Le "vittime" del PD

Pubblicato il da Antonio Fadda

 

mantoscanu-copia-1.jpg

   Maria Antonietta Scanu

 

 

 

Ittiri,31 luglio 2010.

 

 

Bruno Farina, vigile del fuoco, assessore allo sport e alla cultura del comune di Ozieri, ex coordinatore della sezione di Ozieri dell' Associazione Progetto  è lui, salvo naturalmente ripensamenti e cambiamenti dell' ultim' ora, l' Assessore Provinciale alle Politiche Sociali  e alla Cultura.

 La delega, prudentemente ancora in mano alla Giudicessa, verrà consegnata entro la prossima settimana. Come già da noi anticipato nei giorni scorsi la trattativa imbastita all' interno del PD prevedeva la presenza di una consistente rappresentanza delle quote rosa.

I nomi che insistentemente venivano pronunciati erano quelli di Giuseppina Sanna, ozierese anche lei, e la nostra concittadina Maria Antonietta Scanu candidata alle ultime elezioni provinciali e, secondo il nostro parere e i dati sono tutti lì a dimostrare quanto affermiamo, clamorosamente bocciata dal suo stesso partito causa difesa di diversi interessi di bottega correntizia ( I Silviani e Spissini contro i BarracinSoristi). Vi è da dire che è stata parimenti premiata dagli elettori ittiresi che gli hanno tributato un bel pacco di preferenze, che comunque non sono bastate a determinarne un quoziente utile per l' elezione.

Giommaria-Deriu-copia-1.jpeg

  Giommaria Deriu

 

Come ho avuto modo di scrivere tantissime volte è davvero un peccato che a causa di differenze di appartenenza correntizia o, come si suol dire di "percorso culturale-politico" diverso da quello che attualmente comanda il PD in provincia e regione, a farne le spese siano le persone che avrebbero ben rappresentato la nostra comunità in seno al Palazzo Sciuti dove già siedono Giommaria Deriu divenuto assessore e Gianni Senes. Ittiri avrebbe avuto, in un sol colpo, ben tre suoi illustri e preparati concittadini a rappresentarne gli interessi e le sorti. Tutti e tre da una posizione politica di privilegio essendo aderenti e parte importante del centrosinistra provinciale.

 

g senes g-copia-1

    Gianni Senes

 

Il problema è tutto interno al PD naturalmente.

Ed anche del PD ittirese che è stato incapace di raggiungere un accordo, forte tra le varie componenti che gli danno vita, per imporre ai tre "comandanti in capo", Spissu-Lai-Giagu, (la Triade sassarese), la necessità di una presenza qualificata e qualificante in seno alla giunta provinciale, in aggiunta a Giommaria, per la parte relativa al PD, che avrebbe determinato una crescita, non solo economica e sociale della nostra cittadina, ma anche, e forse è proprio questo quello che non si vuole, una crescita politica e culturale di cui, per la parte che la riguarda, Maria Antonietta Scanu è portatrice sana.

Avrebbe portato, Maria Antonietta, una ventata di freschezza politica, di genuinità e di spontaneità gradevole che bene avrebbe fatto non solo al PD ma anche a questo nostro povero paesone in balìa del cosidetto "gruppo di Shangai" che miete vittime politiche e malamministrazione consegnando deleghe a degli emeriti ignoranti, in materia assessoriale naturalmente, lasciando fuori dalla porta, per meschinerie di correntone, la qualità la preparazione la responsabilità e la capacità di analisi, di lucidità politica e di onestà intellettuale.

Quì da noi, a "Ittiresainacity" pare sia più importante punire ed emarginare, restringendo gli spazi di manovra alla possibile  "concorrente" non rendendosi conto che così facendo si penalizza pericolosamente tutta una comunità che ha al suo interno artigiani, agricoltori, allevatori, liberi professionisti, disoccupati, donne, disabili che avrebbero avuto possibilità certamente maggiori con una ulteriore presenza nella stanza dei bottoni della provincia.

Ah, già, loro hanno sempre la verità in tasca eh !

Il Partito Patrigno ha così deciso, bisogna adeguarvisi sennò....

 

 

Commenta il post