Povero Colonnello Alivesi anche da morto viene preso per i fondelli ! Ops ! Sono Basito, vogliono chiudere l' Ospedale !

Pubblicato il da Alibrando Ferlucchi de Sanitatis

OPS ! Sono Basito,

VOGLIONO CHIUDERE L' OSPEDALE !

Ma quando è che si vota ?

Di

Alibrando Ferlucchi de Sanitatis

 

il-colonnello-2.jpgNon saprei come definire tutte le cazzate che inanella, ignaro dell' ilarità che suscita negli ambienti che conoscono a fondo il problema, il Feudatario sul tema dell' ospedale.

L' ultima è quella di oggi.

A pagina 31 della Nuova Sardegna, “foglio feudale” per eccellenza, fa sapere al mondo intero ad ai gonzi che ancora credono nelle sue bischerate, che all' Ospedale di Ittiri è stata riservata dall' atto aziendale dell' ASL una “...assai misera considerazione in relazione a scelte operate per altri presidi ospedalieri di pari importanza”.

Cribbio ! Direbbe zietto Silvio, se n'è accorto ! Finalmente sa che ad Ittiri, la sua città, quella che amministra col metodo del “tirare a campare”, c'è un ospedale che rischia il ridimensionamento !

Porcaccia la miseriaccia ! Questo sì che è attaccamento agli interessi del popolo.

Ma, mi domando e domando a tutti voi che ci leggete, non è lo stesso personaggio che dopo anni e anni trascorsi ad osteggiare ed ostacolare in tutti i modi il Comitato di Lotta per la difesa ed il rilancio dell' Alivesi che denunciava questo tentativo;

quello che dopo aver deriso ed irriso, maleducatamente e irrispettosamente, la fondatrice dello stesso Comitato, la Pasionaria di Ittiri Toiedda Meloni;

quel tizio che dopo aver “suicidato” lo stesso Comitato, con la macabra complicità di chi invece doveva mantenerlo in vita, defenestrando il portavoce Giovannangelo Paddeu che ha dovuto limitare il suo impegno;

quello che malignamente e freddamente ha voluto lasciare da soli Zampa Marras e Andrea Simula del movimento SNI di Ittiri che occuparono l' ospedale bivaccando per svariati mesi all' interno della struttura sanitaria;

quello che dopo aver ridimensionato la piattaforma di rivendicazione elaborata dagli stessi occupanti che, su alcuni punti fondamentali, ha avuto anche il consenso del Direttore Generale dell' ASL Dott. Marcello Giannico;

quello che dopo aver ignorato volutamente l' Associazione Alivesi ed il suo presidente Mario Cau, che si era costituita per continuare la difesa della struttura e per rilanciarne il ruolo nell' ambito della sanità provinciale;

quello che dopo aver cercato di infinocchiare il popolo con una falsa assemblea di tutte le associazioni di Ittiri (selezionate all' uopo) e con la complicità colpevole di alcuni membri della opposizione, nella quale pomposamente voleva presentare come una sua “vittoria” gli scarsissimi risultati conseguiti a favore dell' Alivesi, rivelatasi poi una vera e propria inculata regionale;

quello che dopo aver accusato di praticare un atteggiamento strumentale e demagogico il consigliere Giacomo Zara, grazie al quale si è rinnovato l' impegno del Dott. Giannico al fine di sostenere la struttura, nonostante la gravissima situazione economica e la ristrettezza di quelle risorse fondamentali;

insomma il feudatario d' Ittiri, quello-che-fa-andare-a-male-tutto-quello-che-tocca, si accorge, basendosene sempre di più, che l' ospedale di Ittiri è stato ridimensionato !

Non ci credete ? Ebbene sì, è lo stesso personaggio pubblico che prima crea il casino e poi cerca di metterci una pezza, naturalmente dando la colpa sempre agli altri.

Ittiri_OspedaleAlivesi.jpg

Addirittura dall' alto della sua sapienza in materia assistenziale, ci fa sapere il cronista locale, “...elenca una serie di punti – così scrive, da accosciato o genuflesso, il corrispondente della nuova che ben conosce le vicissitudini – dai quali emerge un evidente depotenziamento del nosocomio...”. Ullapeppa ! Caspiterina !

Ma questi sono dei Soloni, delle menti eccelse, degli scienziati sanitari, dei veri rivoluzionari che si battono eroicamente per la loro terra, per il loro villaggio natìo, per la loro struttura ospedaliera oggi a rischio chiusura !

E' così che si fa cari miei, mica questi massaggiano la cogliuppera ai rinoceronti !

Questi studiano, elaborano, pensano, sfornano, elucubrano, sviscerano, partoriscono e danno vita a tutte quelle proposte e soluzioni che manco al ministero della sanità riescono ad immaginare !

Insomma cari concittadini di Ittiri dopo circa 30 anni di denunce sul tentativo da parte dei vari amministratori della sanità di Sassari, di ridimensionare la nostra struttura (cosa ormai acclarata già da una decina d' anni) e dopo tantissimi tentativi di lotta fatti andare male e fatti appositamente fallire da chi oggi sostiene il contrario - ricordate quella storica assemblea popolare alla presenza della Dirindin (fida collaboratrice di Rosi Bindi voluta da Renato Soru) oggi assistiamo ad un capovolgimento totale.

Naturalmente ben venga questo sospettoso ripensamento, anche se è tardivo e, questo sì, strumentale ai prossimi appuntamenti elettorali che ci aspettano.

A leggere l' articolessa, che è la somma di tutti gli argomenti già affrontati da Giacomo Zara,da Zampa Marras, e dalla FSI di Mariangela Campus che si stanno prodigando già da tempo per riqualificare il nostro nosocomio, viene fatto passare un messaggio falso da far bere ai popolani d' Ittiri. Svuole dare l' impressione che sia proprio il feudatario quello che può e vuole risolvere i problemi della nostra struttura sanitaria ormai, credo, imprendibile.

Dovremo accontentarci di quello che passa il convento che poi è quello che ha sempre voluto e chiesto questo signore insieme alla sua ciurmetta.

Avranno chiuso l' accordo con l' UDC per le prossime regionali ? Cosa penseranno i compagni di partito ?

Mi piace molto la battuta finale, quella che il cronista battezza come “sferzante giudizio finale” che recita : “ Misteri della politica sanitaria regionale che continua a dibattersi tra buone intenzioni dichiarate e pessime soluzioni adottate”.

Insomma si è ritrovato tra i suoi consimili.

Ittiri svegliaaaaa !!!!

Con tag Prima Pagina

Commenta il post