La Consulta dei Movimenti ( e non gli amministratori) occupano il Comune di Ittiri

Pubblicato il da Totoi Fadda

consulta dei movimenti

FONTE:

SITO MOVIMENTO PASTORI SARDI

Tramatza, 24.01.2012

 

Oggi a Tramatza il Movimento Pastori Sardi, il Movimento Artigiani e Commercianti Liberi, gli auotrasportatori di Sardegna in Movimento, Irs, Sardigna Natzione Indipendentzia, Movimento Anti-Equitalia, il Presidio di Viale Trento, le Donne del Digiuno di Viale Trento e i Pratici si sono riuniti in assemblea per sancire e rafforzare ogni forma di lotta, per rendere efficace ogni sforzo. Si è discusso sulla necessità di non commettere errori e danni alla nostra già precaria economia e al nostro popolo, evitando momentaneamente i blocchi stradali.

Gli obiettivi che l’assemblea ritiene più importanti e sensibili sono:

  • Il blocco dei porti con le merci in ingresso;
  • I centri commerciali, responsabili della non commercializzazione dei prodotti sardi;
  • Le raffinerie;

L’occupazione dei comuni sardi, strumento importante per creare un coordinamento logistico  e amministrativo e il riconoscimento di questi come unico ponte tra noi e lo stato.

Il coordinamento dei movimenti che prende il nome di Consulta dei Movimenti invita già da ora gli aderenti, simpatizzanti e cittadini a partecipare a qualsiasi iniziativa promossa. Già da stasera inizia l’occupazione di alcuni comuni e da domani il blocco del porto di Olbia, Golfo Aranci, Oristano, e Porto Torres.

======================================================================================================

 

CREDIAMO SIA DOVEROSO DARNE CORRETTA INFORMAZIONE AFFERMANDO, SENZA ALCUNA POSSIBILITA' DI SMENTITA, CHE LA OCCUPAZIONE DELLA SALA CONSILIARE NON E' STATA VOLUTA NE' ORGANIZZATA DALLA GIUNTA COMUNALE, COME SI E' INVECE DATO AD INTENDERE, MA BENSI' DALLA CONSULTA DEI MOVIMENTI NATA A TRAMATZA NEI GIORNI SCORSI CHE GESTISCE, IN PIENA AUTONOMIA  POLITICA E LONTANO DALLE STRUMENTALIZZAZIONI DI PARTE, COME INVECE PARE VOGLIANO FAR CREDERE QUI' DA NOI, ESSENDO I POLITICI DI OGNI LIVELLO E GRADO TOTALMENTE FUORI DALL' ORGANIZZAZIONE.

NON SI COMPRENDE COME MAI L' INFORMAZIONE LIBERA NON ABBIA MENZIONATO I MOVIMENTI FACENTI PARTE DELLA GIA' CITATA CONSULTA.

MERAVIGLIA ANCHE, E QUESTO DISPIACE PERCHE' INNALZA DEI MURI A VOLTE INSORMONTABILI E DI DIFFICILE SOLUZIONE, CHE DIRIGENTI DEL MOVIMENTO PASTORI SARDI DI ITTIRI SIANO CADUTI NELLA TRAPPOLA DELLE DIVISIONI INNESCATA AD ARTE DA PARTE DI ALCUNI AMMINISTRATORI (PRATICA DELLA QUALE RITENIAMO FELICE FLORIS NON APPARE PER NIENTE SODDISFATTO...), CHE TENDONO ALLA DIVISIONE E FRAMMENTAZIONE DELLA CONSULTA, ALLONTANANDO IN MALO MODO ESPONENTI DI PRIMO PIANO CHE HANNO CONTRIBUITO A FAR NASCERE UNITARIAMENTE L' ORGANIZZAZIONE DI TRAMATZA. TUTTO QUESTO PARE PER SOLI MERI INTERESSI POLITICO-ELETTORALI CHE SONO DISTANTI DAGLI OBIETTIVI NOBILI CHE LA CONSULTA SI PREFIGGE DI RAGGIUNGERE E CENTRARE IN PIENO.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Il Veggente Ittirese 01/28/2012 17:13

Vogliamo scommettere che quando verrà la televisione che conta, la prossima settimana, tutti quelli che non hanno nulla a che fare con la protesta giusta della Consulta dei Movimenti, saranno in
prima fila a rilasciare dichiarazioni ed a versare lacrime di coccodrillo ? Vogliamo scommettere che tutti quelli che si stanno sacrificando ed i movimenti che ci stanno lavorando da mesi e mesi,
non saranno neanche presi in considerazione come è già accaduto in occasione di alcune interviste nelle quali hanno parlato quelli che non c' entravano nulla ? Scommettiamo....

A Ferru Fenuju 01/28/2012 12:32

Cess... bella risposta mariantonietta ! solo che hai dimenticato di aggiungere che se la sensibilità e la disponibilità di alcuni amministratori che hanno rilasciato interviste in televisione
(senz' altro chiamate appositamente) dove un assessore-imprenditore si lamenta che è stato costretto a licenziare operai che sono cresciuti nell' azienda di famiglia, ebbene siamo proprio arrivati
alla frutta ! Cercano, come già scritto da altri, di apparire straordinariamente vicini alla gente che soffre e nel farlo non si rendono conto che rovinano le motivazioni nobili della protesta e ne
vanificano, con la loro presenza e testimonianza, la lotta giusta ! Mi sono riletto un pò di articoli e di cronache dal 27 gennaio in poi e devo dire che tutti i giornali online parlano di
"OCCUPAZIONE" e non di Assemblea Permanente. Quindi il tizio o la tizia che si firma il Consulto è un ballista patentato. e se ha la patente di ballista sappiamo tutti chi è perchè da quando è lì
dentro di cazzate ne ha sparato a iosa !

Mariantonietta 01/28/2012 11:50

...Il solito zoticone ! e perdipiù ignorantazzo, nonostante la sua posizione... Di occupazione dei comuni ha parlato il documento della Consulta dei Movimenti riunitosi a Tramatza il 24 gennaio,
quindi sono informatissima ! A questo documento si deve aggiungere tutta la rassegna stampa di questi giorni dove si parla apertamente, liberamente, chiaramente di OCCUPAZIONE ! Sciocchezzaro
disinformatore !! sappiamo tutti, anche i bambini piccoli che vi fanno compagnia in comune, che l' occupazione è reato ma, proprio per la straordinarietà della protesta e delle ragioni che la
muovono, viene tollerata dalle istituzioni e dalle forze dell' ordine. Non è una battaglia o una lotta del Consiglio Comunale ittirese o di altro comune, è la battaglia e la lotta della Consulta
dei Movimenti ! Sulla presenza fissa di un amministratore sono perfettamente daccordo. Sulla pretesa di gestire la protesta per vergognosi interessi politico - elettorali si vede ad occhio nudo.
Chi amministra vuole monopolizzare anche questa protesta visto che ha fallito quella dell' ospedale, onore e merito per che cosa ? Ci mancherebbe altro che una giunta comunale di centro sinistra
non si schieri con i lavoratori e con i cittadini che hanno necessità di aiuto ! Il nostro naso non è lungo come il vostro (perchè dite bugie una dopo l' altra) e ci vediamo benissimo come vi
comportate, è proprio da questa constatazione della realtà che nasce tutta la mia indignazione come cittadina ittirese. Sulle divisioni tutti sanno come stanno realmente le cose, è una pratica
abitudinaria di chi siede sullo scranno più alto che campa proprio sulle divisioni. Sull' andare a farsi fottere ringraziamo ma siamo già bell'è fottuti da un governo sostenuto da quella parte
politica che ispira questi amministratori. A Roma tartassano, qui nei paesoni fanno finta di essere dalla parte dei tartassati ! Ignorante !

Il consulto 01/28/2012 03:26

...la solita ignoranza Ittirese!!!! Bisognerebbe informarsi bene prima di aprire bocca e dire sciocchezze come quelle di cui sopra!!!! primo: il Comune non è occupato, in quanto l'occupazione del
Comune è reato. secondo: Se ciò dovesse avvenire, per legge, c'è l'obbligo di sgombero da parte della forza pubblica. terzo: Il Consiglio Comunale (e quindi, che vi piaccia o no, gli
amministratori) è riunito in ASSEMBLEA PERMANENTE, che è appunto consentita dalla legge e obbliga la presenza fissa di un amministratore. Tant'è vero che ce n'è uno che a turno ci passa la notte!!
quarto: Onore e merito agli amministratori del Comune di Ittiri che per primi in Sardegna si sono prestati alla causa della Consulta dei Movimenti. quinto: siete voi che scrivete, che non vedete ad
un palmo dal naso e che con la vostra fottuta ignoranza, create malumori e divisioni. Andate a farvi fottere!!!!!

Mariantonietta 01/27/2012 08:12

Ogni volta che nelle cose ci mette mano il Lait ed il cònato sendèchè succede sempre casino e confusione. Trasformano le cose pulite e sane in cose antipatiche solo per il gusto sfrontato e sadico
di sfasciare, dividere, mettere gli uni contro gli altri. E così è accaduto anche nell' occasione dell' occupazione da parte della consulta dei movimenti (del quale NON fa parte il comune nè
tantomeno gli amministratori) del palazzo comunale per protestare contro i provvedimenti che il governo ha varato. Il comune in quanto istituzione rappresenta, diciamo così, "il nemico" e non può
quindi essere considerato un alleato nè tantomeno un suggeritore di striscioni, manifesti, comunicati stampa, interviste e altro. Non è neanche autorizzato a scegliere chi deve stare nell' aula
consiliare occupata nè ad escludere qualcuno. Come sempre il "nemico" si nasconde dappertutto e dobbiamo constatare che dentro il movimento pastori di ittiri ve ne sono molti che anzichè tutelare i
loro interessi in quanto prigionieri di certa burocrazia e leggi capestro, si espongono ai loro aguzzini in modo vergognoso. Tutto questo porterà, o potrà portare, inevitabilmente ad una frattura
insanabile dentro la consulta. Cosa di cui dovranno andare fieri quelli che hanno causato questa divisione solo per motivi di carattere elettorale e di visibilità. Altro complice malafedista, ma si
sapeva già da tantissimo tempo, il cronista che scrive ed intervista gli amministratori anzichè dare spazio a tutti quei movimenti che compongono la consulta. La solita vergogna ittirese.