Storia di ordinaria disamministrazione. Un cittadino che ha partecipato ad un consiglio comunale in un qualsiasi comune d' italia con a capo quelli che si dicono di sinistra.

Pubblicato il da Giancesare Bresca

 

SONO UNO DEI TANTI POVERI CITTADINI CHE PER SBARCARE IL LUNARIO SERALE E PER ALLONTANARE LA NOIA ASSOLUTA CHE PERVADE QUESTO PAESONE DOPO LE 20.00 DI SERA , VADO A  SENTIRE E A GODERE DELLA POETICA DEI MIEI AMMINISTRATORI, QUANDO C'E' IL CONSIGLIO COMUNALE.

OGGI, VISTO CHE MI VIENE DATA QUESTA POSSIBILITA'  VOGLIO  FARE  UN  PICCOLO  RIASSUNTO  DI  QUELLE  CHE  SONO  STATE  LE  MIE  IMPRESSIONI  E  LE  MIE  CONCLUSIONI  SUI  COSIDDETTI LAVORI  DI  QUESTI  CONSIGLI  COMUNALI TENUTISI IN  QUESTI  POCHI  MESI.  

C'E'  TANTO  DA  DIRE, CARI CONCITTADINI,  CHE  NON  SAPREI  PROPRIO  DA  DOVE  INIZIARE.

BEH, INIZIAMO  PROPRIO DALL' INSEDIAMENTO  DEL  CONSIGLIO.

SERATA MAGNIFICA, TUTTI SCHIERATI GLI SGHERRI DI PARTITO. IN PRIMISSIMA FILA POTEVI TOCCARE DAL VIVO I PORTABORSE ED I LECCHINI, PIU' RIPARATI E NASCOSTI GLI ASPIRANTI LECCHINI. I COSIDDETTI  "PORTABORSE DEI PORTABORSE". L' INTERO CONSIGLIO E' SCHIERATO. AL CENTRO IL SINDACO. UN BELL' UOMO CON I CAPELLI RICCIUTI, UN BEL BAFFO CURATO, UNA BELLA PERSONCINA. E' SICURO DI SE' E SI VEDE DA COME CAMMINA, DA COME SQUADRA IL POPOLINO CHE LO HA ELETTO E CHE PER LUI STRAVEDE, SI VEDE DA COME SI GIRA, PRIMA FA RUOTARE LA SPALLA DESTRA, CON CALMA CONTROLALTA,  VERSO DESTRA E POI A SEGUIRE RUOTA LA CAPOCCIA ED IL CORPO ESILE, BEN CURATO, NON UN FILINO DI GRASSO SUPERFLUO. IL COLESTEROLO NON E' CERTAMENTE DI CASA IN QUESTO CORPO ATLETICO, SLANCIATO VERSO IL PARADISO, VERSO I PIANI ALTI, VERSO LE STANZE CHE CONTANO. 

E' BELLO L'INTERVENTO  DEL  SINDACO,  I  RINGRAZIAMENTI  E  ANCHE  I  SUOI  BUONI  PROPOSITI,  "SINDACO  DI  TUTTA  LA  CITTADINANZA ! ". FINALMENTE ! NON  E' UN SINDACO DI PARTE ! 

PECCATO  CHE  APPENA  USCITO  DALL'  AULA  E  SOLO  DOPO  QUALCHE  GIORNO  IN UN SUO INTERVENTO,  IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE  DI  UN  LIBRO , ABBIA  DICHIARATO  PUBBLICAMENTE  CHE  OGNI  SUA  APPARIZIONE  SARA'  ANCHE  MOTIVO  PER  FARE  POLITICA.  E CHE VORDI'.  "POLITICA  SI,  MA  QUALE ?" .  

DOV' E'  FINITA  LA  PAR-CONDICIO.  DURANTE  L' INTERVENTO  HA  SUBITO  MESSO  ANCHE  LE  MANI   AVANTI,  RIMANGIANDOSI  LE  PROMESSE  FATTE  IN  CAMPAGNA  ELETTORALE,  COL  PADRONE  DI  CASA CAUSA  TAGLI  REGIONALI  , PATTO  DI  STABILITA'   E  MANOVRA  DELLA  FINANZIARIA.

MANOVRA TRA  L' ALTRO  GIA'  RESA  PUBBLICA  DURANTE  LA  CAMPAGNA  ELETTORALE,  E  POI,  MI  PARE,  IL  PATTO  DI  STABILITA'  NON  E'  UN 'INVENZIONE  DEL  2010 !  IL  SIGNOR  SINDACO  SAPEVA  BENISSIMO  COSA  LO  ASPETTAVA. 

COMUNQUE, CHE CI VOGLIAMO FARE,  APPRODIAMO  AL  1°  VERO  CONSIGLIO,  TRA  I  VARI  ORDINI  DEL  GIORNO,  TROVIAMO  QUALCOSA  DI  STRANO:  UNA  VARIAZIONE DEI  LIMITI  PERIMETRALI  DELLA  ZONA  "A"  PER  QUANTO  CONCERNE   LE  LICENZE  DEI  PUBBLICI  ESERCIZI.  SE CI HO CAPITO BENE QUALCOSA, SONO STATI AMPLIATI DI QUALCHE METRO-CHILOMETRO I LIMITI DI UN CERTO PERIMETRO ENTRO IL QUALE SI POTEVANO CONCEDERE LICENZE COMMERCIALI.

TUTTI NOI PRESENTI IN CONSIGLIO, I CURIOSONI COMPRESI, SAPPIAMO  BENISSIMO  TUTTI  A  COSA  SERVIVA  E  A  CHI  SERVIVA QUELLA "RIPERIMETRAZIONE". NON  FACCIAMO  GLI  IPOCRITI.

SU UN' ALTRO ARGOMENTO DI INTERESSE GENERALE QUALCHE CONSIGLERE DI OPPOSIZIONE HA  CHIARAMENTE  FATTO  NOTARE, NATURALMENTE INUTILMENTE VISTA L' INDIFFERENZA GENERALE,  GLI  OBROBRI  FATTI  PER  LA  GRADUATORIA  DELLE  POVERTA'  ESTREME  CHE VEDE  OLTRE IL  50%  DEGLI  ISEE TOTALMENTE  NON RISPONDENTI ALLA REALTA',  MA ANCHE  PER  QUANTO   CONCERNEVA  I  PARAMETRI  DI  VALUTAZIONE DEI MERITI PER L' ATTRIBUZIONE DEI BENEFICI. 

NESSUNA  RISPOSTA. MICA IL SINDACO, CHE SI VOLTA CON CALMA E TI GUARDA DALL' ALTISSIMO VERSO I BASSIFONDI, DEVE STARE  DIETRO A QUESTE SCIOCCHEZZUOLE INSIGNIFICANTI !

BANDO  MENSA: NIENTE  DA  DIRE !  PARE  SIA  UGUALE  A  QUELLO  DEGLI  ANNI  PRECEDENTI,  MA  GLI  ANNI  PRECEDENTI  NON SEGUIVO BENE I LAVORI, VUOI PER NOIA VUOI PERCHE' NON ME NE FREGAVA NULLA, E QUINDI  NON  AVEVO  MAI  LETTO UN BANDO. QUESTO SI' PERò,  EBBENE  IL  BANDO  TAGLIA  FUORI  TUTTE,  E  DICO  TUTTE,  LE  DITTE  DEL LUOGO,  LE DITTE NATIVE CHE  SI  OCCUPANO DI  RISTORAZIONE TRANNE  UNA ! NATURALMENTE.  SOLO CHE  IL  DIAVOLO  FA  SOLO  LE  PENTOLE  E  NON  I  COPERCHI :  TOH, NON MI ARRIVA  UNA  DITTA  DI  UN' ALTRA CITTA'  VICINA  E VINCE  L'APPALTO !? HA  TUTTI I DOCUMENTI IN  REGOLA, ANCHE QUELLI CHE NON OCCORREVA PRESENTARE,  E  NON  PUO'  ESSERE  FATTA  FUORI !  COMUNQUE  NEL  MAL  TOLTO  IL  COMUNE  STA'  RISPARMIANDO  QUALCHE  SPICCIOLO. CHE E' GIA' QUALCOSINA.

UN BEN IDENTIFICATO CONSIGLIERE DI OPPOSIZIONE AVEVA  FATTO LA  RICHIESTA  PER LA INSTALLAZIONE DI  UNA  PANCHINA  AD USO E CONSUMO DEI TANTI ANZIANI CHE STAZIONANO NELLA BELLA PIAZZA CENTRALE. GLI  E'  STATO  RISPOSTO :  "SE  L'AVESSERO  CHIESTA  A  ME  SAREBBE  GIA'  STATA  LI !'"

TIE', COSI' GLI ANZIANI IMPARANO A RIVOLGERSI ALL' OPPOSIZIONE E NON AL BABBO BELLO DELLA CITTA' ! CHE STIANO SENZA PANCHINA ORA !

NELL' ULTIMO  CONSIGLIO  HO NOTATO, DA PROFANO, CHE L' OPPOSIZIONE HA ABBANDONATO L'AULA  PER  CERCARE  DI  AVERE  UN  PO'  DI ATTENZIONE DA PARTE DELLA MAGGIORANZA CHE GOVERNA. NIENTE  IL  CONSIGLIO  VA  AVANTI, COME SE NULLA FOSSE SUCCESSO, E CONTINUA  AD APPROVARE  QUALCOSA  CHE  INGESSERA'  IL   CENTRO  STORICO  CHISSA'  PER  QUANTI  ANNI  ANCORA. 

MI DICONO, QUELLI DELL' OPPOSIZIONE, CHE BASTAVANO  UNA  MANCIATA  DI  GIORNI  E,  TUTTI  INSIEME,  AVREBBERO POTUTO APPROVARE QUALCOSA  CHE  AVREBBE  DETERMINATO LA CRESCITA  DELLA  NOSTRA  CITTADINA.

MA  NO!! 

COME  AL  SOLITO, MA IO DA CITTADINO NON ME NE INTENDO,  CI  SONO  DEGLI  INTERESSI  IMPROROGABILI. INFATTI UN  EMENDAMENTO,  PRONTO  DA ALCUNI MESI PRIMA,  LASCIATO  CHISSA' PERCHE' IN  ATTESA, IN "SONNO"..  DI  COLPO,  DEBBA  ESSERE  DISCUSSO  E  APPROVATO  IN  UNA  SEDUTA.  

ALLA  VIGILIA  DI  NATALE, ERO PRESENTE,  ESATTAMENTE  ALLE  12:30  TUTTI  GLI  IMPIEGATI  DEL  MIO COMUNE INSIEME AI  CONSIGLIERI  DI  MAGGIORANZA  SONO  STATI  INVITATI  DAL  SINDACO  PER  IL  CONSUETO BRINDISI.

QUALCUNO  MI  HA  FATTO  NOTARE  CHE  QUALCHE CONSIGLIERE  ERA ASSENTE E PARE CHE ABBIA RISPOSTO, A CHI GLI CHIEDEVA CONTO DEL SUO DISERTARE IL PARTY PRE-NATALIZIO,  CHE  " OGNUNO  A CASA  SUA CON  I  SUOI  SOLDI INVITA  CHI  VUOLE ". COME DIRE CHE IN QUELLA OCCASIONE PER I SALUTI ANTE-NATALIZI  LE SPESE ERANO A TOTALE CARICO  DEL CITTADINO-CONTRIBUENTE ! 

OGGI, NON SPECIFICO LA GIORNATA, SIAMO  QUI  NUOVAMENTE,  COME  SEMPRE,  AD ASSISTERE ALL' ENNESIMO CONSIGLIO COMUNALE.  MI DICONO CHE GLI  ORDINI  DEL  GIORNO  VENGONO CONSEGNATI AI CONSIGLIEREI DELL' OPPOSIZIONE NELLE  24 PRECEDENTI LA RIUNIONE CONSILIARE...  STRANO   PERO'  CHE  VENGA  CONVOCATO   UN  CONSIGLIO  STRAORDINARIO,  QUANDO  GIA'  IL CORRISPONDENTE LOCALE, SDRAIATO COME NON MAI, PUBBLICAVA  QUELLI  CHE  SAREBBERO  STATI  GLI ORDINI  DEL  GIORNO.

IN  QUESTA  SEDUTA  PARE  CHE  IL  CONSIGLIO  DEBBA  MODIFICARE  UN  ALTRO  REGOLAMENTO.

REGOLAMENTO GIA'  ABBONDANTEMENTE  MODIFICATO, E  CONDONATO,  TRA  L'ALTRO  L'ULTIMA  MODIFICA  E'  SCADUTA  A  FEBBRAIO.  SAREBBE STATO INTERESSASNTE CHIEDERE AL  SINDACO  SE  AVEVA  PROVVEDUTO  A  RISCUOTE  I  DIRITTI  DI  CUI  SI  PARLA  AL  COMMA  4  DELL' ART.  16.

CREDO CHE NON ANDRO' PIU' AI CONSIGLI COMUNALI. E' UNA NOIA TOTALE. E' UNA FREGATURA COSTANTE. E' UNA PRESA IN GIRO AUTORIZZATA DAL VOTO POPOLARE. E' UNA ACCOZZAGLIA DI LOSCHI PERSONAGGI CHE PENSANO SOLO A RIEMPIRE LA SACCOCCIA. LA LORO NATURALMENTE.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

ANGELA DESOLE 03/07/2011 19:17


SIG. BRESCA GIANCESARE SONO L'AUTRICE DEL TESTO (LETTO IN CONSIGLIO NELLA SEDUTA DEL 28-12-2010), DI CUI LEI SI E' APPROPRIATO, AGGIUNGENDO E DESCRIVENDO GLI ATTORI CON DEGLI AGGETTIVI CHE NON E'
MIA CONSUETUDINE UTILIZ-ZARE, NEANCHE PER DESCRIVERRE I MIEI PEGGIORI NEMICI. AVREI PREFERITO CHE LEI PUBBLICASSE IL TESTO ORIGINALE CHE, TRA L'ALTRO TUTTI POSSONO CONSULTARE SUL SITO DEL COMUNE E
POI, EVENTUALMENTE AVREBBE POTUTO COMMENTARE IL TUTTO A SUO PIACERE.
VOLEVO RISPONDERE ANCHE AL SIG. GIOMARIA (CON UNA EMME).
FORSE LEI E' UN UOMO COLTO MA E' COMUNQUE UN TROGLODITA VISTO E CONSIDERATO CHE OFFENDE LE DONNE CHE SONO STATE ELETTE NEL CONSIGLIO (CREDO CHE LEI IN QUESTO MODO STIA OFFENDENDO TUTTO IL GENERE
FEMMINILE CON CUI SICURAMENTE NON HA UN BUON RAPPORTO). CONSIDERATO IL FATTO CHE ALMENO IO NON POSSO FAR PARTE DI QUELLA "CATEGORIA" CON I MIEI QUASI 50ANNI E UNA TAGLIA EXTRA-LARGE, MI SENTO DI
PRENDERNE LE DIFESE, (ANCHE SE SO BENISSIMO CHE LA MIE COLLEGHE SANNO DIFENDERSI DA SOLE, MA SICURAMENTE NON HANNO VISTO QUESTE SORDITE PROVOCAZIONI) E LE POSSO GARANTIRE CHE PROPRIO LE DONNE DI
CUI LEI PARLA MALE SI STANNO DANDO MOLTO DA FARE, L'ASSESSORE SCANU STA TUTTI I GIORNI IN COMUNE E SI PREOCCUPA DI TANTISSIME SITUAZIONI PERSONALMENTE, METTENDOCI LA SUA FACCIA, PER NON PARLARE DEL
CONSIGLIERE PIRAS SEMPRE ATTENTA E PROPOSITIVA ED INFINE IL CONSIGLIERE SIMULA CHE, A CAUSA DEL SUO DOTTORATO A FATTO QUALCHE ASSENZA, MA QUANDO HA POTUTO SI E'SAPUTA CONFRONTARE, (HA ESPOSTO LA
SUA OPINIONE ANCHE NEL CONSIGLIO PRO-ALIVESI), DEL RESTO CON I "VECCHI LUPI" SI FA' QUELLO CHE SI PUO'. OVVIAMENTE DA PARTE NOSTRA NON C'E' MAI STATA NESSUNA ARROGANZA, LI' DENTRO NON E' PERMESSO A
NESSUNO FARE L'ARROGANTE, ANCHE PERCHE' SE CI PROVI IL SINDACO TI TOGLIE LA PAROLA, CERTAMENTE NON LA TOGLIE A SE STESSO ED ALLA SUA OMBRA.
LE SFILATE DI MODA, CHE DIRE, FORSE SONO VS UN PRESAGGIO, ( O DESIDERIO PERVERSO),PRESENTARSI PULITI ED IN ORDINE PENSO SIA UN SEGNO DI RISPETTO PRIMA DI TUTTO PER SE STESSI,MI PARE CHE ANCHE IL
GENERE MASCHILE NON SI PRESENTI SUDICIO E TRASANDATO.
E CHE DIRE DEL NS ORTICELLO, NOI DELL' OPPOSIZIONE NON L'ABBIAMO PROPRIO, IN CINQUE POSSIAMO SOLO FAR SENTIRE IL NS PARERE, DEL RESTO PROPRIO NEL CONSIGLIO DI CUI SOPRA PER AVER RIPORTATO DEI FATTI
O "MISFATTI", MI E' STATO COMUNICATO DAL SINDACO CHE PER QUELLE AFFERMAZIONI POTEVO ESSERE DENUNCIATA. ASPETTIAMO COMUNQUE CON PAZIENZA CHE DALLA MAGGIORANZA QUALCUNO SAPPIA IMPORSI E DIRE "NO"
OGNI TANTO.
CERTO NON DEVO ESSERE IO LA VS PULZELLA D'ORLEANS, DEL RESTO CHI CI AMMINISTRA E' STATO ELETTO SENZA EQUIVOCI DUBBI, DALLA MAGGIORANZA ASSOLUTA DELLA POPOLAZIONE, ECCO COSA VUOL DIRE "VOTARE A
SINISTRA A PRESCINDERE", MA VEDETE A MIO MODESTO PARERE IN QUESTO MOMENTO, CAUSA "DUE ELEMENTI" (MEGLIO DEFINITI DA DON PECCA)SIAMO AMMINISTRATI DA QUALCOSA CHE DI DEMOCRATICO HA SOLO IL NOME.
INFINE RISPONDO A "STRANO" SE TI COLLEGHI AL SITO DEL COMUNE, NELLA HOME PAGE, A DESTRA NELLA COLONNA AZZURRA PUOI CLICCARE SU "DELIBERE DI CONSIGLIO " E SEGUENDO LE INDICAZIONI, POTRAI TROVARE I
RIASSUNTI DEI CONSIGLI. CERTO SAREBBE IL MASSIMO PER NOI AVERE LA TV ALMENO QUALCUNO SA' CHE COMUNQUE ABBIAMO IDEE, A VOLTE PER NON DIRE SPESSO DISCORDANTI, E CHE CI SI CONFRONTA SEMPRE E COMUNQUE
CON UN MURO, CONSIDERATO CHE "LA NUOVA" DECISAMENTE DI PARTE, IGNORA LA SN ESISTENZA.


IL CONSIGLIERE COMUNALE
ANGELA DESOLE

P.S. COME VEDETE IO MI FIRMO COL MIO VERO NOME, CERTO A PARLAR MALE IN INCOGNITO E TROPPO FACILE, LO SO' CI VOGLIONO GLI ATTRIBUTI, COSE CHE NON TUTTI HANNO.


Veronica 03/05/2011 15:36


Ma di cosa si stà parlando ? Non capisco !
Chi è questo monsignore, a che cosa ci si riferisce di preciso ? A chi si vuole riferire con "Paesone del Mondo" ?
Che cosa è il "Credo Locale"? Chi è il "bruttarello e mal vestito" ? Parliamo di Ittiri, della giunta , di qualche ministro di fede ? Ma ditele le cose chiare, non è meglio ?


Don Pecca 03/05/2011 10:39


Non è passata inosservata la lettera pubblicata qui a fianco e indirizzata ad un non meglio specificato Monsignore, eccellenza...
Credo si stia cercando di dire qualcosa di importante ma ancora non è chiaro quale sia il messaggio anche se tutti noi, quelli che ci dilettiamo a leggere i blog, sappiamo a cosa ci si riferisce.
E' fuori di dubbio che nel paesone del mondo ci sia una forte connivenza e legame tra potere politico e potere del Credo Locale. E ambedue hanno fortissimi interessi, in barba al popolo fedele, che
nulla a che fare con le idee delle due Case. Credo che basti guardarsi un pò più attentamente in giro per capire quale tipo di potere si sia insediato nel paesone. E' tutto sotto controllo: il
Credo, le Pulizie del Paesone, la Gasificazione, la Povertà, il Lavoro, il Folk, il PUC, la PAC, il PIC. Insomma il paesone è sotto scacco ed i poveri tonti ancora non se ne sono resi conto. Chi
non collabora è fuori naturalmente. Credo proprio che Monsignore debba intervenire energicamente richiamando la pecorella sobriamente smarrita all' ovile originario.


Giomaria 03/03/2011 18:47


Ecco perchè farò l' inviato speciale da quella sala consiliare di quel paesello dormiente. Faremo sapere a tutti come funziona davvero in quel caseggiato padronale. Quel vecchietto bruttarello e
mal vestito dovrebbe abituarsi a mandare, attraverso i canali che conosce, i resoconti le proposte le idee e l' elenco delle offese che continuamente subisce da qualche cooperatore.


STRANO 03/03/2011 17:41


Tutto questo succede perchè la gente di questo villaggio dorme. Si sarebbe tutto risolto se le sfilate delle veline e i discorsi profondi fossero pubblicati su internet. So che un vecchio
bruttarello e mal vestito (da Sardo) ha fatto una proposta del genere ma l'hanno pure deriso. MA FORSE I VILLANI MERITANO DAVVERO QUESTO.


Giomaria 03/03/2011 11:17


Il resoconto presentato da Bresca mi ricorda un paese di mia conoscienza ed un sindaco che somiglia, in tutto e per tutto, ad uno che conosco molto bene avendo avuto, purtroppo, a che fare con lui
negli anni scorsi. In effetti Bresca ha disegnato bene sia il personaggio sia le azioni che, dentro quell' aula adibita a consiglio comunale, vengono perpetrate ai danni della collettività e quindi
anche dei cittadini. Ha anche rappresentato bene l' aria pesante che vi si respira ed in particolare
l' arroganza, nutrita da una profonda ignoranza e mancata cultura generale, che viene espressa in tutti gli interventi dei cosiddetti amministratori.
Ho avuto modo anche io di assistere, essendo parte interessata per l' assegnazione di un lotto in una certa area adibita alle professioni artigianali, ai consigli comunali di questo fantomatico, ma
non tanto, paesone
d' Italia. Ebbene posso assicurarvi che questo paesone d' Italia è davvero, ma davvero, male rappresentato da alcuni personaggi che non sanno mettere in fila una parola dopo l' altra per dare senso
ad una frase. Questi sono personaggi - comprese alcune donnicciole, anzi, veline in perenne sfilata di moda contemporanea - che non sanno fare gli interessi della gente. Sono solo personaggi
arrogantemente incapaci che cercano di difendere il loro orticello ed i loro piccoli interessi.
Non so a quale comune si riferisca Bresca ma ha rappresentato il mio così bene che mi sono identificato in quello che ha scritto. Complimenti.
Mi candido a fornire la corrispondenza ogni volta che c'è un consiglio comunale nel mio comune, se ben accetta naturalmente.
Da quale comune ?
Il comune di.....(mi è mancato l' inchiostro...)