Una lezione di Civiltà, Educazione, Umiltà, Democrazia e condivisione. Sono questi i valori che incarna la proposta di Sardigna Natzione che è pienamente condivisibile.

Pubblicato il da Totoi Fadda

Il Colonnello Alivesi

Credo si possa affermare, in piena autonomia di pensiero e di giudizio, che la Proposta - Piattaforma di Difesa, Rilancio e Riqualificazione della struttura ospedaliera Alivesi di Ittiri formulata dal gruppo dirigente di Sardigna Natzione ed esplicitata dal Consigliere Comunale Gian Piero Marras - Zampa, meriti il totale supporto e sostegno di quanti hanno a cuore il destino di questa importante realtà sanitaria ittirese.

Con la formulazione di queste possibili soluzioni, che non avrebbero neanche tanto bisogno di ritocchi o cambiamenti  particolari, messe sin da subito nella conoscenza del popolo ittirese e dei paesi dell' interland e che, ho motivo di credere, già da domani  verranno portate all' attenzione dei Sindaci che gravitano nel bacino di utenza della importante e agonizzante struttura ospedaliera,  e della dirigenza della ASL di Sassari e della Regione Sardegna, si sia data ed impartita una sonora lezione di Civiltà, di Educazione, di Umiltà e di reale Democrazia a quanti, sino ad oggi, hanno preteso di "elaborare" proposte (ai più totalmente sconosciuta) in totale solitudine, di nascosto, in segreto come se fosse una formula chimica o una invenzione di universale importanza.

Proposte, diciamolo per onestà intellettuasinina, che probabilmente sono anche buone e positive. Utili alla nostra comunità ed ai tanti utenti bisognosi di cure ma che avrebbero forse meritato una riflessione ed un confronto continuo non solo con tutte le parti socio-sanitarie interessate ed in grado di poter aggiungere un giudizio forse più appropriato, ma anche con le realtà sindacali interne all' ospedale. La piattaforma di rivendicazione di Sardigna Natzione è, ad una prima analisi, abbastanza completa in tutti i suoi punti cardine ed è anche attuabile, in alcune parti, sin da subito, nel breve e medio tempo, perchè non richiede grandi sforzi economici. L' altra proposta, relativa alla Residenza Sanitaria Aziendale, merita più di una riflessione e si potrebbe programmarla nel lungo termine perchè richiede uno studio più approfondito ed il conseguente reperimento dei fondi necessari da trovare nelle pieghe del bilancio, già disastrato,  della ASL ed in quello  della Regione Sarda.

Sarebbe interessante che Zampa Marras convochi una conferenza stampa per spiegare e lanciare la campagna di Difesa, Rilancio e Riqualificazione dell' Ospedale Alivesi da troppo tempo abbandonato da tutti e vergognosamente dimenticato proprio da quelle personalità che, per incarico istituzionale ricoperto, hanno come compito principale quello di difendere la propria comunità, il tessuto sociale che in essa vive e produce, e difendere dal decadimento progressivo una delle storiche strutture sanitarie nella quale, alcune volte, purtroppo, si muore anche a causa della mancanza di adeguate strumetazioni.

 

 

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

Franco 01/26/2012 09:08

Mi dispiace per tutti i miei compaesani ma credo che se chiudono l' ospedale tutte le colpe debbano essere imputate proprio agli ittiresi. Alla gente, alla popolazione che ormai pare stufa e stanca
da questo argomento che si ripresenta sempre ogni volta che si parla di sanità. Visto che la gente non partecipa, e lo si è visto alla assemblea del consiglio comunale fatta nel piazzale dell'
ospedale alla quale non ha partecipato proprio la popolazione (che ha preferito farsi un giro in piazza anzichè difendere la salute pubblica). Cosa si può pretendere ? Quello che ci daranno ci
terremo. Se dobbiamo viaggiare a sassari per curarci così faremo. Che colpa può avere un sindaco se non ha quel seguito che si aspettava dalla popolazione ? Bene ha fatto anche Zampa a presentare
quuesta proposta ma riuscirà a farla appliccare ? Chi deve decidere a cagliari ed a sassari avrà la forza di imporre questa soluzione ? Nutro davvero i miei dubbi.

Gianni Lait 01/25/2012 20:40

Mi dispiace per tutti i nostri consiglieri comunali ma io come cittadino ho scritto una lettera di protesta e di lamentela all' assessore alla sanità. Ho scritto del come mai ad ittiri non è venuta
o, come temo, non è stata invitata; gli ho scritto che questo nostro capo di governo ittirese non è in grado di risolvere questo problema da solo (perchè da solo stà andando) e quindi di fare passi
pronti per prendere una decisione che vada bene a tutta la popolazione; ho scritto anche che i sindaci del territorio non prestano alcuna attenzione all' ospedale perchè non è nel loro comune e
perchè i loro abitanti vanno tutti a sassari e ad alghero a curarsi; gli ho scritto di prendere a cuore la proposta di Zampa affinchè qualcosa di buono possa venire ad ittiri. Penso comunque che i
giochi siano già fatti e questo il sindaco lo sa già da tanto tempo, solo che fa finta di non sapere. Ci vuole una sommossa popolare se vogliamo conquistare qualcosa. Ma gli ittiresi mica hanno
tempo da perdere. Intanto la gente continua a morire....contenti loro....

Giacomo 01/25/2012 16:09

Per la verità la giunta ha varato una sua proposta ed è quella che verrà duscussa domani a cagliari. Certo non è articolata come quella presentata da Zampa, che è più completa, ma comunque una
proposta l' ha fatta. Che poi è pubblicata anche in questo blog. Una cosa è certa, quella proposta del sindaco doveva, dico DOVEVA, essere discussa dall' intero consiglio e doveva, dico DOVEVA,
essere presentata e messa a confronto con la altre idee che forse avrebbero aiutato l' assessore ed il direttore generale a decidere per un certo verso piuttosto che in un altro. Ma queste sono
cose che fanno parte del personaggio, del carattere di questo nostro primo cittadino che si atteggia a grandeur senza esserlo. Ma ripeto è il personaggio che è così. Ecco perchè non si confronta
con nessuno. Crede che quelle che lui pensa sia in assoluto la verità.

Sereffina 01/25/2012 13:59

Caspita ! questa mi suona nuova. E' davvero possibile che lu sindèchè mandi degli sms ad un consigliere comunale legalmente eletto per intimargli di non sparlare male di Lui ed invogliando gli
altri consiglieri ad isolare Zampa ? Mammamia ! Questo ha raggiunto proprio il fondo. Non sa più cosa fare. Secondo me è male consigliato. Chi gli sta vicino gli soffia dentro l' orecchio (quando è
libero dall' auricolare) una miriade di cazzate. Ha scritto bene totoi : perchè non confronta le sue tesi ed il suo programma di difesa dell' ospedale (se ne ha uno. Ma tanto glielo ha scritto
Silvietto...) con quello completo e aderente alla realtà formulato da Zampa frutto, mi è parso di capire, di interviste e discussioni con tecnici e medici ? Non sa fare nulla. Proprio nulla !
eppure quì lo votano tutti ! Vacci a capire più danno fanno alla città più sono benvoluti. Fenomeni strani degli ittiresi...

PD 01/25/2012 10:54

Condivido l'azione di Zampa e ammirevole,continua così, no come il ns Sindechè! che si preocupa di mandare sms per dire chè zampa lo stà screditando invogliando i consiglieri di difenderlo,Fai un
piano se sei capacce.

Maria Antonietta 01/24/2012 21:23

Finalmente si affaccia all' orizzonte qualche proposta sull' utilizzo dell' ospedale. Va reso merito a Zampa ed a tutto il suo movimento che con grande spirito di sacrificio e senso civico stanno
presidiando già da circa 15 giorni l' ospedale che vogliono difendere. Ho visto solo una volta il nostro beneamato sindaco e poi è sparito ! Non capisco come mai invece non si allei con Zampa e
presidi anche lui il nosocomio insieme magari alla sua giunta ed invitando anche i pappagalli dell' opposizione di destra che con un semplice comunicato e due telefonate pensano di aver risolto il
problema ! In altri tempi il sindaco Fiori Leonardo favorì una assemblea permanente dentro la sala consiliare che qualche frutto diede. Questo non ne ha proprio voglia. A zampa vanno tutti i nostri
ringraziamenti e riconoscenza per questa sua battaglia di civiltà davvero. Grazie !