Il Consigliere Zara visita l' Alivesi con i massimi dirigenti della ASL 1 di Sassari. Smentito chi sosteneva che era "...tutto sotto controllo". Le bugie hanno le gambe corte.

Pubblicato il da Totoi Fadda

g zaraNella giornata di mercoledi 12 dicembre il consigliere comunale di opposizione, Giacomo Zara, accompagnato dal Direttore Sanitario della ASL 1 Dott. Cesarino Onnis, dalla Responsabile del Distretto Sanitario di Alghero Dr.ssa Serenella Zedda e dal Responsabile del Coordinamento dei Presidi di Ittiri e Thiesi Dott. Gianfranco Cesarani, ha visionato l' intera struttura ospedaliera, come da sua esplicita richiesta inoltrata alcune settimana fa al Direttore Generale Dott. Marcello Giannico. La richiesta di Zara era scaturita dopo le risposte evasive e generiche fornite in consiglio comunale dal Sindaco il quale aveva rassicurato tutti sostenendo che la situazione era completamente “sotto controllo” e che la situazione dell' ospedale era nella norma.

Cosa assolutamente non rispondente alla realtà delle cose visto che dalla perlustrazione della struttura sono emerse alcune situazioni critiche da risanare sin da subito.

Sono stati aperti tutti gli ambienti e fatte vedere le criticità presenti.

Il Responsabile del Coordinamento dei Presidi di Ittiri e Thiesi Dott. Cesarani, nella sua illustrazione al Consigliere Zara, ha tenuto a sottolineare che sin dalla sua nomina, avvenuta ad Ottobre 2012, si è attivato per avviare tutte le azioni utili e le procedure amministrative al fine di programmare gli interventi più urgenti a partire dalla verifica della salute della intera struttura. Le azioni più incisive sono iniziate con la completa pulizia e rimozione di tutto il materiale e le attrezzature ormai obsolete posizionate in alcune stanze.

Con questi primi provvedimenti sono stati liberati spazi preziosi, soffocati da almeno una ventina di anni dalla presenza di materiali di vario genere, che dovranno essere ristrutturati e messi a disposizione per attivare varie specialità ambulatoriali ancora mancanti.

Il consigliere Zara ha raccolto le proteste e le lamentele dei dipendenti della divisione di lungodegenza che reclamano più personale di tutte le qualifiche professionali perchè con l' attuale organico in servizio non possono andare più avanti. Lamentela e protesta già raccolta dalla Federazione Sindacale Indipendente di Mariangela Campus che nella precedente visita alla struttura, accompagnati dal Dott. Uccio Sanna in rappresentanza del Direttore Generale Giannico, avevano individuato in attesa della normalizzazione della situazione e della assunzione di personale OSS e professionale, di coinvolgere l' Associazione Volontari Ospedalieri (AVO) sezione di Ittiri che ha al suo attivo circa 30 volontari disposti a sostenere gli infermieri nell' assistenza ai degenti consentendo loro di alleggerire il carico lavoro ormai insostenibile e la tensione.

Il consigliere Zara si è impegnato ad intervenire presso il Direttore Generale per porre fine a questa situazione, che non è per nulla “sotto controllo” e neanche nella norma come dichiarato dal Dott. Tonino Orani Sindaco della città di Ittiri.

La visita al nosocomio termina con i reciproci impegni, ognuno per la parte di propria competenza, ad intervenire energicamente per sanare tutte le maggiori ed impellenti criticità iniziando dalla salvaguardia dell' intera struttura oggi in balia delle intemperie visto che alcuni malfattori hanno da tempo privato le facciate dei pluviali e dei canali di scolo, tutti in rame.

<< Sono davvero sconcertato e preoccupato – esordisce il consigliere Giacomo Zara - da questa situazione che rischia di compromettere definitivamente la struttura storica dell' Alivesi che non merita questo destino infausto. E' invece necessario muoversi, ognuno con le proprie competenze, al fine di difendere e rilanciare questo nostro bene prezioso. Credo si debbano abbandonare divisioni ed invidie politiche e lavorare, in modo unitario aldilà delle appartenenze partitiche, per questo nosocomio e per l' intera città di Ittiri. Solleverò questo problema in seno al consiglio comunale e cercherò di sensibilizzare ulteriormente i colleghi affinchè si possa giungere ad una azione comune.>>

<< Quali i suoi giudizi sulla situazione attuale della struttura ?>>

<< Da quello che ho visto credo sia necessario un intervento generale a partire, ad esempio, dalla segnaletica sia esterna che interna all' ospedale. E' da rivedere completamente l' impianto elettrico che dovrà essere messo a norma. Gli infissi interni ed esterni hanno necessità di una seria verifica, è urgente il ripristino degli intonaci e l' integrità dei muri. Insomma c'è tanto da fare. Capisco le difficoltà del Direttore Generale e la situazione complessiva sulle risorse, poche per la verità, a disposizione, ma è necessario uno sforzo comune, con il concorso di tutti, per difenderci questo patrimonio sanitario e con esso l' intera struttura.>>

I dipendenti ed i cittadini presenti hanno espresso sentimenti di stima ed amicizia nei confronti di Zara che ha avuto il coraggio di chiedere conto alla dirigenza dell' asl su quali siano le reali intenzioni per rilanciare e rivalorizzare l' Ospedale di Ittiri visto che le risorse economiche sono ferme ed a disposizione per la spendita.

Non si comprende l' ostilità ed il menefreghismo, che dura da circa un quindicennio, di alcuni amministratori che pensano, erroneamente, che una fugace visita di cortesia possa bastare per risolvere i problemi convincendosi di aver assolto al loro compito. Da questa convinzione sbagliata nasce l' esclamazione stupida che “è tutto sotto controllo” che tutto è “nella norma”.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post