Mente criminale ? Sete di denaro ? Sete di potere o semplicemente imprudenza e leggerezza ?

Pubblicato il da Arturo Farinelli

malato alzahimer 1

Quale potrebbe essere, ci domandiamo dando sfogo alla fantasia macabra stimolata dai racconti e dalle testimonianze rese sino ad oggi, il piccolo, o se volete grande, mondo nel quale navigavano i dirigenti dell’ AION, guidati da Giuseppe Dore e sostenuti da tutti i protagonisti coinvolti sino ad ora a vario titolo  ?

Era un mondo forse abitato dall’ossessione del danaro ? Una ossessione ristretta in un grumo di tic e di rancori, di odio antico e voglia di rivalsa all’ interno di una società, quella ittirese, che ignorava, per distrazione sociale,  l’ attività della Organizzazione di Volontariato ?

Un mondo nel quale i “picchiatori”, stando alle testimonianze di Davide Casu, l’ ex socio-torturatore pentito, si erano segregati con il loro mistero umano, con il loro “patrimonio” e con la sua amministrazione, all’ interno del cosiddetto “Lager degli orrori”? 

Amministratori, dirigenti, soci e protagonisti che, dopo i “pestaggi terapeutici e curativi”, tornavano a navigare, con tutto il loro livore contro gli uomini e le donne disabili, la vita stessa, la noiosa ma festaiola quotidianità ittirese e, a seconda dei propri punti di vista, quella familiare ? Dobbiamo credere a  questa cronaca criminale ?

Perché questo appare, è questa la nostra visione, dalle cronache e dai vari reportage, interviste, scoop e articoloni vari che indignano tutti i cittadini ed i lettori che si avventurano, ignari dei trabocchetti giornalistici, nella lettura di questi “verbali” giornalistici . Ci domandiamo se sia possibile che i protagonisti siano inutilmente fratelli, inutilmente padri e madri, inutilmente nonni, i “picchiatori”, in quella sede sociale curatissima ed ordinatissima di via Savagnolu. Tornare a casa dopo aver pestato sino a “ farle diventare le borse degli occhi rosse” e giocare gioiosamente con i propri figli o dialogare, come se nulla fosse successo, con i propri cari.
E’ davvero credibile che, come accade sempre, nella parabola dell’uomo e delle donne per bene che avrebbero – stando alle notizie e resoconti – il demonio dentro, i medici ed i dirigenti volontari, dopo aver freddamente picchiato e vessato all’ inverosimile, senza che i parenti potessero sospettare alcunchè, continuavano a seguire tranquillamente l’ordine delle abitudini di sempre ?

Così tutti i giorni della settimana, dall’ inizio dell’ avventura della  teoria sulla buona applicazione della Neuropsicoanalisi.  
Dobbiamo credere alla tesi che il complice “eccellente”, l’ immancabile figura da best-seller o da giallo noir con colorazioni di varia miseria umana presente in ogni libro di terz’ ordine, del politico “trafficone”  (perché così è stato rappresentato) che con leggerezza e totale dedizione a quello che qualche giornalone benpensante ha definito il “Medico con gli Stivali”, si possa essere macchiato di una complicità così “pesante”, “ingombrante”, “infamante”  ? Una complicità che poteva mettere a rischio, con tutte le ripercussioni che questo avrebbe comportato, una brillante carriera politica già ben avviata ?

Chi risponderà a tutti questi interrogativi, quesiti, dubbi, aspettative ? In primo luogo i tribunali con le loro sentenze, accettabili o meno, sino all’ ultimo grado di giudizio. Ma chi potrà ridare , se risulterà vera la violenza aldilà delle prove e testimonianze processuali,  quella ricercata tranquillità e serenità agli anziani coinvolti. Alla loro sofferenza, ancora inespressa per i motivi che tutti noi comprendiamo e conosciamo.   



Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Burriccu 08/20/2012 23:47

La merda viene a galla
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_231_20120820082632.pdf

john 08/15/2012 10:23

CHE VERGOGNA;

Come da titolo, che VERGOGNA!! ce poco da dire o da scrivere, in quanto pare che, dalle "fonti" OVE, dovremo vedere la luce vediamo il buio!! il tutto si può commentare solo come un vergognoso
trattamento alla Hitler, inferto ai poveri malati di Alzheimer, mi pareva strano che qualche MAGONE VOODOO non saltava fuori, con indotto di raggianti collaboratori e/o assistenti macabri, ho poi
letto la baruffa del blog addetto, nel quale due personaggi si scornano, uno difendendo il santone NAZISTA e l'altro infierendo contro!! ma dico, ne vale veramente la pena commentare i fasti di un
catatonico!? in sintesi si tratta di una persona cattiva con aspirazioni Hitleriane da campo di concentramento, grazie a tutti per l'attenzione BYE!!

Totoi Fadda 08/23/2012 21:09



Spiegati meglio.