Lo Strano caso del Dottor Dore: quando sarà fatta chiarezza in modo definitivo ? Quando è che, chi si è macchiato di reato reale, pagherà le sue colpe ? Vogliamo parlarne ?

Pubblicato il da Totoi Fadda

DR.DORE-2.JPG
“Mostro !”, “Santone !”, “Truffatore !”, “Mago !”, “Picchiatore!”, “Seviziatore di anziani !”, “Gestore di Lager !”, “Capellone!” e tanti, tanti altri epiteti e strali verbali, offese, contumelie, accuse e critiche espresse nei vomitatoi sociali e medicamentali, definiti “di alto spessore culturale”, contro uno dei più seri professionisti oggi in circolazione e sfornati, con tanto di specializzazione e laurea a pieni voti, dentro quel gran casino universitàlmente noto come sanatorio dei veleni, fatto di invidie, inimicizie, gelosie, scatti d'ira, ignoranza d' ambito, che se lo viene a sapere Ippocrate se li incula di brutto facendoli passare sotto le forche caudine con stampo “alla Sarda”. Sai che divertimento ! Connivenze e cordate da “nido di vipere”, tranelli e trabocchetti. Un ambiente carico d'odio, alimentato da evidenti e palesissime incompetenze che un semplicissimo “pezzo di carta”, a volte conseguito per nepotismo, figliolanza, padranza, madranza, cuginanza, maritanza, amicizia, chiavanza e chissà quanto altro, certifica una preparazione ed una passione per la missione inesistente ma che per contro funge da “lasciapassare” per accedere a posizioni di potere e prestigio. Ma, si sa, quando non funziona il “manico”, il nucleo direzionale, tutto il bastone giù giù sino alla zappa vacilla contribuendo ad alimentare odio e invidia, malanimità e cattiveria arricchita da quegli antichi vizi, noti a tutti noi e che possono essere condensati in : Superbia, che è quel desiderio irrefrenabile di essere superiori, fino al disprezzo ed al rispetto altrui e, come già accennato, l' Invidia che avvolge, e acceca il coglione che ne viene colpito, da profonda tristezza per il bene e la capacità dell' altro, percepito come male proprio. A tutto questo si è aggiunto un certo tipo di scrittura, nella divulgazione di massa, di stampo casareccio e ciaciarone, da “lati dozi” direbbero i cultori della cionfra alla sassariseria, una scrittura connivente, trombante e disinformante insieme. Una divulgazione bagassante studiata a tavolino, che ha schierato le firme delle terze e quarte file di alcuni giornaloni su tutto il territorio nazionale ed estero, tutti riconducibili ad un ben preciso movimento politico-partitico-catto-cazzante, con intingoli sospetti di stampo massonico, che dovevano e devono tutelare e difendere l' economia dei Grandi Gruppi di Potere, che campano e stracampano, speculando ogni dì, sui drammi delle persone cagionevoli di salute. Se ci guardiamo bene attorno possiamo individuarne i volti, i nomi, le professioni, l' attività prevalente, la camminata e lo sciocchezzaio quotidiano dei loro discorsi, l 'interesse primario per un certo tipo di “accidente” fisico che genera denaro. Possiamo vedere e leggere con occhi diversi, aperti, spalancati, ben disposti alla ricezione della verità, disegni di legge, proposte, interrogazioni, delibere e quanto altro sia riferito alla Salute Popolana, che poi è quella che fa intascare i piccioli solo a “loro”. La gente però dimentica presto, non ha memoria o vuole volutamente cancellare dalla propria coscienza, in tutta fretta, quanto vede e sente e quanto gli accade intorno. E questo è un male. Dobbiamo invece ricordare e tenere sempre a mente chi siano i mostri che ci ronzano attorno. Dobbiamo saper individuare i veri responsabili del danno che vuole essere arrecato contro l' umanità intera, non scherzo, non solo contro una persona singola, solo per meri e sporchi calcoli economici, carrieristici e di rafforzamento del Potere in tutti i sensi. Di chi parlo ? Di che cosa discuto ? Cosa voglio dire ? Beh, svegliatevi cari miei. Ripercorrete con la vostra fresca, lucida e sveglia memoria tutte le vicende legate a quello che è stato definito “Il Caso del Lager di Ittiri” (con il complice e silente mutismo di chi doveva invece difendere la città da questa infangante qualto falsa accusa) che ha visto protagonista, suo malgrado, il neurologo ittirese dott. Giuseppe Dore illustre scopritore della teoria della Psiconeuroanalisi. Scorrete con pazienza ed attenzione, come ho fatto io, tutta la rassegna stampa dell' ultimo anno, a partire dal mese di agosto 2012 sino a qualche giorno fa. Vi renderete conto di quali e quanti siano i “buchi neri” presenti. Vi renderete conto che un certo tipo di repulisti radicale e bonificatore dovrà essere fatto proprio dentro alcune segrete stanze deputate a ben altre azioni ed al rispetto delle regole. Vi renderete conto di quali e quanti affari potrebbero “saltare” grazie alla teoria del Dott. Dore che, non uso “cura” per non essere accusato, esagero, di apologia di reato, aiuta a ritrovare se stessi e la propria coscienza, che ridà fiducia speranza e sollievo a tutte le famiglie che oggi soffrono e patiscono a causa della malattia del secolo : la demenza in tutte le sue forme ed espressioni. Vi presento, tanto per gradire e per iniziare una serie di “cronache sulle scemenze”, e per aiutare a capire quello che io ribattezzo “Lo strano caso del Dott. Dore”, una discussione sviluppatasi nel più importante network di comunicazione che è facebook sulla originalità e sulla bontà delle immagini che ritraggono un signore in papalina che picchia un altro signore o signora che dovrebbe rappresentare il pilastro di tutto un impianto accusatorio. Impianto che ad oggi non ha prodotto nulla che potesse dimostrare, oltre ogni ragionevole dubbio, la responsabilità di tutti gli accusati poi arrestati e ingabbiati. I testi sono stati scaricati direttamente da facebook e, per motivi di privacy, accenniamo alle sole lettere iniziali dei nomi che appaiono nella pagina.
<< Ma chi è che ha registrato quelle immagini nell' appartamento-lager nel quale si vede chiaramente che i ceffoni del signore in papalina sfiorano, senza colpirla, l' anziana e mingherlina signora “disabile” ? >>
19 settembre 2012
Navigante “F”:
ATTENZIONE A TUTTI GLI AMICI... RALLENTANDO IL FILMATO SI VEDE BENISSIMO CHE GLI SCHIAFFI NON COLPISCONO ASSOLUTAMENTE LA FACCIA DELLA PAZIENTE... P A U R O S O ! ! !

 

Navigante “A”:

io non ho questa tecnologia ma nel guardarlo tempo fa mi dette questa sensazione, che lasciai scivolare come un difetto delle micro camera, sarebbe interessante pubblicarla in rallenty....



Navigante “M”:

anche senza il rallenty si vede...

Risponde il navigante “F”:

Il fatto più importante è che a molti è sfuggito, me compreso, che oltre quello già scritto, l'altra anomalia è nella qualità del filmato... neanche una microcamera da 10,00 euro produce video di così scarsa qualità...ma.... se avessero voluto renderlo così volutamente???.........



Navigante “R”:

Andateci piano con certi commenti..... prima cosa: dove è stato scaricato questo video? seconda cosa..... agli occhi degli inesperti può sfuggire un particolare e non dargli peso.... ma a chi è "del mestiere" non può sfuggire l' anomalia del video che và a "scatti" e cioè non scorre omogeneo, questo vuol dire che sono stati tagliati dei fotogrammi........ e il taglio è stato eseguito da uno scalzacane convinto di essere un "drago" nel campo..... Terzo.... l' intestazione dei Carabinieri, quando compare in sovraimpressione nei video, è parecchio diverso e riporta altre indicazioni...........



Navigante “R2”:

vacci piano “F”... non farla così semplice...... per prima cosa si ha bisogno di rilevare la velocità di ripresa originale con l' esatta risoluzione, far girare il video in un programma con gli stessi requisiti di quello usato per la ripresa, e poi..... rallentarlo. Col sistema che hai indicato tu si corre il rischio di far saltare dei fotogrammi..... e non si deve mai dimenticare che i tecnici dei …......... o della …..............., non sono gli ultimi arrivati.... e il video che hai linkato proviene da youtube e non dal link della Nuova Sardegna.





Navigante “A2” :

Chiedo scusa ma il filmato cosa sta a testimoniare ? Mi sembra che ci sia chi le da e chi le prende. Io sinceramente non ho capito se è un infermiere che le prende o chi è la persona che sta dando gli schiaffi..



Navigante “L” :

Però è strano , perchè se i colpi che dovessero veramente arrivare il poveretto (e magrissimo) non potrebbe più stare in piedi. Un colpo come viene suggerito dovrebbe stendere subito invece non perde neanche l'equilibrio..strano



Navigante “D” :

Ma scusate...un infermiere presta servizio in pigiama? E in papalina...e le ciabatte da camera..bo a me pari una mezza cazzata, dabboi...io ho assistito dei malati di alzheimer..se prendevano solo uno di quegli schiaffi li stendevi , poi cosi magrini, mahhh ho dei forti dubbi ecco!



Navigante “A3” :

A quanto pare le persone che hanno dei dubbi sono tante, vedremo gli esiti delle indagini e il percorso della giustizia, a me sembra una grande bufala costruita anche male !



Navigante “F” :

La persona che le prende è una donna, l'altro è il marito e sono di Dolianova...volete sapere altro?... i dubbi guardando questo video non li ho avuti neanche la prima volta che l'ho visto... e rallentando le immagini ci si accorge di quanti tagli sono stati fatti e sono molti di più di quello che si percepisce così... poi il link originale si trova sotto la testata della nuova sardegna online e non su you tube, solo dopo è stato caricato lì, anche videolina e le tv nazionali lo hanno trasmesso per cui you tube c'entra ben poco... abbiamo le testate giornalistiche e i filmati scaricati quel giorno...

 

Navigante “A” :

Quindi due attori di Dolianova alle prime armi?

Navigante “A” :

UN GRANDISSIMO BLUFF .... TUTTO FATTO A TAVOLINO PER ROVINARE GIUSEPPE DORE!!!



Navigante “L” :

Riguardarlo in tutta calma senza i titoloni addosso fa una bella differenza

Navigante “A3”:

IO NON SONO DI SASSARI E NON CONOSCO QUESTO GIUSEPPE DORE, MA ANCHE UNO SCIOCCO SI ACCORGEREBBE CHE E' TUTTA UNA MONTATURA!!!



Navigante “A5” :

Lo sapevamo tutti che il dottor Dore è innocente, abbiamo risposto a centinaia di millantatori che in diversi forum e siti internet attaccavano come cani rabbiosi.. adesso dove sono? perchè non scrive più nessuno dando del "mostro" e ogni altro genere di insulto.. dove siete? nomi e cognomi!

Da qualche mese il Dott. Dore ha ripreso la sua attività. Vede e cura tantissimi malati raggiungendo in alcuni casi risultati di una certa importanza. E' notizia di questi giorni che tra qualche mese due “illuminati” esperti, provenienti dall' Emilia Romagna, dovranno certificare la valenza della sua teoria. Si avete letto bene, “certificheranno sulla valenza o meno della teoria della Psiconeuroanalisi” che, sino a prova contraria, nessuno può giudicare ne valutare. Il perchè lo diremo, forse, alla prossima puntata.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Perplesso 05/30/2013 20:47


Leggevo quanto scritto dall' ordine dei medici nei confronti di dott. Dore in svariati articoli, tipo questo:


http://www.sassarinotizie.com/articolo-12377-il_comunicato_dell_ordine_dei_medici_sull_operazione_lager_a_ittiri.aspx 


Dove il presidente dell' ordine dice:


"Il Consiglio dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Sassari, in merito alla vicenda relativa all'arresto di quattro medici coinvolti nell'inchiesta
su presunti maltrattamenti a malati di Alzheimer, pur con la speranza che i sanitari in questione possano risultare estranei ai fatti contestati, ribadisce che, nell'ambito delle proprie
competenze, procederà autonomamente nella valutazione dei fatti di rilevanza disciplinare, che verranno analizzati con l'attenzione necessaria, garantendo scrupolosamente i diritti di tutti i
soggetti a vario titoli interessati.


Nelle more dell'esito del procedimento giudiziario in corso, l’Ordine adotterà le misure previste dall’attuale normativa, che prevedono l'immediata sospensione dall'Albo di colleghi
sottoposti a misure restrittive."


Orbene, in relazione ad altro fatto accaduto, nel 2010 ad un altro professionista, nel seguente articolo:


http://www.sassarinotizie.com/articolo-755-altre_due_querele_per_truffa_nei_confronti_di_un_oculista_sassarese.aspx


lo stesso presidente affermava:


"L'Ordine dei medici. L'oculista è sottoposto a un processo penale. Anche l'Ordine dei medici si è mosso per cercare di fare chiarezza sulla vicenda. Ha infatti chiamato e ascoltato
sia lo specialista che la prima vittima. «Le due testimonianze hanno lo stesso valore e in Italia si è innocenti fino a condanna definitiva. - spiega
Agostino Sussarellu, presidente dell'Ordine dei medici di Sassari - L'Ordine non prevede la possibilità di sospendere o procedere in altro modo contro un medico che non sia stato condannato o non
abbia confessato.»"


In questo caso come dovremo intendere le due differenti affermazioni, e dove starebbe la verità?


Perchè poi l' ordine si interessa tanto di verificare la validità dei contenuti del libro di dott. Dore? La stessa validità non gli è forse è stata già riconosciuta da parte di un team di esperti
in sede di valutazione della tesi di specializzazione(essendo il libro la pubblicazione della tesi)? Nonostante ciò in questo articolo:


http://www.sassarinotizie.com/articolo-12376-ordine_dei_medici_la_psiconeuroanalisi__terapia_finta_per_una_malattia_finta_.aspx


si legge:


"A questo punto l'Ordine ha deciso di rivolgersi a un team di specialisti neurologi, lontani dall'ambiente sassarese "per evitare che ci potesse essere qualsiasi pressione esterna
dovuta a conoscenze personali". Il compito di questi scienziati era quello di analizzare il libro scritto da Dore, unica pubblicazione sul tema della psiconeuroanalisi, e di cercare se ci fossero
basi per validare la teoria. Da questo esame ne è scaturita una relazione orale, che ora sarà anche trasmessa all'Ordine in forma scritta, nella quale sostanzialmente si dichiara che "la
psiconeuroanalisi è una terapia che non esiste, inventata per curare una patologia, l'isterodemenza, che a sua volta non esiste". 


Inoltre nell' articolo che riguarda l' oculista oltre al medico sembrerebbe siano stati sentiti i pazienti. Per il dott. Dore è stato fatto lo stesso? 

Eugenio 05/25/2013 16:20


E' assai interessante poter trovare qua e la per la rete notiziuole istruttive. Soprattutto è bello vedere gli "accusatori" di Dore "tutti insieme spudoratamente", senza che nessuno avanzi la
benchè minima idea della possibile esistenza di conflitto d' interessi o altro.


http://lanuovasardegna.gelocal.it/regione/2011/10/03/news/geriatria-nella-terra-dei-longevi-seminario-nazionale-ad-alghero-1.3550674


http://www.sigot.org/userfiles/Programma_ALGHERO_2011.pdf


http://www.sigot.org/userfiles/PROG_PRELIMINARE_SIGOT_con_deadline.pdf



zerozerosette 05/25/2013 11:23


E' inquietante, e ti da anche un senso di impotenza e di insicurezza apprendere e capire, dalla lettura attenta dell' articolo, che quelle istituzioni e quelle persone che le rappresentano che
dovrebbero garantirti la sicurezza sono (non tutti per fortuna) collusi ed in combutta con quelli che vogliono sfruttare le malattie per fare soldi. Dico questo perchè ripercorrendo tutta la
vicenda (ho dato retta a totoi che consigliava un escursus storico sui fatti attraverso le pagine dei giornali) viene alla luce del sole che tutte quelle accuse infamanti ed infanganti
(ripetutamente pubblicate dalla Laudante ogni volta che parla di Dore senza essercene alcuna ragione) mosse dal vero malato, noto incestuoso, non vi è alcuna traccia.  E non vi sono tracce
perchè sono state riconosciute inconsistenti, astruse, campate in arie,  tantè che Dore (qualche magistrato riflessivo e serio si trova sempre) è tornato alla cosiddetta "vita normale", (se
possiamo definirla normale dopo tutti i patimenti che ha dovuto soffrire insieme a Salvatore in carcere). Chi pagherà per questa vera ingiustizia ? Dove è andato a finire il perbenismo ed il
garantismo degli ittiresi, a partire dal Capo in testa, che non si sono degnati neanche di proferire parola in sua difesa ? A dire male ci sono buoni tutti, il difficile viene quando si deve
ammettere che la persona è onesta ed è degna della considerazione di tutti. Non ho ancora letto un attestato di solidarietà da parte di quelli "che contano", da parte dei cosiddetti "moralisti",
i "puristi" locali che pare godano come ricci dei mali altrui. Peccato, una città come Ittiri che scade nella mondezza del silenzio e non difende come dovrebbe i propri concittadini che
segneranno indelebilmente e nel prossimo futuro il nuovo corso nella cura contro le demenze. Il complotto, e c'è davvero stato credetemi, ha una sola funzione che è quella di soffocare ogni
tentativo utile a limitare gli affari di alcuni baroni. E tutti noi, voi, sappiamo bene chi siano perchè vi fiondate, con precipitazione, nei loro studi per chiedere, a pagamento salato,
certificazioni. Vergogna, vergogna, vergogna. 

battista diez 05/23/2013 11:49


Come Sempre i tempi della magistratura sono veramente vergognosi, ma intanto gli indagati devono assistere quasi passivamente alla mala giustitzia italiotta.

Michele 05/22/2013 15:45


Cessu!!!!! Ma anche i giornalisti corrompono?


http://video.repubblica.it/le-inchieste/sanita-in-conflitto-regali-per-orientare-l-informazione/117774/116237


Ecco ecco......ora mi spiego tante cose.

Edmondo Nurchis 05/22/2013 15:27


E' palese che Dore con la sua scoperta abbia toccato un gli interessi economici di personaggi potenti. L' inchiesta di Repubblica del Gennaio del 2013, mette in luce come l' Italia sia soggetta a
una "megaindagine" sulla corruzione nella Sanità da parte delle case farmaceutiche:


http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/01/29/news/scienza_sospetti-51500529/?ref=HREC1-2 


Tra le varie interviste, assai interessante è quella fatta al Generale dei Carabinieri Piccinno, che evidenzia come la corruzione di "Big Pharma" arrivi a toccare anche chi dovrebbe esserne
immune:


http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2013/01/28/news/le_mazzette_ora_sono_mascherate_e_c_chi_si_sente_un_intoccabile-51457698/ 


In un' altra inchiesta, sempre di Repubblica, del 2012 ci si rende conto di una realtà sconcertante a molti sconosciuta:


http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/inchiesta-italiana/2012/03/08/news/anziani_a_perdere-30762838/?ref=HREC1-11

Bobboi Monincu 05/21/2013 12:50


La cosa più strana di questo "caso Dore", o perlomeno quella che balza subito agli occhi, è il vedere un' "Illitterato" associato al fior fiore dei grossi "baroni" nell' accusa a questo
professionista. Insomma, quale sarebbe l' elemento che li unisce?


Altra stranezza che risalta in quell' articolo postato da Mattedu è che nel titolo della tesi del Dore appaia l' indicazione contenutistica (non rilevata sembrerebbe dalla "pochezza
intellettuale" della giornalista) di un "Nuovo paradigma teorico terapeutico", cioè di un qualcosa di nuovo che sconvolge il vecchio o che lo sovverte addirittura. Un nuovo paradigma propone,
come gli scienziati sanno bene (lasciamo i cosiddetti pseudoscienziati figli del "nepotismo baronale"), un cambiamento repentino che determina un grande fermento, turbolenza e conflittualità,
finchè tutto poi non si risintetizza in un qualcosa di nuovo.Ma Nuovo paradigma significa che esiste un vecchio paradigma, che è difficilmente eradicabile nell' ortodossia pseudo-scientifica a
stampo "nepotistico-baronale", che bada più al proprio progresso che a quello della scienza. Max Planck scriveva nella sua "Scientific autobiography" (1968) "....una nuova verità
scientifica non trionfa convincendo i suoi oppositori e facendo vedere loro la luce; essa trionfa perchè prima o poi i suoi oppositori muoiono e cresce una nuova generazione che ha familiarità
con essa". Ebbene siccome gli oppositori del nuovo paradigma di Dore sanno bene che quanto scriveva Planck è vero, allora hanno pensato bene di "cancellare" questo Nuovo Paradigma nei
modi che noi abbiamo davanti ai nostri occhi, così da tenere in auge il loro status quo.


Ora, dico, come si può dare prima un riconoscimento scientifico e legale a una tesi di specializzazione (che parla di un Nuovo Paradigma) da parte di una commissione esaminatrice, che si suppone
sia formata da degli esperti, e poi si tenti di disconoscerne i contenuti (si sa infatti che il libro del Dore è la pubblicazione della sua tesi), accusando l' autore di "ciarlataneria"?

Giurisprudenza Vera 05/18/2013 09:49


Domanda legittima quella di Mattedu. Vuoi vedere che scava, scava vengono fuori delle verità che sino ad oggi la stampa ha tenuto segretamente occultate per coprire inesatezze, falsità,
connivenze, complicità vergognose, false piste, false prove ? E quello che si è accusato di aver usato la violenza con i disabili, dichiarazioni rigorosamente messe a verbale, come mai è ancora
libero di circolare ? A Berlino ci sarà pure un magistrato ?

Antoni Mattedu 05/17/2013 23:56


Mi chiedevo, ma se questi video sarebbero di questo signore di Dolianova, che dovrebbe essere stato arrestato a Giugno 2012 come è possibile vedere dall' articolo della Nuova Sardegna:
  http://lanuovasardegna.gelocal.it/sassari/cronaca/2012/06/12/news/cure-anti-alzheimer-a-ittiri-indaga-la-procura-1.5251657 


perché allora sono stati diffusi solo ad Agosto 2012? Non era più ovvio consegnarli alla stampa già da Giugno?