" Spezzate una lancia a favore della Vostra Comunità ", è questo l' appello che il nostro Parroco ha voluto lanciare agli amministratori ittiresi. Un forte richiamo al senso di responsabilità.

Pubblicato il da Totoi Fadda

La frase che leggete nel titolo, che suona - lasciatemelo dire - commovente e nel contempo perentoria, è stata pronunciata dal nostro Parroco. Successivamente, ed è questa la molla che ha fatto scattare “l’ allarme positivo”, è stata ripresa e commentata su facebook (diventato ormai uno strumento fondamentale e che fa da cassa di risonanza e di divulgazione di ogni criticità) da “Emmanuel Goldstein”, un alias di un appassionato sostenitore del Movimento Artigiani e Commercianti Liberi di Ittiri. Queste otto parole che compongono il periodo in esame, apparentemente frutto del solito predicozzo domenicale, mettono in risalto, e chi ha orecchie per intendere intenda…, il chiaro segnale, atteso crediamo un po’ da tutti, di ricercare una ferma e decisa volontà di dare corpo a quella tanto desiderata “riappacificazione sociale” nell’ interesse esclusivo, questa volta sì, della Popolazione ittirese. Possiamo definirle delle “prove tecniche di distensione “ tra i membri del Movimento Artigiani e Commercianti ed i rappresentanti politici che amministrano la città di Ittiri. La “mediazione” domenicale del Parroco, cristianamente opportuna e, chissà, magari anche sollecitata, cerca dunque di aprire qualche spazio d'azione e di riavvicinamento tra la politica locale (eviteremo, facendo un voto almeno per oggi, abbracciando questo spirito dialogante cristiano, di richiamare alla vostra memoria atteggiamenti indisponenti ed autoreferenziali) ed uno dei tre movimenti che danno voce alla nostra città – al pari di altre comunità della Sardegna - che sono: il Movimento Pastori di Ittiri, impegnato sin dalla sua costituzione nella difesa e tutela delle istanze degli allevatori; il Movimento Artigiani e Commercianti appunto costituitosi per dare una svolta alla crisi che ha investito questa categoria; il Comitato Zona Franca di Ittiri che si batte affinchè sia realizzata nella nostra isola la Zona Franca Integrale che potrà portare tantissimi benefici economici non solo alle nostre aziende ma a tutta la popolazione Sarda. Questi tre importanti attori fungono da rivitalizzatori e animatori della nostra Comunità e rappresentano, a tutti gli effetti, quelle istanze reali – forse non intercettate appieno dagli amministratori che prediligono altre categorie più “facili” da amministrare - e sociali che cercano di combattere tutte le situazioni di criticità che sino ad oggi hanno letteralmente messo in ginocchio la nostra cittadina. Crediamo sia un nostro preciso dovere darvi una informazione completa e il più possibile corretta. Siamo altresì convinti, nonostante le fortissime riserve sulla bontà e genuinità del “Buonismo Istituzionale” che una eventuale piena e totale collaborazione con l’ Ente Locale possa sortire gli effetti desiderati. Per tutta la cittadinanza. Infatti se ridecollano le attività produttive coinvolte la nostra economia locale potrà risollevarsi. Da Facebook: Emmanuel Goldstein ITTIRI- MOVIMENTO ARTIGIANI,COMMERCIANTI LIBERI. "Spezzate una lancia a favore della vostra comunità" è quanto ha detto oggi il parroco, durante la messa in onore dei caduti per la patria, rivolgendosi alla amministrazione di Ittiri lì presente. Tanto di rispetto al Sindaco Tonino Orani che, con i "paramenti sacri del tricolore", si è avvicinato all'eucarestia. Dal sindaco e dalla amministrazione locale, sia chiaro, la popolazione ittirese non si aspetta gesti eroici, gradirebbe che "spezzassero una lancia a favore della comunità di Ittiri". Gradirebbe: -che l'amministrazione locale, sindaco e consiglio comunale, fosse ambasciatrice, presso le alte sfere governative, dei movimenti che incarnano il malessere sociale della città di Ittiri; -che le azioni dell'amministrazione locale fossero tempestive, sinergiche e contestuali a quelle dei movimenti, il cui comune denominatore è il disagio economico; -che l'amministrazione municipale ittirese, nel rispetto dei poteri che lo Stato attribuisce alle varie autonomie locali, sfruttasse ogni opportunità che la legge attribuisce ai comuni...da cui la RINASCITA... - che voi, amministratori locali...SPEZZASTE UNA LANCIA A FAVORE DELLA COMUNITA' DI ITTIRI. Vincenzo Casiddu Azioni a favore dei cittadini : che porti chi detta le regole ad ascoltare la voce del popolo. Ricordate le regole imposte dall'alto sono lontane dall'economia reale, prima di fare ascoltate la gente siate sempre vicini a loro non distraete la gente con feste e finti eventi culturali che distolgono dai problemi reali. Credo che questi due commenti rendano bene l’ idea e la volontà di riprendere una collaborazione proficua. Il primo passo lo ha fatto il Parroco, il secondo il Movimento Artigiani e Commercianti di Ittiri si è in attesa del terzo passo….

Con tag Prima Pagina

Commenta il post