Tonino, Tonino ma cosa mi combini mai !

Pubblicato il da La Lettrice

CATTIVO1orani

Sig sindaco mi faccia capire, ma Lei per caso è un masochista?

Trova piacere nel soffrire, nel farsi frustare verbalmente, o crede seriamente che la popolazione ittirese sia così superficiale da non saper dare un giusto peso alle parole e ai fatti.

Conosce il gioco degli scacchi?

Sa come si chiama quella mossa che impedisce all’avversario di fare qualsiasi altra mossa?

Lei è sotto scacco! Se ha buona memoria immaginerà anche perché altrimenti rilegga le sue lettere una l’ha ancora pubblicata in prima pagina sul sito istituzionale del comune di Ittiri e poi mediti su quanto le dico.

Il 10 febbraio 2010 è stato pubblicato all’albo pretorio del Comune di Ittiri la delibera di giunta n. 23 adottata il 4 febbraio 2010 avente ad oggetto la linea 2 “contributo sulle povertà estreme” in cui scegliete il criterio di applicazione e a cui dovrà poi fare seguito il bando.

Ritornando alla lettera che è ancora pubblicata nella home in riferimento hai progetti per le povertà estreme Lei asserisce testuali parole “ se il consigliere Soro non fosse così presa dall’ossessione di posizionarsi nell’ufficio di staff di qualche assessore regionale molto in vista da queste parti, avrebbe notato, solo leggendo gli atti di giunta, che abbiamo chiuso a novembre con il progetto 2008, a dicembre abbiamo acquisito le domande e a gennaio partiremo con il progetto 2009.”

Questa sua testimonianza è riportata fedelmente anche negli sbagli di punteggiatura, si perché in quanto a virgole non bada a spese, si rilegga il punto e se conosce l’analisi del periodo individua anche l’errore. Soprassedendo a queste piccolezze, che da un laureato auto premiato come lei non mi aspetto, si ricorda in merito la risposta che le diedi come una lettrice, non mi dica di no in fin dei conti ha fatto anche bloccare il post sul forum istituzionale.

Per risvegliarle la memoria le confessai che mi ero presa la briga di spulciare le sue delibere ed i bandi pubblicati da luglio ad oggi e le dissi che i decantati bandi sulle povertà estreme non li avevo trovati e non riuscivo a capire cosa potesse aver acquisito a dicembre senza pubblicare i bandi.

Vede alla fine il fatto che la dr.ssa Soro non avesse letto le delibere non era perché si stava impegnando a infilarsi in qualche staff, lei sa scindere la vita privata dalla vita pubblica a differenza sua, in realtà non le aveva lette perché le delibere non c’erano e prevedere il futuro non fa parte dei doveri di un consigliere, ancorché di minoranza, lo si lascia fare a chi fa abuso della credulità popolare.

Sempre per smentire quanto detto da lei, ossia che a gennaio partivate con il progetto 2009, le faccio presente che è in ritardo anche sulla sua dichiarazione che ha tenuto a pubblicare sia sul sito del comune che sulla testata delle nuova Sardegna e dell’unione Sarda, perché di fatto il 4 febbraio avete approvato i criteri per l’accesso ai bandi il 10 febbraio avete fatto affiggere all’albo pretorio la delibera ma i bandi con cui l’amministrazione dovrà acquisire le domande non sono ancora pubblicati.

Giunti a buon fine, in base a quelli che sono stati i vostri veri atti, ad oggi tra le delibere di giunta abbiamo trovato il pacco (linea) 3 sul servizio civico, il pacco (linea) 2 sulle povertà estreme ma quando apriremo il pacco (linea) 1 denaro liquido, ossia contributi economici, ad aprile per buttare un po’ di fumo negli occhi dei pochi illusi che ancora le credono?

Ma perché anziché darsi alla politica non si da all’ippica.

Sig sindaco mi faccia capire, ma Lei per caso è un masochista

Commenta il post

Mario 03/20/2010 20:31


Peccato però che tutti i sogni di chi ti ha dato il voto vadano in malora. Dove sei sindaco, non senti il lamento dei disperati, i disoccupati (come si ha il barbaro coraggio di chiamarli), come
non se ne vedevano dagli anni che furono, in piena piazza piccola russia in carrela ‘e s’ippidale, mentre tu sindaco opulento partecipi volentieri nella "tua" piazza, al teatro delle tue feste e
delle tue pagliacciate.
Ma già, dimenticavo, la disperazione dei disoccupati non è cosa che ti riguardi, intanto voi post-comunisti siete molto bravi a ribaltare le responsabilità verso Berlusca, piove, non piove,
mondezza a Napoli, terremoti, alluvioni, deflazione, inflazione, rarità monetaria e quant’altro accada la colpa è sempre quella di Berlusca… Sono deluso, sindaco. da voi post-comunisti “campioni di
democrazia” mi aspettavo qualcosa di diverso. Peccato soprattutto per te, che avevi un certo consenso popolare e avresti potuto approfittarne per creare qualcosa di nuovo. Ma, vedi, la realtà è
impietosa: sul nulla non si costruisce nulla, se non la propria disfatta. Povera Ittiri!
Mario


Bachisi 03/20/2010 19:58


C’era una volta una greffa che amministrava Iteri Cannetto.
Con un certo stupore, prendo coscienza di una novità: che del nostro amato Sindaco Tony Rany (sordo e muto verso i problemi della cittadinanza ma non verso i suoi comparuzzi) si sente parlare molto
di lui in questo periodo, entro in un bar e l’argomento preferito è sempre lo stesso, gli sfotò verso il sindaco Rany, nei mercati, nelle piazze, le persone che si riuniscono a capannelle, ovunque
ormai non si parla d’altro Tony di quà Rany di là. la sua faccia esce quasi tutti i giorni su "la Nuova" Che gli strali di Johan Sens stiano cominciando a fare effetto? Ha forse colpito nel
segno?
Non credo che Sens abbia questo potere! credo piuttosto che gli avvenimenti abbiano ormai preso una piega tale che il nostro personaggio Rany, pur con la sua consumata abilità e furbizia, non sia
più in condizione di bluffare. C'è riuscito per quasi quattro anni, che è un tempo mirabolante per un bluff, ma ora non ce la fa più.
Vediamo perché. Uno dei primi nodi da sciogliere era quello dei rifiuti depositati da ignoti che fanno da cornice dell’abitato nelle strade di periferia e dell’agro, che a Iteri continua ad essere
da codice penale. I motivi li conosciamo tutti: dalla mancata programmazione forse per incapacità o dell’invidia degli amministratori, a iteri non si è fatto e non si fa nulla per aiutare i giovani
dalle varie devianze, non fanno nulla per agevolare le attività agropastorali, delle attività produttive in quanto pare che i lotti venduti a Padulis ed acquistati da ignari imprenditori vi siano
dei vizi occulti non dichiarati maldestramente dalla giunta (vedi condotte d’acqua e cunicoli sotto il piano di campagna e vincolati dalla sovrintendenza), non si è fatto nulla per regolare il
commercio che ormai è ad uno stato selvaggio, nulla si è fatto per incoraggiare le nuove attività, negli appaltipubblici, non so perché ma in Sicilia lo capiscono, vengano agevolate sempre le
imprese d’oltre mare mentre le imprese locali non vengono neanche prese in considerazione, in quanto esistono delle leggi chiarissime che permettono agli enti pubblici l’affidamento diretto sotto
l’importo di 250.000 euro, basta che queste leggi vengano solo applicate… le strade del centro sono strette e il sindaco Rany continua ad farle ancora più strette (vedi i marciapiedi del corso
Vitt. Em. a partire dalla scuole elementari in su, le automobili in circolazione sono troppe, i mezzi pubblici scarsi ed inefficienti e senza spazi per la sosta, i principali uffici sono
sparpagliati nel centro storico, se un cittadino ci va per richiedere un semplice certificato ne deve richiamare gli impiegati dal bar e questo dimostra che il personale è senza sorveglianza
pertanto “est a chie sinde cheret fagher”, non ci sono parcheggi quello che c’era disponibile all’interno del caseggiato scolastico è stato espropriato dagli insegnanti a loro esclusivo utilizzo.
La giunta Tony Rany ha fatto ben poco per risolvere questi problemi. Ben poco è stato realizzato da questo Sindaco e da questa giunta!
Bachisi


Giuseppe 02/19/2010 15:47


Purtroppo ad essere sotto scacco è la popolazione di Ittiri. E ci sono riusciti, questo gruppo di manigoldi, per anni ed anni. Vi sono cose che ancora non è possibile dire nè indicare perchè è
prematuro ma vi assicuro che di cose grosse e di una certa gravità in giro ce ne sono parecchie e tutte a danno degli ittiresi e a favore dei soliti noti che da una parte fanno vedere che sono per
la gente e per i poveri e dall' altra pensano sono a se stessi.
Le denunce sin qui fatte da tutti quelli che scrivono non hanno sortito alcun effetto visivo ma vi posso assicurare che tantissimi cittadini sanno, sono bene informati e sapranno decidere al
momento giusto.
Meraviglia l' atteggiamento di Silvio lai che conosco come brava persona che si è invece affidato a certi loschissimi personaggi.Peccato.


Salvatore 02/18/2010 13:40


A quanto pare la volpe perde il pelo ma non il vizio.
Evidentemente ha preso per stupidi tutti gli ittiresi i quali, ed è evidente, non sopportano più la sua figura. Non solo gli ittiresi ma anche il PD ed i suoi dirigenti che a quattr' occhi
confidano di tenerlo sulla palle e non vedono l' ora che qualcuno chieda le primarie per la scelta del prossimo candidato sindaco.
Qualcuno ha ragione: errare umanum est, perseverare diabolicus est !!
Ma tanto, e la politica nazionale ce lo insegna, tutti i nodi presto o tardi vengono al pettine.