Mala tempora currunt !

Pubblicato il da Antonio Fadda

 

 

-<< Ne prendo atto e mi riserverò di assumere le decisioni conseguenti...>>

Potrebbe essere andata in questo modo la discussione, a denti strettissimi e digrignanti, tra il consigliere Giuseppe Pisanu-Pisanello ed il Sindaco Tonino Orani, alias tremiladuecentoquattordici.

Non è certamente soddisfatto Pisanello sul come è stata composta la giunta alla 2ª del Tonino locale. Si aspettava un minimo di rispetto, non solo per i suoi 204 voti, ma per un riconoscimento sostanzioso e sostanziale per il suo contributo, di non poco conto, alla vittoria schiacciante e sonante conseguita. Si aspettava, a coronamento della sua fedeltà verso un Centro-Sinistra distratto e direttorale, un seppur piccolo ma significativo segnale che gli potesse consentire una più che mai necessaria e politicamente doverosa riorganizzazione dell' anima Popolare-Cristiana ancora fortemente presente nella nostra società locale. Un' anima diversa, non estremistica, più leale verso quella porzione di Popolo che Pisanello rappresenta ed al quale vuole dare voce e rappresentanza. Un popolo, è bene dirlo, fortunatamente orfano di quella presenza politico-intellettuale, di memoria Simulocratica, che aveva adagiato la cultura Democratico-Cristiana su un Dossettismo casareccio spostato e sbilanciato tutto a sinistra. Troppo a sinistra.

Pisanello invece incarna il moderatismo Democristiano, la tolleranza e la discussione contro ogni forma di arroganza del potere sin qui esercitata; vuole dare spazio e cittadinanza al confronto continuo e alla comprensione contro la freddezza decisionale stile “Imperator”. Ci tiene Pisanello a questo ruolo. Che è importante e che nel prossimo futuro potrà crescere e svilupparsi ancora di più.

Però, cari internauti , non è solo Pisanello ad essere scontento e deluso dal metodo usato per la distribuzione degli incarichi. Ne conosciamo almeno tre di casi analoghi. Sono tre ex fedelissimi che soffrono maledettamente di astinenza assessoriale. Qualcuno si aspetta, almeno come premio di consolazione, la Presidenza del Consiglio Comunale; un altro si era illuso in un “premio fedeltà”, un altro ancora puntava e punta tuttora a rappresentare in giunta quella sinistra operosa, davvero di sinistra, e di vicinanza ideale al popolo.

Eh si, mala tempora currunt.

Io aggiungerei anche ad calendas graecas.

Da parte nostra formuliamo i migliori auguri di buon lavoro. Nell' interesse esclusivo della nostra cittadina. Non mancheranno i nostri contributi critici e costruttivi.

 

 

 

 

 

 

sa-funtana-noa.jpg

Commenta il post