Lungodegenza dell' Alivesi e del Seunis: Chiusura anticipata per mancanza di ricoveri ?

Pubblicato il da blogger

L' Inganno e la strategia condivisa per la chiusura dell' Alivoise

di Giuanniccu Lezzeri Pazzona

 

errare umanum 

Hai, hai, hai avrebbe detto il povero Mike Bongiorno. Sig. Sindaco, Lei mi è caduto sulla questione dell' Alivoise eh ! Come mai ? Eh ! Come mai ?”

Vorrei provare a raccontare a tutti i lettori di questo blog la storiella dell' inganno, con inculata finale, sul destino infausto che toccherà subire all' Industria Sanitaria Alivoise di Ittiri e studiato nei minimi dettagli e particolari da chi queste cose le studia per mestiere e, pure, ci campa. Sempre sulla pelle e sulla salute, se non sulla vita, degli altri.

Non ha nessuna importanza se queste decisioni danno corso alla degenerazione di servizi essenziali per la salute umana. Pare non importi proprio a nessuno la costante ridotta e a volte mancata assistenza sanitaria di vera e adeguata qualità; non ne frega propria ad alcuno, men che meno a quelli che incassano soldi da questa laboriosa comunità per amministrarla così come la amministrano, se le mancate prestazioni di tipo specialistico generano dei “viaggi della speranza” altrove. Viaggi pagati a caro prezzo sia in termini di danaro sia in termini di “trattamento”. Non importa a nessuno, così pare, – sino a quando non si verrà “toccati” di persona - della totale mancanza di un ben preciso punto di riferimento per la “Città” di Ittiri, e per tutti i paesi ed i loro cittadini che sull' Alivoise puntano per ottenere servizi sanitari immediati e qualificati a portata di mano, vicini e raggiungibili nel più breve tempo possibile. Pare che i sacrifici affrontati da tantissimi vostri concittadini, andati fiduciosi e speranzosi in una più efficiente e puntuale assistenza, accompagnati dal 118 in altre e ben conosciute strutture di Sassari, non vi hanno ancora convinto della necessità della presenza e della utilità di una struttura sanitaria quale quella del vostro ospedale. L' Alivoise, come lo chiamo io francesizzando un pò.

La lungodegenza tanto strombazzata dai vostri amministratori, di maggioranza e di opposizione ad esclusione di Zampa Marras, non è altro che l' inizio della fine di un ospedale storico come il vostro. Infatti se è vero come è vero che la lungodegenza di Sassari, diretta dal Dott. Uneddu, ha fornito circa 500 prestazioni ai ricoverati nel solo anno 2011, con 24 posti letto – fonte ASL letta su Alguer notizie-. Come sarà ipotizzabile e possibile che Ittiri e Thiesi, con 18 posti letto a testa, possano dare assistenza ad altrettanti cittadini, mantenendo intatto il diritto ad esistere, e mantenendo in alto l' indice di assistenza ? Sapete a chi spetta il compito di ricoverare ad Ittiri e a Thiesi ?

Al medico di famiglia ? Errore !

Al medico del cosiddetto pronto soccorso di Ittiri e di Thiesi ? Errore !

Al medico del reparto di lungodegenza di Ittiri e di Thiesi ? Errore !

Spetterà invece al Pronto soccorso di Sassari dove si dovrà necessariamente presentare l' anziano che ha bisogno di cure ed assistenza post-acuzie. Prima “dirotteranno” i malati alla lungodegenza di Sassari poi, se ne “avanzano”, alle strutture di Ittiri e poi di Thiesi.

Pensate forse tutti voi cittadini ittiresi che il Pronto Soccorso di Sassari scelga per primo Ittiri e per secondi Thiesi ed in finale la lungodegenza di Sassari ?

Ebbene se pensate così siete dei poveri illusi.

Da non trascurare la proposta dell' On. Mario Bruno, area Soriana, che stà spingendo affinchè anche Alghero abbia una divisione di lungodegenza ! Insomma cari ittiresi nel prossimo futuro saremo circondati da una miriade di reparti di Lungodegenza, di Residenze Sanitarie per Anziani, da Case Serene ! Andrà a finire che molti ospedali, leggi pure Ittiri e Thiesi, non rientreranno nei parametri stabiliti dal Governo Monti, che prevede un certo numero di posti letto ed una certa “movimentazione”, e che basano l' esistenza in “vita” di una struttura, solo sul numero complessivo dei ricoveri avvenuti durante l' anno.Chi non sarà all' altezza del rispetto dei parametri verrà chiuso. Quindi fra qualche anno, ad elezioni comunali già avvenute, assisteremo alla pratica dello scaricabarile dove ognuno dei politici in campo darà la colpa all' altro per la chiusura o il ridimensionamento dell' Ospedale Alivoise ! Tutti contenti ? Siete soddisfatti ? Il vostro sindaco sa queste cose ?

Io credo di si. Perchè non è uno sprovveduto.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Sebastiano 02/29/2012 11:43

Se l' analisi fatta da Giuanniccu Lezzeri Pazzona risultasse esatta allora siamo davvero di fronte al grande inganno del secolo ! Il ragionamento fatto fila bene e consente a tutti noi che leggiamo
di capire a fondo i meccanismi che muovono le decisioni sia del direttore generale sia del sindaco di ittiri e di quello di thiesi. Questi ultimi non sono certamente ignari di quello che accadrebbe
se venisse realizzata la lungodegenza in questi termini, cioè non si potesse ricoverare sul posto ma fare il giro delle sette chiese esponendo i malati, anziani oltretutto, a viaggi estenuanti e
defaticanti. Mi domando come avranno fatto ad accettare un accordo del genere che va totalmente contro la cittadinanza e l' utenza dei loro territori. Credo siano ancora in tempo a cambiare
posizione e rivendicazione arricchendo ancora di più la piattaforma di Zampa e, tutti insieme, sostenerne l' applicabilità tenendo nel dovuto conto gli interessi sanitari dell' intera collettività.