Mi.ncul.pop. Ovvero: La Monnezza Elettrica Ittirese. E il Popolo ? Eh, jia pone fattu !

Pubblicato il da Antonio Fadda

 

CASSONETTO.jpeg

Il Popolo è Sovrano ! L' interesse primario di un bravo amministratore è quello di gestire al meglio la cosa pubblica evitando inutili sprechi e danni economici agli amministrati. Se leggete attentamente la delibera che proponiamo quì sotto si può notare che, dopo mesi di silenzio sul fattaccio delle assunzioni illeggittime alla nettezza urbana, si stà cercando di mettere una pezza, sempre sulle spalle della cittadinanza resa cieca e sorda dall' attività festaiola..., per evitare che chi ha sbagliato nell' intrallazzume monnezzaro paghi in prima persona. Ecco allora cosa ha partorito il "Consiglio di Amministrazione" della cosiddetta città di Ittiri: ti maggioro l' addizionale all' ACCISA sull' energia elettrica e mi copro i costi derivanti dalla gestione dell' Igiene Pubblica. Con motivazioni, se leggete bene, accettabili e, a prima vista ed agli occhi degli ignari ittiresi, condivisibili. Ma non la pensa in questo stesso modo l' opposizione che chiama le cose con il proprio nome e denuncia questo tentativo (che comunque passerà sulle spalle larghe di tutti i cittadini) di infinocchiamento generale. Naturalmente con l' utilizzo di vasellina, tanta vasellina.
   

 

 

ATTO N° 29

DEL 20/07/2011

OGGETTO:RATIFICA DELIBERAZIONE G.C.N°106 DEL 28.6.2011 AVENTE PER OGGETTO: APPROVAZIONE MAGGIORAZIONE DELL'ADDIZIONALE ALL'ACCISA SULL'ENERGIA ELETTRICA AI SENSI DELL'ART. 2, C.2BIS, D.L. N. 225/2010, CONVERTITO IN LEGGE 26 FEBBRAIO 2011 N. 10 - VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2011.

 

L’anno 2011 addì venti del mese di luglio con inizio alle ore 11:25 in Ittiri, nella sala delle adunanze della casa comunale, in sessione straordinaria ed in seduta pubblica di Prima convocazione, partecipata ai signori Consiglieri con avviso regolarmente consegnato a norma dell’art. 22 del vigente Regolamento comunale per il funzionamento del Consiglio Comunale, si è riunito il Consiglio Comunale, con la presenza dei Signori:

 

NOME E COGNOME

QUALIFICA

PRESENTE

ASSENTE

ORANI ANTONIO LUIGI

Sindaco

X

 

SIMULA GIAN BACHISIO

Consigliere

X

 

DEDOLA GIOVANNI BATTISTA

Consigliere

X

 

PINNA GIOVANNI MARIA

Consigliere

X

 

SAU ANTONIO

Consigliere

X

 

FIORI GIUSEPPE

Consigliere

X

 

PISANU GIUSEPPE

Consigliere

X

 

SCANU GIOVANNA

Consigliere

X

 

SANNA DANIELE

Consigliere

 

X

COSSU GIOVANNI MARIO

Consigliere

X

 

MAIORE MARCO

Consigliere

X

 

PIRAS CATERINA

Consigliere

 

X

PISANU GIOVANNI MARIA

Consigliere

 

X

ZARA GIACOMO

Consigliere

X

 

DESOLE ANGELA

Consigliere

X

 

SIMULA VALENTINA

Consigliere

X

 

MARRAS GIOVANNI PIETRO AGOSTINO

Consigliere

X

 

 

Presenti

     n° 14

Assenti

     n°  3

 

Partecipa con funzioni consultive, referenti, di assistenza e verbalizzazione (Art. 97, comma 4, lettera a) del D. Lgs. n. 267/2000)  il Segretario Comunale: Dott. Francesco Sanna.

 

Constatata la legalità della seduta per il numero degli intervenuti, assume la Presidenza il Dott. Antonio Luigi Orani, nella sua qualità di Il Sindaco, che dichiara aperta la riunione ed invita gli intervenuti a deliberare sull’oggetto sopraindicato

 


IL PRESIDENTE

 

Concede la parola per l’illustrazione della proposta all’Assessore al bilancio Sau che riferisce delle decisioni adottate dalla G.C. in ordine alla maggiorazione dell’addizionale dell’accisa sul consumo energia elettrica e sulle conseguenti variazioni di bilancio. Evidenzia come la scelta sia stata quella di incrementare solo del 50% rispetto all’aumento consentito dalla legge e specifica che il maggiore gettito andrà a coprire i costi del servizio di igiene urbana abbattendo i costi a carico del bilancio comunale.

Aperta la discussione, chiedono di intervenire i consiglieri:

Zara: Ritiene che in questo periodo di crisi economica, sia inopportuno che il Comune applichi un aumento dell’addizionale sull’energia elettrica e che questo non si concilia con quanto sempre detto dall’Assessore competente quando vantava il raggiungimento del 70% di raccolta differenziata con un conseguente abbassamento della tassa. Si è verificato l’esatto contrario, visto che il Comune ha previsto questo aumento anche se nella misura del 50%. Ribadisce che in questo momento non è opportuno aumentare le tasse ai cittadini e preannuncia il suo voto contrario.

Marras: Ricorda di aver votato contro il bilancio e che anche questa volta lo farà in quanto contrario a tutte le maggiorazioni e su tutto ciò che incide sulle tasche dei cittadini.

Desole: Conosciamo la situazione di crisi e che, in Comune, probabilmente ci sono pochi soldi. Non trovo giusto questo aumento ed avrei preferito una differenza piu’ marcata tra prima e seconda casa.  Preannuncia il voto contrario.

Simula GB: Nel ricordare la scelta che la G.C. ha unanimemente effettuato, ricorda al consigliere Zara che le previsioni della raccolta differenziata si sono realizzate esattamente come previste. I costi però sono aumentati perché la Regione ci ha costretto a conferire i rifiuti in un nuovo sito, molto piu’ lontano del precedente e dunque con costi maggiori di percorrenza, e ci costringe a pagare una differenziazione del rifiuto che noi già facciamo. I risultati della raccolta sono stati conseguiti ma se pensiamo ai nuovi tagli imposti dalla recente manovra del Governo non vi è dubbio che non siamo certo noi a mettere le mani in tasca ai cittadini. Noi avevamo la possibilità  di raddoppiare l’addizionale ed invece ci siamo limitati al 50%. Non abbiamo applicato la misura consentita proprio perché la situazione economica è quella che tutti conosciamo. Ma la situazione del ns Comune, compromessa dai tagli e dai vincoli per il rispetto del Patto di stabilità nonché dai pesanti tagli futuri, ci imponeva di fare qualcosa anche perché stiamo prevedendo di poter fare degli interventi complementari al servizio di nettezza urbana, che ne miglioreranno la qualità come ad esempio la pulizia tombini e quella delle periferie invase da rifiuti. I sacrifici non li stiamo chiedendo noi ma sono imposti dai tagli previsti dalle manovre del governo.

Marras: Ribadisce che, in coerenza con la posizione assunta con l’approvazione del bilancio, non può  cambiare il voto che sarà contrario alla proposta.

Pinna: E’ evidente a tutti quanto viene a costare il servizio al Comune e bisogna sottolineare che la TARSU non è stata toccata proprio perché avrebbe inciso maggiormente. La normativa ci ha indicato questa strada, questa possibilità che è stata colta perché bisogna sostenere le spese, che ci sono e che bisogna incrementare sempre anche per fronteggiare calamità o altri avvenimenti. Dobbiamo crearci un minimo di copertura per poter intervenire anche in occasioni straordinarie. Anche i problemi causati da cantine allagate, dallo scoppio di fogne sono situazioni che devono essere affrontate e richiedono soldi. I cittadini richiedono interventi e per questo sono necessarie delle spese. La strada scelta è stata ponderata e non appesantisce di molto il carico fiscale dei cittadini. La scelta del 50% di aumento è una via indolore perché non graverà cosi tanto sulla vita delle famiglie. L’aumento comunque non copre le spese previste per il servizio stesso di igiene urbana.

Desole: Non ho ma usato aggettivi nei confronti di nessuno e pretendo che non si usino nei miei confronti. Volevo dire che questo aumento è una maschera perché i cittadini non sanno che le bollette saranno aumentate per scelta del Comune; la gente penserà che sia l’ENEL ad aumentare il costo della bolletta.

Sau: Non sono d’accordo con Desole. Si sta amministrando una comunità che soffre dei tagli dell’ICI, dei tagli di 245 mila euro per quest’anno, dei 400 mila ed oltre per il prossimo e di quelli previsti dalla recente manovra del Governo del quale ancora non si conoscono gli effetti che saranno comunque pesanti. Mi chiedo come si pensa di amministrare di fronte ad una richiesta sempre maggiore di servizi, anche da parte dei consiglieri che giustamente sollecitano ad esempio lo sfalcio delle erbacce, la pulizia delle strade etc. La scelta dell’aumento dell’addizionale è stata democratica perché è una scelta che và a colpire un pò tutti. Bisogna calarsi nel ruolo di amministratori.

Marras: Avevo chiesto che fosse respinta al mittente la somma destinata alla capitalizzazione di Abbanoa e che fosse restituita al Comune per coprire le esigenze dei cittadini cosi come avevo chiesto di non rispettare il P.S.I ma tutto questo non è stato fatto.

Sindaco: Mi dichiaro d’accordo con l’Assessore Sau. Non stiamo aumentano le entrate perché dobbiamo spendere di piu’ perché la verità è che stiamo spendendo di meno. Il livello delle spese è in diminuzione costante e stiamo cercando di limitare le perdite perché la capacità di spendita è stata fortemente decurtata dai tagli dello Stato. Stiamo mantenendo gli stessi servizi con molti meno soldi e questo non facile, è quasi impossibile. Se stiamo cogliendo questa opportunità è perché vogliamo evitare ripercussioni sui servizi, il caos vero e proprio, che è facilmente intuibile qualora si interrompesse il servizio di nettezza urbana. Se non avessimo avuti tagli, vincoli di P.S.I. non ci sarebbe venuto in mente di aumentare le tasse. Stanno scaricando sui Comuni gli sperperi di Stato. Siamo ormai ad un regime gerarchico, autarchico  in cui i Comuni, al contrario di quella pari dignità prevista dalla Costituzione, sono le vittime sacrificali sui cui scaricare i problemi. Le proposte di Marras sono irrealizzabili; in questa Sardegna, non indipendente ma dentro l’Italia, quello che dice non si può fare. Possiamo anche fare esercizio retorico ma è solo e puro esercizio retorico.

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

 

RICHIAMATA la deliberazione G.C. n°106 del 28.6.2011, dichiarata immediatamente eseguibile, con la quale è stata deliberata la maggiorazione dell’addizionale all’accisa sull’energia elettrica ai sensi dell’art. art. 2, c.2bis, D.L. n. 225/2010, convertito in Legge 26 febbraio 2011 n. 10 e sono state approvate in via d’urgenza operazioni di variazione al bilancio dell’esercizio finanziario in corso;

 

VISTI gli artt. 42, comma 4° e art.175, comma 4°del D.Lgs 18 Agosto 2000 n°267(T.U.E.L.) nel quale si stabilisce che le variazioni al bilancio disposte in via d’urgenza dalla G.C. devono essere ratificate dall’organo consiliare, a pena di decadenza, entro 60 giorni seguenti e comunque entro il 31 Dicembre dell’anno in corso se a tale data non sia scaduto il predetto termine;

 

RITENUTO di dover provvedere in merito, riconoscendo alle deliberazioni dell’organo esecutivo valore di atto proprio ad ogni effetto di legge;

 

VISTO  il bilancio di previsione dell'esercizio finanziario in corso;

 

VISTO  lo Statuto dell’ente e il vigente Regolamento di contabilità;

 

VISTO l’art.42 del D.Lgs 18 Agosto 2000 n°267(T.U.E.L.) e ravvisata la competenza del Consiglio comunale all’emanazione del presente atto;

 

DATO ATTO che, in ordine alle operazioni di variazione al bilancio contenute nell’atto all’odierno esame, è stato acquisito il parere del Revisore dei conti di cui all’art.239, comma 1° lett.b) del D.Lgs.n°267/2000, come da documentazione in atti;

 

ACQUISITI inoltre i pareri favorevoli espressi  ai sensi dell’art. 49, c.1° del D.Lgs n°267/2000;

 

CON VOTAZIONE: Presenti e Votanti n°14 (Assenti: Piras, Sanna, Pisanu GM) - Favorevoli n°10, Contrari n°4(Zara, Desole, Simula V., Marras) e nessun astenuto espressi per alzata di mano;

 

DELIBERA

 

DI RATIFICARE la deliberazione G.C. n° 106 del 28.6.2011,  adottata in via d’urgenza dalla G.C. ed avente per oggetto l’approvazione di operazioni di variazione al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2011;

 

RICONOSCERE ed attribuire alla predetta deliberazione dell’organo esecutivo valore di atto proprio ad ogni effetto di legge;

 

 

 

Letto e approvato il presente verbale viene come appresso sottoscritto:

 

 

Il Presidente

Il Segretario Comunale

  Dott. Antonio Luigi Orani

  Dott. Francesco Sanna

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Abis Ittiri 07/29/2011 22:18


Eh ! nò ! non ci stò ! Chi sà dica. Altrimenti taccia per sempre ! Non si possono insinuare delle cose e poi stare zitti. Abbiamo capito tutti a chi si vuole riferire quella persona che si firma l'
Intellettuale di sinistra. Se davvero è così crolla tutto lo spirito della missione che quella associazione si era prefissato ! Se veramente circolano tanti soldi si dovrà pur rendere conto in
qualche modo alla città ! Il Comune conosce i bilanci delle associazioni ? Li controlla ? Pagano l' affitto ? I soldi che ricevono dove e come li spendono ?
Chi sa qualcosa lo dica apertamente.


L' Intellettuale di sinistra 07/29/2011 21:27


Firmando questa lettera in quanto "Intellettuale di Sinistra", badate bene, "di Sinistra" non posso esimermi dall' ingrato compito di fare un riassunto di quanto si è scritto sull' argomento sino
ad adesso. Argomento sviluppatosi sia sull' aumento dell' accisa energia elettrica; sia sulle associazioni di ittiri; sia sulla grave incapacità politica e amministrativa, io aggiungo anche umana,
di alcuni nostri rappresentanti in comune. Sia in giunta che in consiglio.
L' assessore Sau ci informa, con la sua prosa dialettica e gesticolare, che si è battuto come un leone per il suo paese applicando "solo" un aumento del 50% di quello che invece si doveva
applicare. Il maggiore gettito derivante da questo minimo aumento, concludeva il leone, andrà a coprire i costi che derivano dal servizio di "igiene urbana" (così la chiama Lui), che altro non è
che la copertura finanziaria, raschiando dal fondo delle tasche degli ittiresi quel poco che gli avanza, per pagare con regolarità gli stipendi dei lavoratori fatti assumere in più da quella
accozzaglia politica che prende continuamente in giro, per i cosidetti fondelli, la cittadinanza ittirese. E sappiamo tutti chi sono, e che ruoli occupano sia in giunta sia in altri organismi a
carattere provinciale, anche se facciamo finta di nulla per carità di Patria in occasioni di dibbattiti ed incontri pubblici ( che in questi ultimi mesi non difettano certo) ridendo forzatamente
alle loro scontate battute e sembrando interessati ai loro discorsi che hanno sempre come faro politico "l' interesse generale del popolo", il "bene comune", la difesa dei "ceti deboli", l'
"orgoglio di essere ittiresi". Questi dipendenti assunti in più, per volere dei "poteri forti puleddineschi", andavano a rompere del tutto l' equilibrio raggiunto in sede di accordi che erano stati
firmati al momento della convenzione con la Medigas e gli altri comuni della cordata consortile.
Ora gli argomenti e l' oratoria fluida di Sau hanno cercato di distrarre l' interesse degli ittiresi dal nodo centrale dello scandalo. In parte ci è riuscito, con l' ausilio dei Capi che hanno
fatto discorsi di alto livello e che hanno puntualmente scaricato le loro responsabilità ora sul Governo, ora sulla Regione (di destra).
A nulla naturalmente sono valse le rimostranze e le proteste dell' opposizione che, dispiace dirlo, sono troppo blande, deboli, poco incisive e pochissimo argomentate. E mancando di valide
argomentazioni e della giusta densità emotiva, lasciano il tempo che trova e consente, così come sino ad ora hanno fatto, a chi detiene il potere di dire :"stiasmo prevedendo di poter fare degli
interventi complementari al servizio di nettezza urbana..." che cosa si voglia dire con queste affermazioni che passano per un intervento di "alto profilo", non si comprende bene. Naturalmente, in
chiusura di questa commedia in tre atti, il Sindaco si trova daccordo con l' assessore Sau e aggiunge :" non stiamo aumentando le entrate perchè dobbiamo spendere di più perchè la verita è che
stiamo spendendo di meno" (!!!???) Un discorso di altissimo pregio filosofico, che lascerà certamente il segno nelle nostre scolaresche e negli annali della cultura minculpopista ittirese.
Sulle associazioni è stato detto già tutto.
Manca ancora qualche tassello importante relativo alla più importante associazione presente ad ittiri da tantissimi anni che, con la scusa del "servizio alla cittadinanza in forma del tutto
gratuita", intasca quattrini da tutte le parti, da organismi provinciali e da quelli locali nonchè da erogazioni liberali di cittadini che credono ancora e davvero nel valore delle azioni (ormai
esigue e di dubbia qualità) quotidiane e volontarie.
Ha ragione S'Oscru Nuscru : è tornata Santa Rasa. Poveri noi.
Di sinistra c'è solamente l' alba del futuro. Il partito è ormai diventato un trampolino di lancio per i piccoli Penati locali.
Peccato.


il democratico 07/28/2011 22:04


ma quando si può capire è,dire le cose come stanno?perche i nostri amministratori non informano i cittadini delle dificoltà chè andremmo ad affrontare con la crisi in atto?
gurdiamo come stanno rovinando le ns vie con il gas fanno pena, nessuno li controlla se vuoi un pò di asfalto devi chiedere la cortesia non sò per cosa. i Partiti ci sono anche gli uomini,giovani è
onesti mà...non fanno parte di una certa (casta)BOiki era una cosa seria come DEM è PROG purtropo certi personaggi di devono adeguare(non tutti9)


S' Oscru Nuscru 07/28/2011 17:16


Aaaaaagggggghhhhhhhhrrrrrrrr !! Arrèa arrè. gia soe pagu arrabbiadu già.
Se non sbaglio l' assessore Sau è quel giovanotto di bella presenza, ben sbarbato, rappresentante politico dei Boiki (le quali menti eccelse volevano incularlo a favore di Frau ma non ce l' hanno
fatta ed hanno allora inculato Frau e alla provincia...sappiamo chi), bene arrejionadu, che ad una riunione del partito di Zampa se non lo trattengono prende la tessera e diventa anche dirigente di
quel movimento tanto era la sua emozione e devozione nei confronti dell' uomo barbuto ! Nulla di male eh ! rientra tutto nella cosiddetta "normalità" della politica ittirese.
Chissà se anche lui versa "l' obolo per statuto e regolamento" alla sezione PD di ittiri, chissà se la versano anche i calibri grossi : Gianni 1, gianni 2,tonino e scanu. Oppure sono già usciti dal
PD per andare con Prato o Bruno Dettori e scaricare in malo modo il buon Lai Silvio ? (nome e statura lo accomuna al più noto Papi nazionale).
Alla festa fallimentare della Befana (gestione Fiorana, l' uomo delle piazze) si deve aggiungere anche una bruttissima figura in continente costata 15.000,00 euro alla nostra città per portare
balletti, cori, dolci, olii e prodotti tipici senza che ci fosse una Sardo d' Ittiri ad aspettarli e ascoltarli.
Aaaaarrrrrrggggghhhhhhhhhhh !! Sega, segandela, lima e fogu ! Mudu, ista mudu.
Votateli sempre mi raccomando. Votateli.


straniero 07/28/2011 12:30


Ma.... ci conviene. Non e meglio fargli fare ancora un pò di esperienza dalle tasche nostre cosi poi ci fà vedere le pezze giustificative dei soldi che diamo alle note associazioni per organizare i
banchetti visto che lui è fiori sono sempre presenti.


cicciu 07/28/2011 12:20


...potrebbe fare tranquillamente l'assessore a Napoli!!! Ha tutte le carte in "regola"...


straniero 07/28/2011 12:07


come si fà...prima si boccia in giunta,poi in gruppo di maggioranza l'aumento della Tarsu,poi si inventa un consiglio com matutino per ricordarsi che si può prelevare i soldi dai cittadini su
l'acise enel x dare i soldini alla mondezza,manco a Napoli sono statti capaci di tutto. Vero ass.Sau?


Su Puntzone 07/28/2011 08:10


Timetraveller lo seguo da quando ha iniziato a scrivere sull' altro blog politico, di partito, e devo dire che grazie alle sue continue provocazioni costruttive i discorsi e le posizioni si
sviluppano e si dispiegano consentendo così una valida comprensione di quello che si discorre. La sua critica alle associazioni "giovanili" non è priva di fondamento, ha perfettamente ragione e su
questo il comune prima di dare patrocinii o soldi pubblici di proprietà della collettività, dovrebbe ben verificare su quali siano le finalità ultime. Ad esempio aiutare famiglie con disabili,
povere, ex detenuti, ex tossicodipendenti, malati che devono affrontare i viaggi della speranza in continente oppure all' estero. Insomma dare uno scopo sociale alla manifestazione che può essere
allegra e frivola ma che ha come obiettivo finale l' utilità sociale. Non sono daccordo sul fatto che il comune possa controllare o peggio coordinare l' attività di queste organizzazioni che devono
essere e mantenere la propria autonomia nella gestione e nella organizzazione delle loro manifestazioni.
Bene ha detto Straniero questa mattina presto: ma dove sono i partiti ? Che fine hanno fatto le segreterie politiche, i direttivi, gli attivi di sezione, i gruppi di lavoro, i comitati di quartiere
? Che fine hanno fatto i segretari del PD dell' UDC, dello SNI, dei Comunisti Italiani, insomma la politica ad Ittiri che fine ha fatto ?
E' bastata una assunzione gassiffera per tappare la bocca a tutti ? E' bastato un assessorato per far dormire sonni tranquilli all' UDC più sana ? E' bastata la promessa di un assessorato per il
gruppo Irasci e Cossu per affievolirne l' azione critica ?
E poi dicono che la gente non partecipa più !


straniero 07/28/2011 06:23


ma...... i Partiti che fine hanno fatto? snifiamo gas, ho vendiamo bombole:ww. democrazia progresso


Timetraveller 07/27/2011 22:51


...salve a tutti, sono contento che la mia proposta provocatoria sia stata apprezzata dai frequentatori di questo blog. Mi ritengo un provocatore di professione, chi mi conosce lo sa, chi non mi
conoscesse può anche leggere i miei post nell'altro blog ittirese..... Detto questo, visto che si parla di associazioni, e che qualcuno mi ha accusato di non far parte o addiritura di non essermi
mai avvicinato ad esse, si sbaglia di grosso!! Conosco perfettamente il mondo associazionistico, sopratutto le associazioni sportive, di cui ho sempre fatto parte. Ciò che contesto è questo
proliferare di associazioni di ragazzi con il solo scopo di "rafforzare la loro amicizia" (come dice Strano), che senso ha?!?!?! ...facciamo il carro di carnevale, sfiliamo e prendiamoci un bella
cottura, così siamo più amici di prima????? ...organizziamo una serata ai giardini con gruppi musicali e baracche di birra così facciamo vedere a tutti quanto siamo bravi e come ci sballiamo
bene???????
Ripeto, nessuno è contrario alle feste e alle associazioni ma credo che l'Amministrazione Comunale debba innanzitutto attuare una sorta di coordinamento prima di rilasciare autorizzazioni o
patrocinare queste "feste". Oltre che fare "figli e figliastri" come si dice nel post di cui sopra, si rischia di fare perfino clamorose figuracce, come ad esempio è stata l'indimenticabile festa
della befana del 1999!!!!


Il Criticone 07/27/2011 21:16


Eh nò ! troppo facile e semplice per questa amministrazione ! E cos' è ? Prima fanno tutto quello che vogliono, anche con grande arroganza facendosi vedere potenti e forti, intoccabili e
irraggiungibili da qualsiasi denuncia e protesta, e adesso le associazioni di ittiri devono fare il lavoro di quei mandroni di comuneros ? Eh, nò cari miei. Questi politici hanno fatto figli e
figliastri sia nelle associazioni sia nei cittadini. Bene che si chiamino i figli, quelli che hanno accontentato, quelli che hanno assaggiato i soldi del comune, quelli che hanno assunto e
premiato, quelli che sono dentro il partito che prendono sempre e mai danno però. Ecco quelli devono pulire la merda dei tombini, delle vie sporche di bottiglie di birra e di vino, di siringhe e di
tutte quelle zozzerie che vengono buttate a terra ogni volta che c'è una manifestazione "culturale"!!
L' Assessore Sau, lo stipendio che prende per il suo incarico, dovrebbe regalarlo alla città di Ittiri. Iniziare cioè a dare l' esempio a tutti quelli che prendono a piene mani dagli incarichi
ricoperti ad ittiri, a sassari e chissà dove altro ancora. Basta con questi giochetti.


strano 07/27/2011 17:40


Mi scuso con strano ma bello per essere uscito fuori tema, le sue sono proposte valide, più che valide. Associazione vuoi il contributo per fare la festa? fai un determinato servizio pubblico. Però
rilassati, magari fatti una birra


Strano ma bello 07/27/2011 08:40


...io mi, invece mi trovo pienamente d'accordo con l'osservazione di Timetraveller e dell'Oscru nuscru e completamente in disaccordo con lo strano ragionamento di strano che stranamente accusa gli
altri di andare "fuori tema", invece non ha capito il senso degli interventi precedenti.
Vedi caro Strano, se leggi attentamente e rifletti, prima di emettere giudizi e sentenze, ti rendi conto che nessuno è contrario al fenomeno dell'associazionismo, che senza dubbio è un fattore
positivo per la società. Quello che stranamente non riesci a cogliere è il senso della critica rivolto all'Amministrazione Comunale, che aumenta le tasse e allo stesso tempo impiega risorse
pubbliche nel finanziare innumerevoli manifestazioni (di cui si potrebbe fare anche a meno), per poi lamentarsi del fatto(come ha fatto, ad esempio, l'Assessore Sau) che non ci sono quattrini
sufficienti per garantire i servizi basilari, come l'igiene e il decoro pubblico. Allora il buon Timetraveller si chiede perchè l'Amministrazione, prima di autorizzare l'organizzazione di queste
pseudo-feste, non chiede a queste pseudo-associazioni di unirsi e contribuire a tenere pulito e ordinato il paese??? ...si tratta di associazioni di volontariato o no? ...chi fa parte di queste
associazioni è animato solo dallo scopo di organizzare la festa e la baracca della birra, oppure è disponibile a dare anche un servizio alla comunità??? qual'è lo scopo sociale di queste
assiciazioni, come dici tu "di amici" e "apolitiche", quello di bere birra? ...di bere vino? ...di organizzare il carro di carnevale? Che si diano una mossa anche loro, se sono bravi a organizzare
le serate e le baracche possono essere altrettanto bravi a pulire i tombini, a tagliare le erbacce, a ramazzare le vie, le piazze e i giardini, a togliere le immondizie dalle periferie e così
via.... per la gioia dell'Assessore Sau e dell'Amministrazione Comunale, che non ha soldi per colpa del patto di stabilità, della finanziaria nazionale, della Regione e si vede costretta ad
aumentare la bolletta ai poveri cittadini.


Joannes Bach 07/26/2011 20:53


Non so come dirvelo. A S' oscru a Bingiu, a Sereffìnu a Timetraveller e a tutti quelli che da un ragionamento passano, per motivi che ancora non sono spiegabili, passano da un certo argomento ad un
altro. Si era partiti da una delibera comunale che aumenta l' addizionale dell' accisa sulla energia elettrica per pagare, e questo è evidentissimo e tutta la cittadina lo ha capito ed ha anche
....perdonato perchè così vuole il Partito (ex comunisti ed ex democristiani), per pagare gli stipendi a quelli che hanno fatto assumere a forza nella mondezza. Ma la discussione si è spostata
sulle associazioni, sulle barracche, sui finanziamenti del comune, chi li prende e chi non ci riesce proprio ! E' sempre stato così, sin dalla costituzione dei movimenti operai, e delle loro
associazioni di categoria. Qui da noi ad Ittiri per cultura si intende la sfilata in costume, il canto del coro, il ballo sardo con giravolta, la canzone mischiata con il vino. Credo che forse è
meglio se si facesse un argomento apposito e discutere delle associazioni e della loro funzione e opera ad Ittiri. Chi se la sente di iniziare ? Fatevi coraggio, affrontate questo argomento spinoso
se ne avete la capacità. Altro che criticare le barracche. Parliamo e proponiamo. Per cambiare in meglio, non per accusare ingiustamente chicchessia.


S' Oscru Nuscru 07/26/2011 19:49


Aaaaaarrrrggggghhhhh ! Ronf,ronf, uuuuuaaaaaaahhhhh! (non vi preoccupate è il mio modo di salutare ).
Ammiro Strano per le cose che ha scritto perchè, questo traspare dalla lettura, sono dette sinceramente. Dal cuore. Anche io sono un giovane, ho fatto parte di qualche associazione, a partire da
quelle sportive poi man mano che limitavo le mie presenze nello sport (vi risparmio cosa accade all' interno...) mi sono dedicato sia al carnevale, sia in altre associazioni per organizzare tornei,
manifestazioni e altro. Il finanziamento che non ci veniva dato dal comune, che preferisce altri come tutta Ittiri sa, riuscivamo a raccimolarlo oltre con il versamento delle nostre anche e
sopratutto (dobbiamo dirlo per onestà) con l' allestimento delle Barracche. Uuuuaaaaahhhhh !!
Che non è una vergogna. Ma è una necessità per fare in modo che i conti , alla fine, tornino sempre. Alcune chiedono ed ottengono, sempre con le stesse identiche pezze giustificative, soldi dal
comune (amici degli amici..) dalla provincia (altri amici lì..) e dalla regione. E parlo di soldi, non di piccolezze.
E' vero anche che grazie alle associazioni i giovani ed i ragazzi hanno un preciso punto di riferimento. La mia critica è indirizzata al comune che non è in grado di dare ai suoi giovani delle
valide vie d' uscita sia per il lavoro sia per rivalutare davvero il nostro paese sotto tutti i punti di vista. Se si eliminano le barracche e si inizia a dare altri riferimenti nel bere forse la
società giovanile riesce a cambiare, a migliorare ancora di più. Forse Strano la sera, la notte (dal venerdì sino al sabato notte) non ha la possibilità di uscire per vedere cosa davvero accade al
corso, nei vicoli del corso, nelle piazze e nei bar.


strano 07/26/2011 19:00


vorrei chiedere agli autori dei due ultimi commenti, se hanno mai fatto parte di una associazione o se si sono mai avvicinati ad esse. Le nuove associazioni sono tutte apolitiche per davvero. I
ragazzi che organizzano le manifestazioni hanno uno scopo bene preciso, e cioè stare insieme per rafforzare la loro amicizia. Cosi facendo maturano esperienza di vita. Pensate che alcuni sono
talmente giovani che non hanno neanche esperienza lavorativa e nonostante ciò riesco a tirare su delle belle cose, importanti ed impegnative. Questo è molto buono e sicuramente meglio che stare in
giro a criticare senza fare niente. Inoltre queste nuove associazioni vivono di solo volontariato e sanno benissimo che tutte le amministrazioni hanno contribuito pochissimo, con soldi o mezzi, per
farle andare avanti. Anzi i ragazzi sanno benissimo quali sono le manifestazioni con sponsor politici. Se nel paese la gioventù, ma non solo, ha problemi di beozia, le cause vanno cercate da altre
parti. Forse le NUOVE ASSOCIAZIONI stanno tenendo a galla la gioventù e le sorti del paese. I signori che strombazzano sentenze devono prima farsi un bell'esame di coscienza, e capire che questi
giovani sono molto più capaci ed ingamba di quello che si pensa.


S' oscru Nuscru 07/26/2011 12:34


Arrrrrgggggghhhhhh ! Finalmente qualcuno che dice le cose come veramente stanno ! Timetraveller ha azzeccato in pieno ed ha tradotto in parole le cose che si sentono ogni giorno passeggiando al
corso (specialmente la mattina) dai cittadini più attenti. Questo sindaco ha anche deliberato, prima delle elezioni, che tutte le associazioni di ittiri sono patrimonio dell' umanità ! Dando un
ruolo inesistente a tutti questi gruppetti di ragazzotti che organizzano solo Barracche per la birra e per il vino e per ....
Se siete tutti daccordo questa domenica vediamoci al corso armati di scope, di palette, buste di monnezza e secchi ed iniziamo a pulire bene la via centrale su su fino ai giardinetti. Poi diamo una
controllata ai pali della luce e segnaliamo di rosso quelli arrugginiti ed in pericolo di imminente caduta. Poi diamo uno sguardo ai parcheggi controsenso che sono stati fatti dal convento sino
alla frutta e verdura e segnaliamo l' abuso. Poi andiamo in ospedale a ricoverarli (a loro) in medicina per vedere se ci vengono aperte le porte oppure se il 118 è lì pronto (se non sono al bar...)
a portarli a Sassari sperando che arrivino vivi. Poi facciamoci un giro per le strade periferiche e collezioniamo zecche, pulci, frigoriferi, gomme d'auto, spazzolini da denti, pannolini e
pannoloni e qualche carrozzina di invalido.
Ma che ne importa ! L' importante è fare festa. Divertirsi e prendere per il sederone gli ittiresi creduloni. E' tornata Santa Rasa, poveri noi.


Timetraveller 07/25/2011 23:52


"toglietemi tutto ma non la barracca della birra" ...questo è quello che pensano i giovani ittiresi. Fa tenerezza sentire l'Assessore Sau che si cala nei panni del bravo amministratore e si
preoccupa di dare risposte ai cittadini che chiedono il taglio delle erbacce, la pulizia delle strade (ancora devastate dai lavori della rete del gas), la pulizia dei tombini e delle fogne.....
Intanto cosa fà?! ...aumenta le tasse e Ittiri è sempre più sporca e disordinata. Ma chi se ne frega?!?! ...già arriva ilfine settimana festaiolo, con canti, balli e birra a fiumi!!!!!!!!!!!!!!! Ci
saranno almeno 20 associazioni che organizzano feste, senza contare quelle religiose, e vuoi che l'Amministrazione Comunale non dia un piccolo aiuto ad'ognuna di queste? ...fossi io amministratore
non autorizzerei nessuna manifestazione, ne tantomeno metterei a disposizione un soldo bucato a queste associazioni..... Ma diamine, passi la pro-loco e l'associazione folcloristica, ma cosa
servono e quale scopo hanno tutte le altre? ...mi chiedo quale contributo danno alla società se non quello di organizzare feste a base di beozia????? Associazione ippica; motociclisti; amici di
giozzi, amici di tizio, amici di caio, amici di sempronio, associazione bevitori di vino, olivicoltori, ecc..... ce n'è per tutti, in tutte le salse. La cosa curiosa è che da 20 anni il tempo
sembra essersi fermato, sono sempre le solite feste che si ripetono ogni anno, nulla di nuovo. Fossi amministratore proporrei a tutto questo fior fiore di gente che fa parte di queste numerose
associazioni di andare a pulire strade e tombini, a tagliare erbacce e a ritirare mondezza dalle periferie, prima di autorizzarli a fare qualsiasi festa!!!!! ....altro che aumentare le bollette
della luce ai poveri cittadini che ne hanno le balle piene! ...un pochino di collaborazione da parte di tutti non guasta, le feste sono belle e foraggiare le associazioni da comodo perché poi
arrivano i voti, ma sa zente no è macca! ...mi che creschese sa bulletta? ...e deo itte ti devo differenziare? Sa mondezza ti che l'imbolo in s'oru e sa gianna!!!


Sereffìno 07/23/2011 23:19


E' presto spiegato.
Come mai i consiglieri dell' opposizione, nonostante la presenza di persone all' altezza (ce ne sono solo tre comunque) non riescono a centrare mai il problema ? Come mai hanno questa difficoltà a
focalizzare e sintetizzare bene l' argomento e la critica (dura ma anche costruttiva) ed a portarla avanti ? Come mai non si degnano di informare continuamente la popolazione su quello che fanno
loro, su quello che fanno quelli che amministrano, anche per mezzo del volantinaggio porta a porta, con un ciclostile, con un foglio in A3, con uno scarno ma chiaro comunicato stampa ? Sono forse
come Berlusconi che a Napoli non vuole mandare aiuti perchè non gli hanno votato il suo candidato ? Oppure stanno affiorando scheletri che impongono prudenza, saggezza, delicatezza e la consegna
del silenzio ?
Alcune cose le apprendiamo grazie a questo blog, che appare abbastanza informato, perchè l' altro appartiene al partito che ha espresso la maggioranza e quindi ha interesse a giocare a nascondino
(bel modo di difendere gli interessi della popolazione...) poi dicono che sono il partito dalle mani pulite (pare invece che le ultime notizie nazionali ci dicano che alcuni ladroni eccellenti si
annidano dentro questa sagrestia rossa) e degli onesti. Puah ! Ha ragione Mario: dobbiamo agire ed al più presto.


Bingiu 07/23/2011 23:07


Embè, Seraffì, perchè non continui la frase e spieghi bene cosa intendi ?
@Mario: cosa intendi quando dici che tutti quelli che denunciano ed evidenziano....contribuiscono ad aumentare il degrado ? Vuoi forse dire che è meglio stare zitti (come la maggior parte degli
ittiresi) e lasciar correre ?
Sul "fanculozzismo" hai perfettamente ragione.
@Giorgio: il mestiere che questi fanno è quello giusto, è quello che la maggioranza degli ittiresi hanno voluto che questi facessero, è il mestiere più antico del mondo (ecco perchè sono come le
puttane) e rende molto bene. Se non ve ne siete accorti questi puttanoni licenziano, assumono, espropriano, aumentano e abbassano le tasse (dalle cartelle abbuonate a parenti stretti sino all'
aumento dell' accise enel...). Ma è quello che hanno voluto gli elettori. Perchè lamentarcene ? Se noti nessuno si lamenta, nessuno che alzi la voce, nessuno che vada a dire a questi che intenzioni
hanno per il futuro. E questi ci prendono ancora per il culo addossando le loro responsabilità al governo centrale, al governo regionale, al berlusconismo, al cattivo tempo, al caldo, al freddo, a
questo e a quell' altro.
Ben ci stà.
L' opposizione ? e dov'è l' opposizione ! Anche qui ben ci stà. Abbiamo dato il voto a degli inconcludenti. A dei conigli che si nascondono e non sono in grado di proferire parola per
controbbattere ad alcuni terroristi assessoriali.
Ben ci stà !


Sereffino 07/23/2011 21:15


Aiuto ! non ne posso più ! E' oramai da circa 20 anni che vedo le solite cose. La cavalcata ittirese con la visita guidata alle case "antiche", che di antico ormai poco hanno, addobbate con i
manichini in costume (ancora?); la sfilata serale e notturna dei costumi sardi (torra?) per allietare i milioni e milioni di turisti carsi accorsi al corso; La piazza dei prodotti ittiresi doc
(olio-vino-carciofini-lattuca e pabassinos e marocchinos..) che tutti noi abbiamo in casa in abbondanza e che vengono apposta da Uri per ridersene visto che quel tipo di festa l' hanno inventata
loro; in finale la grande cucina dei grandi chef ittiresi e dei grandi sommelier che ci fanno degustare, pagando salatamente, le primizie vinacee locali fino all' immancabile ubriacatura finale !
E' davvero una bella educazione quella che viene insegnata alle nuove generazioni che (ne ho viste di ragazze strfatte di fumo e di birra, vino, liquori e..) ne stanno traendo i modelli da prendere
in considerazione. Credo proprio che qui da noi vige la teoria del MINCULPOP davvero. Solo che nessuno se ne è ancora accorto. L' opposizione non potrà avere mai coraggio perchè....


Leonardo 07/22/2011 23:09


...bene hanno fatto gli oppositori a denunciare l'ennesima zamburrata. In ogni caso ha ragione da vendere anche Peppe nel denunciare i limiti degli stessi oppositori..... Anche lorodovrebbero
tirare fuori le palle, invece vediamo che sono i primi che se la spassano nelle cosidette pseudo-feste che animano le serate dell'estate ittirese!!!! Anziché aumentare le tasse ai poveri cittadini
non sarebbe meglio risparmiare nell'organizzazione di queste serate condite di beozia? ...magari i cittadini responsabili dovrebbero iniziare a boicottare moto-birra-rok, wine-rock, i
dilliri-dallara e i trick e trak!!!!


giorgio 07/22/2011 18:21


mi auguro di campare abbastanza per vedere la fine di tutti i partiti capaci di rappresentare se stessi e i propri interessi. Gran giorno sara' quello che internet ci permettera' di pretendere la
democrazia diretta senza più leaders e caste affamate da mantenere. Possa Iddio liberarci al più presto di tutti voi politicanti da strapazzo “piccoli e grandi” che di mestiere avete scelto e state
scegliendo quello che meglio di tutti si adatta a chi non sa fare niente come hanno fatto le puttane!!!!


mario 07/22/2011 18:06


Per come va il nostro mondo tutti quelli che denunciano ed evidenziano il degrado politico purtroppo contribuiscono, malgrado loro, ad aumentarlo e questo “malgrado” è tutto ciò che resta alla
nostra buona coscienza. Se la politica deve correggere un tale catrastofismo, questo è il momento che agisca. Che... agiamo. I politici ??? si stanno... "fanculizzando" da soli perché non
raggiungono mai l'uso della ragione.


Peppe 07/22/2011 13:14


Hanno fatto bene gli oppositori a contestare ma, a meno che i verbali dell' assemblea civica siano incompleti, le argomentazioni addotte contro la proposta di Sau sono debolucce. Ora è evidente che
questa decisione è utile a coprire le malefatte di qualche arrogante che siede sugli scranni del consiglio e della giunta, ma l' opposizione ha il compito ed il diritto e la funzione di stimolare e
mettere a nudo tutte le contraddizioni che sono all' interno di chi ci amministra. A partire proprio dalla denuncia schietta, libera e spontanea di quegli atti amministrativi che ledono la
cittadinanza (anestetizzata dalle pseudo feste) e gli interessi generali.
Vorremmo una opposizione più attenta.
Vorremmo una opposizione più severa.
Vorremmo una opposizione più aggiornata, chiara nelle sue esposizioni, dura quando la situazione lo richiede (così come sono duri alcuni della maggioranza) e determinata a far sapere alla
popolazione quanto accade dentro il palazzo del comune.