 

Gabriele Maccioccu Ero indeciso se intervenire... ma poi ho pensato che la mia esperienza potesse essere utile a qualcuno.
Circa 4 mesi fa ho ricevuto una cartella di Equitalia, attraverso un movimento sono entrato in contatto (e come me molti del gruppo) con delle persone che a loro dire avrebbero risolto gratuitamente (il gratuito sul quale si soffermano insistentemente pare serva a conferire al loro operato un alone di santità) delicate situazioni debitorie con Equitalia qualora ci fossero state le condizioni. Dopo aver visionato la mia cartella il sig. X, potrei fare nome e cognome ma mi astengo, mi tranquillizzò dicendomi che c'erano i presupposti per poter inoltrare ricorso e che si sarebbe attivato quanto prima per l'inoltro... per le raccomandate mi chiese 20 euro che gli diedi. Sono passati pochi mesi ... adesso mi ritrovo con la casa all'asta per un debito irrisorio che se gestito adeguatamente, intendo da professionisti, non avrebbe generato tale epilogo....
Al signor X ho chiesto indietro la mia documentazione e sorpresa.... nessuna raccomandata era stata inviata e nessun ricorso era stato fatto .... in compenso sono stato derubato delle mie 20 euro che non mi sono state restituite. Pensate... 20 euro moltiplicate per 10, 20, 30 persone fanno una somma di tutto rispetto.... e il movimento in tutto questo? Il movimento strumentalizzato dalla politica (nella peggiore accezione) snaturato e svuotato del suo contenuto appoggia e sostiene tali individui... questa è la realtà! Non ho il piacere di conoscere né il signor Melis né il sig. Casiddu, ho però seguito la discussione e francamente mi sfugge il perché di tanta acredine nei confronti del sig. Melis... ha solamente chiesto di poter conoscere qualche persona (visto che il movimento sostiene siano centinaia) che ha risolto la propria situazione debitoria nei confronti di Equitalia grazie all'intervento di persone che lavorano all'interno del movimento.... dando piena disponibilità di rivedere le proprie posizioni qualora si fossero rivelate erronee. Persone che lavorano onestamente e in maniera trasparente avrebbero colto l'occasione al volto... quale soddisfazione più grande di condividere con altri i risultati di un duro lavoro e nel contempo dare la possibilità a chi è scientemente scettico di vedere concretizzata la possibilità di uscire dalla morsa di Equitalia... sarebbe stato un gesto anche caritatevole! E invece no giù ad inveire.... a sentenziare... a dividere in amici e nemici... ad arrogarsi il diritto di cacciare qualcuno dal movimento... ad offendere.... tutto questo e' disarmante! Mi piace condividere con voi anche un'altra esperienza ... ho avuto l'onore di conoscere una persona speciale.... sapeva che ero in difficoltà, per non mortificarmi, in maniera molto discreta e con assoluto riserbo... quasi scusandosi... mi ha offerto il suo aiuto! Questa persona è speciale per tanti altri come me... per cui per me suona BESTEMMIA sentir dire che il volontariato è una farsa, sopratutto se tale frase viene pronunciata da uno che a suo dire non fa altro dalla mattina alla sera.... il volontariato è una cosa seria e nobilissima... e sopratutto anonima discreta e riservata... facebook è un'altra cosa....Quanto scritto è la mia esperienza... Si dispensa dalle offese sono gradite opere di bene.

 

Nanni Sanna gabriele,grazie per la tua testimonianza....

 

Vincenzo Casiddu come cambiano le cose basta dimenticare un banale "?" per stravolgere quello che si vuole dire.

Vincenzo Casiddu avrei piacere di incontrare il sig Maccioccu e sarei felicissimo se potesse partecipare agli incontri del Macl cosi potrebbe raccontarci la sua personale esperienza condividendo con noi le azioni da lui messe in essere per risolvere la sua situazione ,in modo che anche noi possiamo entrare in contatto con persone capaci di risolvere o almeno di alleviare i nostri problemi . La ringrazio già da ora per la sua fattiva collaborazione e la saluto augurandole un buona nottata.

 

Giommaria Melis Sono sorpreso dell'invito rivolto dal sig. Casiddu al sig. Maccioccu dal momento che per aver denunciato una situazione simile sono stato allontanato dal movimento. Da notare che sono stato il fondatore, aprendo la mia casa al movimento costituito da quanti hanno creduto insieme a me nella possibilità di risolvere problemi comuni.Ora le parti si sono invertite... stando a quanto ha deciso il sommo capo e compagnia bella... fuori i padroni di casa e con essi anche l'ideologia stessa del movimento che verrà riempito di contenuti politici ben lontani dall'essenza stessa del movimento. Complimenti... io però aspetterei a cantar vittoria. Questa è... la vittoria di Pirro!

 

Vincenzo Casiddu nessuno è stato allontanato dal movimento, perché nessuno nel movimento ha il potere di decidere dei singoli associati . Però ogni associato ha il dovere di accettare le decisioni prese in modo collegiale all'interno del movimento ,se si decide una linea di condotta comune nessuno ha il diritto di sparare a zero contro qualcuno mezzora dopo aver partecipato alla votazione in cui si discuteva di ciò .Io per questo invito il sig. Maccioccu a partecipare agli incontri del Macl in modo che possa avere la visione completa della situazione e solo dopo poter a pieno titolo dare un suo parere sull'intera questione in discussione.

 



Con tag Prima Pagina

Commenta il post