La regressione di Ittiri, noto per le sue feste e sagre, negli ultimi 20 anni. Chi può spiegarlo ?

Pubblicato il da Alfredo Franco Franchini

Su-Padru.jpg

Riceviamo da un nostro concittadino, che ha a cuore le sorti della nostra città, e ve ne diamo prontamente informazione, l' interrogativo che tanti di noi, poveri tapini inascoltati e sbeffeggiati dalla tontologia politica assurta al potere ed al danaro, si pongono ormai da tantissimi anni : ma Ittiri, questa città "pulsante" e "viva", questa città che ha dato i natali a personaggi di un certo peso politico, culturale e artistico di cui tutti noi, escludendo qualche immancabile ignorantone, andiamo fieri ed orgogliosi. Questa comunità schiva ma grande lavoratrice, produttiva, sempre alla ricerca di fare meglio e di più e al contempo protagonista del suo destino, del suo mancato sviluppo economico, cosa stà accadendo da una ventina di anni a questa parte ? Il concittadino pone il quesito e snocciola dati statistici che, in effetti, corrispondono alla realtà. Risulta che mentre le altre comunità sono in continua crescita in termini di popolazione, quindi si presume vi sia il gradimento e la voglia da parte dei nativi di restare nella propria città perchè evidentemente offre servizi, lavoro e possibilità di sviluppo locale, quì da noi - ed i dati stanno lì a dimostrarlo - c'è la tendenza ad "emigrare".

Ad andare altrove. Ad acquistare casa e costruire pian pianino la propria famigliola, spendere i propri soldi - quindi contribuendo ad una crescita economica di quella comunità prescelta - da altre parti e non invece ad Ittiri.

Lo studio e la ricerca dei dati degli ultimi venti anni ci dice proprio questo: Ittiri si stà spopolando progressivamente e crediamo sia compito di ogni serio e responsabile amministratore assumere ed elaborare politiche orientate ad arginare, se non bloccare del tutto, questo strano fenomeno.

Abbiamo motivo di credere che nell' arco di alcuni anni ancora perderemo definitivamente la nostra Etnia. Il senso di appartenenza ad una gloriosa comunità che oggi viene frequentata dagli "ittiresi forestieri" solo in occasione delle innumerevoli, continue, pressanti, soffocanti e "isappidamente"  inopportune e inadeguate "Feste&Sagre" che portano sì soldi e partecipazione collettiva - vanto di questo governo nostrano - ma poco o niente in termini di crescita costante sia sotto il profilo demografico (che è importante) che di quello produttivo e di opportunità di lavoro.

Questo fenomeno dello spopolamento è da imputare anche, lo dice chiaramente il nostro concittadino, all' altissimo costo dei prezzi al metro quadro dei lotti edificabili. Questo allontana gli imprenditori che limitano i loro interventi in edilizia alle comande dei privati cittadini in ordine alla manitenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni. Il rapporto tra la popolazione residente ed il numero delle richieste di edificabilità è ancora troppo basso. Questo si ripercuote, come un maglio che trincia tutto, sulle imprese artigiane che hanno solo due possibilità : licenziare i propri dipendenti e chiudere; andare a cercare lavoro fuori dai confini provinciali e, in alcuni casi, sul continente ed anche all' estero. 

 


il-sindaco-Orani.jpg

La popolazione di Ittiri è in diminuzione non solo per il calo delle nascite ma anche per colpa dell'alto prezzo dei lotti edificabili che non attirano nessun imprenditore edile a differenza degli altri comuni vicini a Sassari, inoltre alcuni nostri concittadini hanno preferito acquistare il terreno a Uri perché qua non era possibile; ecco la differenza degli ultimi 20 anni al 31 dicembre:

 

                                      1991                                                     2011



Olmedo                             2602                                                4049           +1447
Tissi                                1489                                                 2307             +818
Usini                               3635                                                  4351             +716
Sorso                            13368                                                 14886           +1518
Muros                               770                                                    850              +80
Ossi                                 5615                                                 5978             +263

Cargeghe                          619                                                    647               +28
Uri                                   2952                                                 3031               +79
Sennori                          7269                                                    7419             +150
Putifigari                          737                                                    756               +19
ITTIRI                              9254                                                 8897             -357

 

Come si può notare Ittiri segna una consistente diminuzione nel numero di abitanti. Troppi decessi oppure pochissime nascite, oppure ancora troppe "evasioni" verso altri lidi più sicuri ?






Come altro si può spiegare questa differenza? I nostri dati sono allarmanti, addirittura Putifigari che da Sassari è più lontano sta tenendo. Cari signori di questa amministrazione comunale, RIFLETTETE e non perdete altro tempo!

 

 

 





















Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Sempre io 07/30/2012 17:18

La popolazione di Ittiri è in diminuzione non solo per il calo delle nascite ma anche per colpa dell'elevato costo dei lotti edificabili che non attirano nessun imprenditore edile a differenza
degli altri comuni vicini a Sassari, inoltre alcuni nostri concittadini hanno preferito acquistare il terreno a Uri perché qua non era possibile. Ecco la differenza della popolazione di Ittiri
negli ultimi 20 anni al 31 Dicembre confrontata con quella di altri comuni limitrofi a Sassari:

1991 2011 Differenza

Olmedo 2602 4049 +1447
Tissi 1489 2307 +818
Usini 3635 4351 +716
Sorso 13368 14886 +1518
Muros 770 850 +80
Codrongianos 1301 1387 +86
Porto Torres 21237 22640 +1403
Ossi 5615 5978 +263
Cargeghe 619 647 +28
Uri 2952 3031 +79
Sennori 7269 7419 +150
Putifigari 737 756 +19
ITTIRI 9254 8897 -357

FONTE www.demo.istat.it

Come altro si può spiegare questa differenza? I nostri dati sono allarmanti, possibile che non si riesca a trarre vantaggio dalla vicinanza con una grande città? Addirittura Putifigari che da
Sassari è più lontano sta tenendo. Cari signori di questa amministrazione comunale RIFLETTETE e non perdete altro tempo.

ME 07/29/2012 19:40

A Ittiri dovrebbero fare qualche festa in meno e qualche opera pubblica in più.

Totoi Fadda 08/01/2012 22:50



Parole sante. Da quell' orecchio però non ci sentono. Anzi, complice il popolo che li sostiene, non vogliono sentire. Vogliamo mettere la loro intelligenza con la nostra  che è misera ?



Arturo Farinelli 07/27/2012 18:08

Fredda analisi sociale ed economica che mette con le spalle al muro chi amministra questo centro della provincia di sassari. Una città che è famosa perchè lì è nato il Sen. Beppe Pisanu uno dei
giovani turchi che diedero una svolta innovativa alla democrazia cristiana di allora e tanti altri politici di caratura provinciale, regionale e mazionale. Oggi sotto quell' aspetto vi è carenza di
rappresentanza a tutti i livelli ed i nomi che circolano negli ambienti politici non sono all' altezza. Da questo vuoto di idee non è possibile creare nuovi spunti originali per ridisegnare un
piano di sviluppo locale che sia proiettato verso il futuro. Ed allora i giovani cercano altrove per realizzarsi. Le imprese sono costrette ad abbandonare la città per evitare di fallire, molte
giovani coppie non se la sentono di fare figli perchè la vita è dura ed ittiri non offre prospettive. Non è forse tempo di muoversi nella giusta direzione ?

Alfonso Puzone 07/27/2012 17:55

Quello che è stato scritto, prima da totoi e poi dal nostro concittadino, risponde alla realtà delle cose che accadono ad ittiri. La popolazione non cresce perchè tutti tendono ad andarsene. Non ci
sono offerte di lavoro; le piccole e medie aziende annaspano; quelle che ancora riescono ad avere ordinativi ed appalti (lasciamo perdere quelle vicine a chi comanda che non fanno statistica...) si
tengono stretti i propri operai di fiducia e non assumono perchè hanno timore delle tasse; i giovani sono costretti ad andare in continente ed all' estero. Io stesso lavoro a olbia e rientro ogni
fine settimana a casa dei miei, dormo lì e poi parto la domenica pomeriggio per riprendere il lavoro. Vengo, e qui hanno ragione da vendere gli articolisti, per seguire le feste che più mi
interessano e per stare due o tre giorni con i miei. Poi però devo riscappare. Ittiri è una città-dormitorio perchè tutti i miei amici fanno vita fuori e rientrano solo la notte per dormire,
qualche birra al bar, incontrare gli amici e via. La città non offre nulla, perchè restare ? Non parlo di bar, anzi di questi ce ne sono già tantissimi, ma di diverse iniziative che attraggano noi
giovani. E' il solito tran tran : salire e scendere al corso, fermarsi in gelateria, rifare la passeggiata, andare al bar. E' un paese morto purtroppo. Forse è meglio se chi amministra apra poco
poco gli occhi e si dia una mossa prima che sia troppo tardi ed ittiri si spopoli per davvero e del tutto.