La "Questione Alivesi" sarà mai risolvibile ? Crediamo di si, con il sostegno di politici sensibili alle sorti di una comunità quale l' On. Antonello Peru. Gli altri ? Arraffano voti e basta !

Pubblicato il da Alfredo Franchi Spada

A cura di Alfredo Franchi Spada

Blogger

peru 3

 

Ittiri, 10 marzo 2012

Non se ne cava un ragno dal buco. Non c'è trippa per gatti.

Insomma i problemi dell' Ospedale Alivesi di Ittiri, al centro di tutte le discussioni degli ittiresi, pare stentino a risolversi. Non è poi così difficile capire quale sia la volontà degli amministratori locali, sia di maggioranza di centrosinistra sia di opposizione di centrodestra, ad esclusione di quel piccolo movimento che ha espresso nel consiglio  ittirese un personaggio che incarna esso stesso la storia dell' Indipendentismo Sardo e che è "Zampa" Marras.

E proprio dalla totale assenza e dalla lontananza dall' ospedale di questi amministratori, unitamente anche a quelli che rappresentano Ittiri ed il territorio ferito a carattere provinciale, dal fronte della protesta e della rivendicazione in difesa e per un reale rilancio e riqualificazione della struttura nosocomiale ittirese si capisce che quì non vogliono cavarne, per davvero, un ragno dal buco!

Non vogliono che ci sia trippa per gatti per tutti sul fronte della sanità ittirese ! E' come se una maledizione avesse, da secoli e secoli e sin dalla sua travagliata costruzione, segnato il destino di questa storica ed utilissima struttura. Storica sotto il profilo architettonico-monumentale di fine '800 e utile soprattutto dal punto di vista sanitario a favore, non solo dei cittadini sia di Ittiri e di Ossi così come recita il testamento del Colonnello Giovanni Andrea Alivesi, ma anche per tutto il territorio che ruota, con caratteristiche di scambi economici, attorno alla cittadina di Ittiri.  Non c'è oggi, ma non c'è mai stato neanche nel passato, un politico ittirese con le palle che abbia detto e si sia battuto per dare un ruolo ben specifico all' Ospedale sottraendolo per sempre a certe logiche pseudo economiche che ne minacciano, un decennio si e l' altro pure, il diritto all' esistenza. Non c'è un amministratore, a tutti i livelli consentiti, che si sia battuto per dare a questo ospedale Alivesi un ruolo di prim' attore nel panorama della sanità a carattere provinciale. Un ruolo che posssa fargli assumere quella vitale funzione di "polmone sanitario" per alleggerire la mastodontica, elefantiaca e obesa azienda sassarese.

Una Azienda appesantita da tante, troppe responsabilità, divisioni di ricovero improvvisate in ogni bugigattolo libero da masserizie, reparti strapieni dove si ha difficoltà a trovare posti liberi, ambulatori specialistici ricavati e allestiti in antri bui e piccoli che si rivelano scomodi per tutta quell' utenza proveniente dall' interno della Sardegna che ha oltretutto difficoltà a trovarli una volta dentro quest' alveare sassarese.

simona de francisci

Potrebbe essere proprio questo il ruolo di Ittiri. Un ruolo che può far respirare, dandogli nuova linfa vitale, all' attività sanitaria della ASL guidata dal Dott. Giannico in virtù anche della sua vicinanza a Sassari che non è, badate bene, non è e non deve essere visto come un handicap ma anzi una ricchezza che facilita la qualità delle prestazioni nel pieno rispetto dell' utente finale. Che non deve essere necessariamente solo ittirese ma  invece destinato per tutti coloro che intendono curarsi in santa pace raggiungendo con estrema facilità una struttura che possa offrire un servizio efficiente, puntuale, qualificato.

 

LA PROVOCAZIONE

Visto che in tanti secoli gli amministratori ittiresi, forse per motivi di campanile ideologico, che li contrapponeva gli uni agli altri, danneggiando senza accorgersene il proprio popolo, credo sia necessario ed utile per questa comunità ricorrere a politici "esterni".

Politici che si sono segnalati per il loro attaccamento alla propria terra, alla propria comunità alla propria gente. Mi riferisco all' On. Antonello Peru, sorsese, consigliere regionale. Un uomo , prima che un politico, che ha "inventato" e disegnato per la sua città che lo ha eletto una proposta, di una enorme valenza sociale di carattere sanitario ed economico, strappando letteralmente alle avide aziende della sanità privata un importante finanziamento per realizzare a Sorso una casa per la salute con un reparto di degenza di ben 60 posti letto.

Un inizio di Sanità in Romangia voluta proprio dall' On. Peru e sostenuta dal Sindaco Morghen e dall' intera popolazione.  Quì da voi, ad Ittiri, si è ancora fermi all' era di Peppone e Don Camillo. E' sì una cittadina dove tutto è in perfetto movimento. Da manifestazioni culturali di un certo spessore ed importanza a convegni e manifestazioni a sostegno delle genuinità locali. Ma nonostante questo pulsare di varie attività che animano la città di Ittiri, si resta sempre fermi al solito punto di partenza in materia di sanità ed assistenza, senza che alcuno faccia qualcosa per cambiare le sue sorti predisponendo per il futuro dei nostri anziani e per il futuro lavorativo delle nuove generazioni che verranno, la funzionalità di servizi esenziali.

Quando qualcuno ci prova, vedi Zampa e la sua piattaforma di rilancio, viene relegato come un appestato nel limbo dell' indifferenza cercando di emarginarne la sua figura per ridurne ulteriormente e prudentemente quell' importanza sociale della sua attività politica.

Ittiri_OspedaleAlivesi.jpg

Ecco perchè mi permetto, da semplicissimo osservatore, di esortare gli ittiresi di buona volontà, quelli che sono distanti dalle logiche dettate dall' ideologia e dalla parenteralità poco costruttiva, in particolare i giovani, a ribellarsi a questo stato di cose e a rivolgersi a politici "foranei" per residenza ma paesani per territorialità, adottandoli e convincendoli a prendersi cura della vostra città che vanta politici di grandissima caratura nazionale ma che sono distratti, troppo distratti e affaccendati in altre piccole cose che sono distanti dagli interessi generali della popolazione. Soprattutto da quella parte di cittadinanza anziana e soggetta più di altri ad avere cure pronte ed efficaci.

Una distrazione e menefreghismo che viene dimostrato dalla firma di quell' accordo-fuffa raggiunto da quel gran popò di sindaci che, in trasferta sanitaria, si sono incontrati a Cagliari con l' Assessore De Francisci  portandosi a casa una soluzione beffa che si è trasformata in cinque proposte di soluzione studiate dallo staff del Dott. Giannicco, direttore generale della ASL di Sassari ed ora all' esame della giunta regionale.

Se si è ancora in tempo io direi di sospendere momentaneamente il giudizio e di riprendere i ragionamenti partendo dalla piattaforma elaborata da Zampa Marras che potrà essere sostenuta, arricchita, modificata in bene anche con il contributo di altri soggetti politici quali, per esempio, l' On. Antonello Peru che ha dimostrato grandi capacità organizzative, propositive e con obiettivi realizzabili in un breve periodo.

Non vi piace questa provocazione ?

Non vi và giù perchè mette a nudo la forte incapacità decisoria di chi dovrebbe invece decidere per il bene della comunità ?

Bene, esternatelo con argomenti validi se ne siete capaci.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Luigi 03/16/2012 22:31

La appena appena accennata lista di candidabili alle prossime comunali mi sembra un buon inizio. Però PD ha escluso dalla lista quell' ambiziosetto di Boiki, tal Antonio Sau, che è decisamente
intenzionato a porre la sua candidatura a sindaco per le prossime cercando di trombarsi animalescamente il cònnato del Tanninnu Festaiolo. Cònnato che arranca e fatica non poco a chiudere un
accordo di ferro con Pisanello che rientrerà, così si vocifera, nel Partito Democratico dove ci sarà più spazio. Pare rientri perchè nell' UDC miliana non c'è trippa per gatti visto che quella
faina del Peppinello non lascia spazio a nessuno. Ha emarginato, trombandoselo di brutto sugli scranni del consiglio e facendolo dimettere da capogruppo, l' ormai dimenticato Daniele Sanna ed ha
ancor di più emarginato Pisanello che, come un uccello senza nido, poserà il suo sedere nel Mammapiddì per essere allattato. Naturalmente a Cònnato piacendo. Il tiranno Tanninnu Festaiolo ha già
posato il suo sguardo a Cagliari forte dell' amicizia con Silvio Lai ma ancora di più con la Giudici ed il centodicciotista Ganau, suo datore di lavoro, che pare lo voglia a tutti i costi in lista.
Scalpita Dedola e Don Pinna Sia Sempre Lodato che già da tempo sonnecchiano all' ombra del Tiranno. Dunque i nomi di PD sono ottimi ! Se messi insieme possono raccimolare un consenso ottimale e far
deragliare quella Noiosa Macchina da Festa messa in campo dagli attuali inadeguati reggenti. Credo sia tempo che Giommaria Deriu sotterri l' ascia di guerra contro Senes, che dovrà fare
altrettanto, e si metta in testa che questo è il suo momento. Con la squadra giusta però. Vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi perchè stanno maturando grosse fratture.

P.D 03/16/2012 14:57

Vedo che si inizia a ragionare con la testa non col cuore.Propongo anche come Giunta, E.Soro, e Zampa Marras, cosa ne pensate.

Tonino 03/16/2012 11:39

Ho quasi l' impressione che sia già iniziata ad Ittiri la campagna elettorale. Non solo per le prossime regionali ma anche, se le notizie che vedono dimissionario il sindaco sono vere (pare si
dimetta un giorno sì e l' altro pure contro peppino irasci e giammario cossu), anche per le comunali. E devo dire di essere felicissimo di condividere con PD la proposta dei due nomi a candidato
sindaco per il futuro ad Ittiri : Giommaria Deriu, attuale assessore provinciale e Gianni Senes consigliere provinciale ed ex sindaco di Ittiri. Il vero padre politico degli attuali amministratori
che poi lo hanno tradito brutalmente cercando di emarginarlo dalla vita pubblica. Sono due nomi di grande importanza e di impatto positivo nella cittadinanza che gli apprezza per la loro semplicità
e per la loro grande disponibilità a risolvere i problemi, non a crearli come fanno questi cimburristi. Sono sin da ora disponibile come cittadino a sostenere quelle due candidature, credo che sia
giunto il tempo che Deriu diventi il nostro sindaco e Gianni sia in giunta ma vada anche a Cagliari in regione. Forza amici, lavoriamo su questo !

Alberto Galli 03/16/2012 08:45

Le risposte del signore che si firma P.D. non mi soddisfano, non conosce lo scopo per cui sono state fatte le primarie a Ittiri, segno evidente che non è un tesserato e non ha alcun titolo per
firmarsi con la sigla P.D. a meno che non siano le iniziali del suo nome, ma ne dubito. La reazione scomposta alle provocazioni dell'uomo di Shangai lo dimostrano. Caro signor P.D. lei non è in
condizioni e non ha titoli per parlare delle questioni del partito, sopratutto della questione delle primarie che lei dimostra di non conoscere.

P.D 03/15/2012 21:27

Caro Tonino non devono vincere, dobbiamo punire questa classe dirigente che a svenduto Ittiri.Abbiamo delle possibilità perchè questo avenga, lancio una mia idea.Fare una lista salva Ittiri con
persone che realmente abbiano ha cuore la sorte della ns Città, come Sindaco vedo bene G.SENES, oppure G.M.DERIU, persone capacci e preparate.Oppure uno Sindaco è l'altro in Regione, così non diamo
i voti agli altri esterni alla ns Città, a voi.

Tonino 03/15/2012 21:04

Me la sono scampata ! Pensavo, davvero credetemi, che qualche tonto mi avrebbe accusato di essere Totoi sotto mentite spoglie ! Fortunatamente invece il tonto di turno se l'è presa con i post
scritti da PD. Noto che c'è una specie di "panico da Peru" ! Sono preoccupatissimi sia quelli di sinistra sia quelli di destra. In uguale misura. Perchè ? Mi domando : se un qualsiasi politico, non
ha importanza il colore o il partito, si prende a cuore le sorti della mia città che male c'è ? Devo scacciarlo ? Devo dare le colpe ad un povero blog che, secondo loro, è paragonabile ad un
cassonetto ? ( alcuni di loro pare se ne intendono molto di cassonetti, vero ?). Qua da noi sono venuti in pompa magna la Dirindin, Silvietto Lai, Giacomo Spissu, Giagu, Licheri il comunista doc di
Banari e tanti altri che hanno di fatto chiuso, CHIUSO, l' ospedale di Ittiri. A nulla sono valse le proteste e le argomentazioni di Nicola Rassu e del Comitato Pro Ospedale. Cosa volete che tutti
questi personaggi, che rappresentano ancora oggi la sinistra, vengano accolti a paste di crema ? Hanno semplicemente rovinato la sanità di Ittiri e su questa linea ha proseguito il sindaco, la
maggioranza e l' opposizione di destra sancendo la definitiva chiusura del reparto di medicina. Oggi non si può più ricoverare, se vai a quello che fu il pronto soccorso ti mandano a sassari ! Ben
venga allora Peru se è una parte di soluzione ai nostri problemi. Non siate gelosi degli altri. Tanto alle comunali vincerete sempre voi. Nessuno vuole tocacrvi il potere del comune. Coglioncelli
(così li chiama Franchi Spada).

Alfredo Franchi Spada 03/15/2012 20:46

Me lo aveva detto Totoi, prima di coinvolgermi in questa avventura nuova per me nel suo blog, che tutto quello avrei scritto sarebbe stato impuntato a lui. Ed inn effetti così è accaduto ! I
coglioncelli con la zeta, o i loro emissari, avrebbero dato corso ad interventi senza senso. Da ignorantoni. Ma vorrei andare per ordine.
Il zetafesso, o il suo traduttore, scambia un nostro lettore che si firma PD per il nostro Totoi : "di uno che si nasconde dietro la finestra di un ospedale...". Ci pensa proprio il PD originale a
chiarire ed a rilanciare denudando l' uomo zeta.
Io credo che in una libera discussione non è peccato fare nomi e cognomi, l'importante è sapere di cosa si parla e del come si scrive. Il coglioncello cita l' On. Fois e l' ex Assessore all'
Agricoltura Prato, due amici del nostro direttore, i quali, secondo il zetacoglioncello, avrebbero avuto sfortuna a causa del loro contatto con
quest' appestato ! Brutto delinquente patentato !
A me pare invece, ed i dati pubblicati sul sito della regione sarda sono una testimonianza validissima, che l' On. Fois sia stato eletto in regione proprio grazie a quei voti inaspettati e raccolti
tra Ittiri e Uri. Il ruolo del nostro direttore è stato fortemente determinante ! Chiamatela sfortuna voi !
La amicizia e la conoscenza con Prato ha portato fortuna a quest' ultimo perchè subito dopo la sua defenestrazione da assessore, annunciata qualche mese prima proprio da questo blog, è stato
nominato ad un prestigioso incarico che avremo tutti noi modo di apprezzare nel prossimo futuro. Sfortuna ? Io credo proprio di no.
La linea politica del blog non va ne a destra ne a sinistra ne sta ferma al centro. Va dove sono le notizie e le argomentazioni di interesse generale. Ittiri è una fucina ed una grande fonte di
notizie comico-tragiche. Che vanno fatte conoscere al grande pubblico della rete. Le vicissitudini della nostra politichetta nostrana sono lette in tutta l' Italia e in qualche caso siamo stati
letti ed apprezzati anche all' estero tramite facebook. Il merito di Totoi è stato ed è quello di vedere nel futuro. E continuerà a farlo. L' On. Peru avrà il consenso che meriterà soprattutto se
si occuperà per davvero delle sorti dell' ospedale Alivesi. Bella e spiritosa la definizione di "blog cassonetto". Saluti.

P.D 03/15/2012 19:25

Non guardo dalla finestra dell'Ospedale, non lavoro li,sbagli di grosso.Sono tesserato PD, tu forse no!e poi ti preciso che nel PD non tutti sono di quella sinistra a cui tu ti riferisci(ci sono
persone di altra provenienza anche della D.C non ti risulta! caro compagno il PD non è P.C.I ti piaccia o no) per le primarie so benissimo perchè sono state fatte ti ripetto e il modo in cui sono
state fate,vuoi che aggiunga i particolari? Digerisciti,E Letta,Rosi Bindi,Castagneti,e tutti gli altri di quella sinistra che dici tu.

L'uomo di Shangai 03/15/2012 17:46

Il signore che si firma P.D. fa parte del P.D. come è vero che io faccio parte delle guardie d'onore del Papa. E SI DOVREBBE VERGOGNARE A PARLARE DEL P.D. E DELLE PRIMARIE VISTO E CONSIDERATO CHE
NON SA NEMMENO PERCHE' SONO STATE FATTE!!!!!!!!!! ...Sono sempre i soliti strampalati commenti di uno si nasconde dietro una finestra dell'ospedale, osserva e ascolta le proposte che gli altri
fanno, per salvare anche il suo posto di lavoro, e poi si permette di vomitargli addosso tutta la merda possibile utilizzando questo ridicolo blog. Ma per fortuna che c'è, perché da quando esiste
ci ha portato molta fortuna e consenso, mentre ha portato grande sfiga a tutti i nostri avversari e ai politici di fuori che ogni volta ci sono stati presentati come i salvatori della Patria
ittirese. Ha iniziato con Fois, poi è stato il turno di Prato e adesso tocca a Peru.... Poveraccio, npon sa cosa gli aspetta.... Un'altro pessimo del nostro grande blogger è quello di buttare
l'occhio ai paesi del vicinato esaltandone la bravura degli amministratori sempre con lo scopo di gettare merda su quelli di Ittiri. Vi ricordate quando sosteneva i bravissimi sindaci di destra, di
Uri, di Villanova e di Olmedo? ...mai l'avesse fatto!!! ...adesso quei paesi hanno tutti Sindaci e amministrazioni di SINISTRA!!!! ...come a di Ittiri!!!!!! Mi chiedo cosa avranno fatto di male i
poveri Peru e Morghen per meritare questa malasorte di finire citati in questo blog-cassonetto.

Tonino 03/15/2012 16:22

Ma quanto dà fastidio che "lu sussincu", come lo chiama Galli, si affacci ad Ittiri. Io lo voterei volentieri perchè è uno che a Sorso ha realizzato qualcosa di grande, lo voterei perchè ha fatto
eleggere un sindaco, Morghen, che è attivissimo e si batte a favore della sua città. Tutti e due stanno creando le condizioni per affrancarsi da Sassari per alcuni servizi essenziali che permettono
ai Sorsesi di avere i servizi a casa propria. Quì da noi bisogna andare a Sassari o ad Alghero per fare alcune visite specialistiche, per alcune cure particolari, per alcuni esami di laboratorio,
per alcuni esami di radiologia. Per fare una visita contro la depressione che ad Ittiri è molto diffusa, domandiamoci una volta tanto perchè, bisogna aspettare un certo numero di giorni. Se uno ha
una crisi di ansia deve andare al Pronto soccorso di sassari e non vi dico che tipo di ansia si raccoglie ad aspettare che vengano a curarti ed a seguirti. Ma tutto questo il Sindaco lo sa ? Invece
a Sorso grazie alla ferma decisione dei politici del luogo, che sono davvero uniti almeno in questo, tutti questi problemi non ci saranno. Voi continuate a chiamrli "lu sossinchi", quelli a noi ci
mangiano la pasta in testa caro Gallo. I fessi siamo noi davvero che crediamo a questi ballisti che da sempre ci prendono per i fondelli.
Sulle primarie credo si stato proprio questo blog a tira fuori la verità. Le ha vinte chi ha preso i voti dai maricchini, dai cinesi e da tutti quei poveri disoccupati che sono stati riccattati per
avere un tozzo di pane ! Bella la sinistra....

PD 03/15/2012 11:15

Conosco molto bene lo scopo delle primarie,ma io condanno il metodo di Ittiri perchè anche quà non erano democratiche, perchè sono state fatte le famose donazioni( chi ha pagato?)

Alberto Galli 03/15/2012 08:26

Sig. P.D. una domanda.... ma lei lo sa per quale scopo sono state fatte le primarie a Ittiri? (e in tutta Italia) ...cosa si stava eleggendo?

Alberto Galli 03/15/2012 08:12

Se crediamo che Peru lu sussincu sia il salvatore della patria siamo proprio un paese di fessi....

Tonino 03/15/2012 07:58

Allora il Pis.. lo metto nell' elenco Canaglia.
Anche lui è stato infettato, mortalmente, dalla cimburreria. Peccato confidavamo nella sua onestà intellettuale e personale. Su quei cambiamenti nella 167 ha ragione da vendere PD. Sono fortunati
perchè viviamo in un paese di fessi. Altrimenti....

PD 03/14/2012 21:42

Devono risanare qualchealcune case,unaltra cambiala per Monte Coinzolu.Per quanto riguarda Pis anche lui si è accodato.

Tonino 03/14/2012 20:57

Mettiamoci l' anima in pace. Orani non si dimetterà mai, SEL non avrà il suo posto in giunta perchè ( ma non ditelo a Peppino perchè non lo sa) c'è una "trattativa" parallela per un semplice,
povero, sacrosanto, meritato, agognato, chiesto e richiesto più volte posto di lavoro per qualche rivoluzionario intelligente ! Ma torniamo alle cose serie. Il ragionamento da arrabbiato di Galli
ha una sua logica. Certo che Senes e Deriu sono di sinistra. E' proprio in quel partito che si sono formati ed hanno assunto cariche importanti e di responsabilità come segretari politici. La
differenza con gli attuali, con questa pseudo sinistra riformista, è che con loro due al potere potevi benissimo scontrarti, subire e dare attacchi e colpi bassi ma il rispetto per le persone e per
gli avversari politici, dico avversari non nemici da abbattere a tutti i costi, veniva messo al primo posto. Certo non mancavano anche allora le scaramuccie, i dispetti e la sottile repressione del
dissenso, ma era in modo meno pericoloso rispetto a questi terroristi attuali. Quei due dirigenti ed oggi in consiglio provinciale rappresentavano e rappresentano la sinistra costruttiva, della
prospettiva futura, del vero rinnovamento. Ecco perchè fanno di tutto per tenerli lontano dal partito e dalla vita politica pubblica. Avete forse mai visto schierati insieme il sindaco, senes,
deriu, pisanello (cito il meglio della attuale politica) uniti in un unico fronte in difesa di qualche cosa ? Mai. Sempre divisi. "sparpagliati" avrebbe detto Pappagone-De Filippo. La rovina ed il
degrado di Ittiri è iniziato con la politica del parentado e delle greffe al seguito unite da interessi propri, non per amore del paese. Ha ragione da vendere l' amico PD quando sostiene che
bisogna stare attenti alla riunione della commissione edilizia. Stanno riscrivendo le regole (ho letto le determine intelligentissime dell' assessore Peppino Fiori. Chi gliele avrà scritte ?) che
dovranno portare a delle modifiche sostanziali in materia edilizia. Chi sarà il premiato ? Dovremo leggere ttra le righe. Confidiamo tutti nell' azione di vigilanza di Zampa Marras membro di quella
commissione !

P.D 03/14/2012 16:27

Caro Alberto,leggi la storia di Ittiri guarda chi a di più ammininistrato negli anni poi troverai il risultatto.la destra non ha mai contatto qui,negli anni passati hanno sempre fatto il bello e il
cattivo tempo in barba alla storia del compagno,poi vorrei capire cosa vuol dire sinistra,forse compagno, perchè anche il P.D e tale perche hanno monopolizato tutti,(dove sono andatti a finire
quelli della Marcherita,e i Popolari?)ci sono Persone che si vogliono impegnare mà! non possono rischiare perche qui se non sei comunista(vecchio compagno non vai da nessuna parte)quindi vedi come
stanno le cose ci vuole una alternativa a questa sinistra Ittirese vedra che almeno qualcosa si muoverà, sen non ci saranno persone indicate da quella sezione ,e, non mi parlare di primarie che qui
abbiamo avutto il primato di (indicazione forzata dei voti te lo sei dimenticato forse)?

Alberto Galli 03/14/2012 15:28

...ok, la sinistra è stata la rovina di Ittiri, embè? e la destra invece? ...la destra dov'è, dov'era? qual'è l'alternativa? Gianni Senes? Giommaria Deriu? ...e non sono anche quelli di
sinistra????? ...quella che ha rovinato il paese? NON HO CAPITO QUAL'E' L'ALTERNATIVA AL GRUPPO DI SHANGAI!!!!! Tonino si dovrebbe dimettere? ...d'accordo e chi ci mettiamo al posto suo? uno più
onesto? più bello' più alto? più grasso? ...chi? ...a si, PERU? SOGGU DI SOSSU EU.....

PD 03/14/2012 13:30

Concordo con ciò che dice Tonino.La sinistra e stata la rovina di Ittiri,perlomeno chi rapresentava tale posizione.Hanno pensato x iporci comodi loro, Tonino ome te dei posti di potere chè hanno
assunto nei vari enti(chi lavora al G.A.L? per non dire alla conf.corm,Senes, e giò deriu sono stati isolati proprio x questo cioè quando si son fatti un esame di coscienza di ciò che stava
succedendo,ora il ns Sindaco minaccia le dimmisioni solo perchè SEL chiede un nuovo equilibrio in giunta, dobbiamo dire solo una cosa:TONINO, se e vero che ci tieni ad ITTIRI dimett per il bene dei
tuoi compaesani ma in fretta, vedrai che poi i vertici del nuovo partito Democratico si ricorderanno di te, facci questo favore non minacciare e basta agisci chiaro!ora basta.Oggi c'e commisione
urbanistica chisà cosa devono risanare, stiamo attenti.

Tonino 03/14/2012 11:15

Alberto, io non conosco l' On. Peru ne personalmente e neanche come politico e non mi azzardo a definirlo uguale agli altri che sono venuti da noi a prendersi i voti e poi sono spariti dalla
circolazione. E' chiaro che se tu lo conosci ed hai avuto esperienze negative sono pronto a crederti, ma nutro i miei dubbi. L' elenco dei politici che hai fatto è esatto, hai omesso però quelli
espressi dal PCI e poi dai DS. Io ho voluto mettere l' accento proprio su quelli che ha sempre eletto il PCI ad Ittiri e che sono stati sempre presentati come "il nuovo", "l' onestà fatta uomo",
"compagni seri ed attendibili", "grandi amministratori". Tutte balle. Non mi interessa quello che accade nelle altre "case politiche", mi interessa quello che accade nella "casa del popolo" e ti
posso dire che sono cose vergognose. Eppoi non ci sono uomini all' altezza perchè quelli che lo erano sono stati allontanati in malo modo. L' ultimo è Gianni Senes che si è tentato di emarginare,
l' altro è Giommaria Deriu che è stato costretto a cambiare partito. Ma ce ne sono tanti altri che stanno all' ombra perchè hanno timore. Se hai notato siamo ancora nell' "era della tontologia
politica". Cioè i tonti al potere che non risolvono nulla e non fanno fare nulla a chi ha le capacità. Ecco perchè è ben accetto Antonello Peru che tanto ha fatto per la sua cittadina.

Alberto Galli 03/14/2012 09:32

Punto primo: nessuno sta cacciando via Peru, sto solo dicendo che non è diverso dagli altri. L'esempio di Prato è azzeccatissimo, infatti è venuto a Ittiri da Assessore, ha fatto tanta propaganda
demagogica, venduto fumo a tonnellate senza aver prodotto alcun beneficio per Ittiri e per gli ittiresi. Solo in cerca di consensi per i suoi comodi e basta!
Punto secondo: Non è vero che gli sciacalli di voti che si presentano a Ittiri in campagna elettorale sono tutti di sinistra o ex PCI, torno all'esempio di Prato, ma posso citare anche i vari
Milia, Rassu e tanti altri Sassaresi, Algheresi, ecc.. di Forza Italia, Alleanza Nazionale, ex DC ed ex PSI!!!!
Punto terzo: è vero che Ittiri è fermo da 30 anni, come è vero che da 30 anni Ittiri non riesce ad esprimere un SUO rappresentante a livello regionale.... e per quale motivo??? ...secondo me perchè
da 30 anni non si riesce a fare politica seriamente, i partiti storici non esistono più, chi all'interno di quei partiti aveva delle capacità è morto o non è più in grado. Quelli che ci
amministrano attualmente sono il meno peggio, lo dimostra il fatto che non hanno alternative migliori.... oppure crediamo veramente che l'alternativa seria sia la combricola di Zampa Marras, o
Manuela Soro o Giacomino Zara e Pigiamino????? ...non ce n'è!

Tonino 03/13/2012 16:30

Il sig. Ernesto dà per scontato, facendo intendere che conosce bene l' On. Peru, che chiunque venga ad Ittiri a proporsi o chiunque venga da altri proposto nella ricerca dei voti per le imminenti
elezioni regionali sia uno sciacallo pronto a predare i nostri voti ed il consenso per portarselo via senza dare nulla in cambio alla città di Ittiri. Probabilmente se si da uno sguardo al passato
questo darebbe ragione al Sig. Ernesto perchè da sempre da noi sono venuti o sono stati presentati (tutti nella sezione del PCI) elementi e personaggi che ci hanno davvero preso per i fondelli. Noi
come sempre per amore del partito, della bandiera, della eterna lotta per avere un voto in più rispetto alla DC prima e poi al PDL, abbiamo sempre sostenuto i candidati di bandiera senza chiedere o
ottenere nulla in cambio ! Infatti il paese di Ittiri (non città) è fermo a trent' anni fa. Potete elencarmi cosa è stato fatto di buono per l' elettorato ? Sono forse state avviate industrie, o
piccole attività imprenditoriali, che hanno dato delle certezze ai nostri tantissimi disoccupati ? Abbiamo forse delle scuole di livello superiore che possano attrarre nel nostro paese studenti
dell' interland e quindi soldi, consumi, nuovi servizi ecc. ecc. ? Abbiamo forse altri insediamenti produttivi che garantiscono lavoro e sicurezza alle nostre famiglie ? L' unica "industria"
dovrebbe essere il Comune che produce solo per chi ci lavora, l' Ospedale ormai è chiuso e non attira capitali esterni (malati, parenti dei malati, attività di albergo diffuso, accoglienza in tutte
le sue performances ecc.ecc.). Dunque ?
Se Peru porta una ventata di nuovo, se riesce a strigliare a dovere i nostri referenti politici che per Ittiri hanno fatto pochissimo e per loro moltissimo non è forse un bene per tutti noi ? Ci
guadagniamo sempre. Dico noi il popolo. Certo se facciamo un discorso di partito, bè allora sono dolori....

Margherita 03/13/2012 16:04

Ernesto Galli dice una cosa importante ma allo stesso tempo non si dà una risposta e pare intende restare ancora al seguito degli sciacalli che sino ad ora sono venuti ad Ittiri a prendersi i
nostri voti senza aver fatto nulla ! I cretini sono secondo me quelli che da tantissimi anni votano le stesse persone sapendo che non faranno mai gli interessi della gente ittirese. Nessuno crede
per davvero che l' On. Peru possa risolvere qualcosa ma credo sia diritto di tutti i cittadini spostare le loro preferenze dai soliti noti verso una persona che risolleverà le sorti e l' importanza
dell' ex Lido Iride lasciato morire dagli uomini della sinistra; stà rilancioando la città di Sorso che, basterebbe andarci a vedere, è linda e pulita, ha valorizzato le sue antichità a partire
dalla casa baronale che la utilizza come sede di rappresentanza e per le mostre o le manifestazioni di una certa importanza; darà vita ad una specie di "sanità della romangia" che prevede case
della salute, case per anziani, poliambulatori e tutto quello che può essere utile alla popolazione di Sorso e dei paesi vicini che distano da Sassari; è uno dei protagonisti della realizzazione
della Green Indutry che farà del polo industriale di Porto Torres uno dei maggiori centri importanti per la produzione di energia verde. Cosa questa, caro Ernesto che darà sbocchi occupazionali a
quella zona. E quì da noi ? Avremo la sagra di Prendas, la Mini Cavalcata Sarda, il Carnevale, le feste ittiresi in generale, vari cantieri comunali per i poveri disoccupati, qualche assunzioncina
nella mondezza. Ernestooooo ! Che cosa dici ? Il dramma di Ittiri e degli ittiresi non lo hai ancora centrato ? Se Peru è, dico E', la soluzione per una parte di cittadini e può essere utile ad
Ittiri ben venga, perchè scacciarlo ? Perchè allontanarlo ? Così hanno fatto con Prato, con Beppe Pisanu e con tantissimi altri che potevano aiutare l' economia di Ittiri. Apriasmo gli occhi una
volta tanto !

Alberto Galli 03/13/2012 12:32

Possibbile che ci siano dei cretini che pensano che l'On. Peru non è uno sciacallo a male e peggio degli altri???? Questo sta solo cercando di allargare il suo bacino di voti, visto e considerato
che alle prossime elezioni regionali ne avrà molto bisogno, consapevole che il taglio dei consiglieri regionali e dei colleggi renderà necessario un livello di consenso decisamente più alto per
essere elotto!!!!! ...tutti uguali!!!!

Margherita 03/12/2012 22:06

Certo che sarebbe uno bello schiaffo senza mani nei confronti di questi affossatori dell' alivesi (la sinistra e la destra di Ittiri) se l' On. peru risolvesse, seppur in minima parte ma comunque
sempre maggiore di quella che hanno proposto il sindaco insieme alla destra ittirese, i problemi del nostro ospedale. Basterebbe poco. Infatti se si prende la piattaforma che ha presentato Zampa
Marras ed il sindacato sardo a Giannico e lo si aumenta con qualche altra richiesta importante si può dire che sarebbe una grande vittoria. Il rivolgersi ai politici di fuori è un fatto normale.
Prendete ad esempio il PD ha sempre eletto sin da quando era PCI poi PDS poi DS mandandoli a cagliari ed in provincia politici non di Ittiri che hanno preso i voti e sono puntualmente...scappati !
Poi sono riapparsi dopo cinque anni ed hanno ripreso i voti e sono...riscappati ! Pare lo facciano apposta a far soffrire gli ittiresi. Non è forse tempo di cambiare ?

Bastianino 03/12/2012 10:18

Io penso che, visto quale tipo di consiglieri di opposizione abbiamo che sono totalmente dalla parte di quest' amministrazione che affossa l' ospedale, sia proprio meglio dare fiducia ad altri
politici che con Ittiri non hanno relazioni. Sono convinto che farebbero molto di più di questi inconcludenti !

Giusy 03/11/2012 12:41

Pensate davvero che un politico di un territorio diverso abbia interesse ad aggiustare gli errori di quelli che quà vengono, prendono i voti, se li portano via e poi buttano la chiave delle
promesse in un pozzo senza fine per dimenticarselo sino alla prossima legislatura ? Volete fare una analisi seria ? Ebbene date uno sguardo ai candidati di questa parte di territorio, guardate le
preferenze che hanno intascato, controllate bene a quali partiti sono andati la maggior parte dei voti, adesso controllate quanti di quelli che si sono presentati sono stati eletti. Poi
domandiamoci tutti insieme che cosa hanno fatto questi arraffoni per la nostra città ! Io credo nulla, proprio nulla. Senza alcuna distinzione di colore. Sia quelli di centro sinistra sia quelli
del centrodestra. E allora ? Ben venga questa proposta di "interessarne" un politico che con il nostro territorio ha ben poco a che fare. Forse sarà proprio questo il motore che farà girare la
macchina : il poco interesse elettorale e le pressochè ancora nulle o flebili amicizie che possano condizionarne l' azione. Eh si perchè una volta creato un gruppo di lavoro e di sostegno iniziano
i veri guai.
All' ittirese ! Come direbbe qualcuno. Non mangio io, non mangia nessuno ! Come hanno fatto da 70 anni a questa parte.

Luigi 03/11/2012 10:23

E' davvero una bella provocazione bella e buona questa di Alfredo Franchi ! Una provocazione che mette il dito nella piaga facendo soffrire e patire le pene d' inferno ai nostri beneamati
amministratori che sono convintissimi di essere dalla parte del giusto. Sono certi di aver fatto tutte quelle azioni che hanno poi portato alla stipula di quell' accordo cagliaritano che era il
massimo che, secondo loro, si poteva ottenere ! I nostri amministratori di sinistra che hanno convinto gli amministratori di destra ad unirsi per raggiungere il massimo risultato possibile che ha
prodotto quanto segue :
a) NON si possono ricoverare più malati entrando dall' ex pronto soccorso oppure con accordi preventivi con i medici di famiglia;
b) NON avremo un pronto soccorso funzionante come era prima nè avremo un punto di primo intervento (come invece è a Thiesi) con medici e personale ad esso dedicato ;
c) NON avremo una RSA (residenza sanitaria aziendale) proposta da Zampa da attivare nell' ex divisione di pneumologia;
d) NON avremo dei medici e del personale nella radiologia nè tantomeno delle attrezzature e macchinari di ultima generazione;
e) NON avremo un centro prelievi (ex laboratorio analisi) rafforzato di personale per eliminare le code di attesa e di postazioni di prelievo per aumentare i servizi ad un numero di persone
maggiori;
f) NON avremo tutti i poliambulatori promessi perchè ancora non ci sono i soldi per avviare la dovuta manutenzione della struttura e la individuazione dei siti dove impiantarli;
g) NON avremo la realizzazione delle proposte fatte da Zampa perchè non vogliono quelli che ci stanno portando alla rovina sanitaria.

Forse è meglio se qualcuno con le palle prenda in mano la situazione e la risolva.

PD Due 03/11/2012 10:02

Oggi è domenica, già da ieri mi avevano telefonato sul lavoro per informarmi di questa proposta pazzoide lanciata da Alfredo Franchi (le iniziali che contano sono: A.F.). Suona come una specie di
"commissariamento Amministrativo e Politico" che leva dalle mani inefficcenti della politica locale argomenti scottanti ma importanti per la nostra cittadina che ormai è tenuta in ostaggio da una
banduccola arraffazzonata alla bella meglio (il famoso gruppo di shangai) con la complicità dei grandi politici di destra che non sanno nemmeno parlare senza prima consultarsi con le alte sfere di
Sassari. E' quindi una proposta, provocatoria certamente, che ha una sua fondatezza politica e sociale. Vista la totale assenza di un politico ittirese di livello regionale (ci proverà senz' altro
il nostro Sindaco...), vista la totale assenza dalla bagarre dell' ospedale Alivesi dei due nostri rappresentanti in consiglio provinciale (che devono sottostare alle logiche dei grossi partiti
della coalizione che, sempre lì vanno a parare...), vista la totale inconcludenza ed inconsistenza delle soluzioni "strappate" a Cagliari da tutta quella caterva di sindaci in tricolore d'
ordinanza, credo proprio sia motivata l' idea di ricorrere ad un politico "esterno" alla nostra comunità che prenda a cuore le sorti del nostro ospedale. Non ne è fregato nulla a Nicola Rassu,
diretta espressione del Senatore ittirese Beppe Pisanu, non ne è fregato nulla ai giovani rampanti della politica di sinistra : Spissu - Lai - Giagu che qui sono venuti a sfasciare e a prendere
senza mai costruire qualcosa di buono per Ittiri. Non ha fatto granchè Sergio Milia (tanto è vero che il suo partito ad Ittiri è appiattito sulle posizioni inconcludenti del sindaco...) che viene
da noi, prende voti e scappa veloce verso altri siti. Che cosa ci resta da fare ? Ha ragione da vendere Alfredo Franchi Spada: rivolgiamoci a politici che hanno davvero le palle e che esercitano in
modo corretto il potere decisionale favorendo le comunità e tutti i cittadini che, particolarmente in materia di sanità, hanno bisogno. Ben venga dunque l' On. Antonello Peru. Semprechè interessi a
lui buttarsi nella bagarre ittirese che frutta solo fastidi, lotte, guerre, invidie, e pressioni dall' alto per non fare nulla.
Vedremo cosa accadrà.

Mariantonietta 03/11/2012 09:43

La provocazione mi sembra di ottima fattura. Ben argomentata e credibile. Credo proprio che, vista l' inattendibilità di chi ci amministra e della pochezza con la quale affronta i problemi seri.
Vista anche la grande superficialità nel ricercare il sostegno ed il confronto con tutte quelle organizzazioni socio-culturali che possono fare la differenza, credo sia più che giusto rivolgersi al
di fuori della nostra comunità. Credo sia urgente più che mai fare affidamento ad altri politici di un certo spessore perchè i nostri hanno dimostrato tutta la loro inadeguatezza. Non solo ma hanno
rivelato anche la loro ignoranza in materia di sanità non essendo stati in grado di elaborare proposte attuabili nel medio e lungo termine per valorizzare appieno la struttura di Ittiri consentendo
nel medesimo tempo la possibilità di creare nuovi posti di lavoro con l 'indotto. Penso alla grande attività che si poteva, e si potrà, svolgere attraverso l' attività delle associazioni che si
dedicano al trasporto dei pazienti, alla ristorazione per i parenti, allo sviluppo e all' incremento dell' albergo diffuso e alla fornitura di tutti quei servizi essenziali richiesti dall' utenza
che ricorre alle cure. Questi non hanno visto aldilà del proprio naso. Ecco perchè Alfredo Franchi Spada ha ragione da vendere. Ben vengano politici accorti e lungimiranti che ci traghettino verso
lidi sicuri in attesa che i nostri si sveglino dall' ubriacatura dell' apparire, dell' opportunismo personale, del protagonismo inutile e improduttivo per la nostra città.

Sebastiano 03/10/2012 21:40

Mi pare che Alfredo Franchi abbia perfettamente ragione. E sarebbe uno schiaffone in piena faccia a tutti i nostri politici che si riempiono la bocca di belle parole nel momento della richiesta del
voto ma che poi sono totalmente vuoti di contenuti e portano al fallimento tutte le cose importanti di cui Ittiri era ricco. E mi riferisco alla pretura, alle scuole professionali e a tutte quelle
cose che potevano essere avviate e non lo sono state per colpa del menefreghismo e del poco interessamento. Sull' ospedale stanno cercando di fare altrettanto. Non solo quelli dei partiti di
sinistra ma anche quelli di destra che, tutt insieme, vogliono far declassare il nostro ospedale. Ben venga dunque l' aiuto (magari avesse accettao di tenderci la mano) dell' On. Peru che insieme
alla lotta di Zampa potrebbero convincere Giannico e la De Francisci ad avere un occhio di riguardo per Ittiri. Ai nostri politici dovremo pensarci al momento giusto per fargli capire quanto siano
stati inutili e dannosi per la loro città !