Supporto Informativo sulla Disabilità, Povertà e diritti delle Famiglie

 

Questa pagina tematica dal titolo "Disabilità Leggi e Norme" intende mettere a disposizione di tutte le famiglie che hanno al proprio interno un disabile, affetto da qualsiasi patologia invalidante, uno strumento valido di informazione , che sarà puntuale e costante,  sulle leggi che regolano la materia della Disabilità, la Povertà e i diritti delle Famiglie.
Non solo, ci occuperemo anche di tutte quelle norme che sono a favore del contrasto alle povertà, siano esse relative che estreme, e che sono carenti di adeguata e costante informazione.
Una mancata informazione, che di norma dovrebbe essere curata dalle Amministrazioni locali a beneficio dei propri amministrati più deboli, che impoverisce ancora di più il cittadino-utente al quale vengono sottratte innumerevoli notizie e possibilità legislative al fine di migliorare la propria condizione di salute, economica, di relazione e di integrazione sociale. 

In alcuni casi la condizione di  disabilità è, allo stesso tempo, causa e conseguenza della povertà.

Secondo calcoli effettuati dalle Nazioni Unite, una persona su 20 è disabile (il 7% della popolazione mondiale, circa 370 milioni di persone) e oltre il 75% dei disabili vive in un Paese in Via di Sviluppo.

Nel Sud del mondo la disabilità conduce inesorabilmente all'esclusione e alla discriminazione sociale ed economica e riduce, se non addirittura nega, l'accesso alla formazione scolastica e al lavoro.

Le persone disabili entrano in un circolo vizioso che le porta a essere tra le più povere del mondo, con tassi di analfabetizzazione di gran lunga superiori rispetto a quelli della popolazione normodotata.
A soffrire in modo particolare per le conseguenze sociali dell'handicap
In alcuni casi e in alcune parti del mondo i bambini disabili sono considerati socialmente inutili e sono respinti dalla stessa famiglia d'origine.
Restano privi di istruzione scolastica, anche perché le scuole sono spesso lontane dal luogo di residenza e quindi difficilmente accessibili. La mancanza di infrastrutture in grado di offrire servizi adeguati alle esigenze delle persone disabili, il numero esiguo di personale specializzato e la scarsità di fondi destinati all'assistenza ai disabili, privano questi ultimi di qualsiasi occasione di integrazione sociale.
Sono soprattutto  le donne  che subiscono una doppia discriminazione (sono donne e sono disabili), correndo spesso, è notizia di questi ultimi mesi, il rischio di essere vittime di abusi sessuali.

A fronte di queste gravissime situazioni crediamo sia utilissimo dare una informazione completa con riferimenti legislativi ben precisi offrendo anche un concreto aiuto intellettuale e di operatività a tutti coloro che ne faranno richiesta. Siete dunque invitati, tutti nessuno escluso,  a sollecitare il  nostro intervento attraverso le nostre strutture e le nostre conoscenze  legislative, ponendoci domande ben precise.

Le risposte ai vostri quesiti saranno affidate agli specialisti del settore  che ci affiancano in questa "Avventura Sociale" e che saranno in grado di esaudire le vostre domande.

Potete inviarci i vostri quesiti, dubbi, richiesta di notizie ed informazioni  al seguente indirizzo di posta elettronica :

segretarsociale@tiscali.it

 

A presto.