"Sardegna Adesso" e "Abbadorzu Onlus" impegnati contro l' indigenza e l' emarginazione sociale. La lotta alla povertà passa attraverso una corretta integrazione sociale ed una diversa azione.

Pubblicato il da Totoi Fadda

 

mario cau interviene<< Credo che l' azione unitaria di organismi associativi, anche di diverso orientamento strategico ed di intervento ma accomunati da un obiettivo condiviso, possano essere utili alle comunità dove esse operano per alleviare quelle problematiche sociali che espongono, già da troppo tempo, svariati nuclei familiari al pericolo della povertà assoluta.>>

Chi parla è il responsabile dell' Associazione, a carattere regionale, “Sardegna Adesso” Mario Cau (foto), apprezzato imprenditore con la vocazione per un volontariato puro e genuino.

A sostenerlo in queste tesi, e nelle azioni che andremo a spiegare, c'è anche il presidente della associazione di volontariato sociale con sede ad Ittiri, “Abbadorzu Onlus”, Andrea Cossu ex consigliere comunale e da sempre vicino al mondo del volontariato.

La loro azione unitaria è sfociata oggi in una prima raccolta e la conseguente distribuzione di derrate alimentari e di giocattoli a favore delle famiglie a grave rischio di povertà assoluta.

<< La situazione delle famiglie a grave rischio di povertà e di indigenza nei maggiori centri della nostra provincia è diventata davvero allarmante e di una attualità pericolosa – sostiene Andrea Cossu – alla quale è necessario sin da ora metterci una pezza e studiare, tutti insieme, quelle azioni che possano allontanare questo pericolo che coinvolge, purtroppo, l' anello debole delle famiglie che sono i bambini.>> La situazione ad Ittiri non è certamente migliore degli altri piccoli centri del circondario che vengono coperti dai volontari delle due organizzazioni associative.

<< Ritengo sia urgente una azione condivisa, modificando l' organizzazione attuale, che presenta, in alcuni aspetti operativi, delle lacune che non danno quella spinta tanto ricercata nel risolvere il problema della povertà e della emarginazione sociale – aggiunge Mario Cau - La nostra idea è invece quella di rendere pienamente compartecipi alla vita dell' attività associativa, quindi della programmazione e pianificazione degli interventi, anche i beneficiari degli aiuti i quali possono, utilizzando tutti i canali e le leggi che in questo settore sono poco utilizzate dal volontariato, trovare degli sbocchi occupazionali alleggerendo il peso economico che oggi grava sulle comunità locali>>

andrea-cossu.jpgE' risaputo infatti che gli interventi dei comuni, attraverso l' organizzazione e la realizzazione dei “cantieri” di contrasto alla povertà non sono sufficienti e vanno a privare tutti gli altri cittadini di servizi essenziali. << Dobbiamo far uscire, da questa sorta di “dipendenza” istituzionale, le molte famiglie attanagliate da gravi situazioni economiche, disoccupati e portatori di handicap – aggiunge Andrea Cossu di Abbadorzu Onlus - per i quale è tempo di pensare una diversa strategia di intervento che li veda protagonisti nella realizzazione di cooperative sociali e di lavoro rendendo un servizio alla comunità e, nel medesimo tempo, alleviare il “carico di spesa” che oggi grava sull' ente pubblico di ogni comune della nostra bistrattata provincia.>>

La sede dell' associazione di via XXV luglio, che pullulava sin dalla mattina di volontari, ha accolto già da questo primo pomeriggio molte madri di famiglia e disoccupati ai quali è stato consegnato un pacco natalizio e dei giocattoli che sono stati donati dai bambini che ne avevano in sovrabbondanza. Un gesto di generosità che fa loro onore. Tutto questo nella piena riservatezza e garanzia della privacy.

Il responsabile dell' Associazione “Sardegna Adesso”, l' attivo Mario Cau; ed il presidente di “Abbadorzu Onlus”, l' innovativo Andrea Cossu hanno concordato a partire dal prossimo anno una serie di azioni sia per promuovere il volontariato ed il suo ruolo determinante in seno alle comunità locali dove opera, sia le idee e le strategie utili per ridimensionare il problema della povertà e della emarginazione coinvolgendo l' Amministrazione Comunale, la Provincia, la Regione Sarda.

Con tag Prima Pagina

Commenta il post

pazzini 12/25/2012 06:27


por favor!!!!!!!!!questa secondo me è pubblicità!!!!sorry!!!

Totoi Fadda 12/25/2012 11:01



Hai ragione, può dare questa impressione, questo sapore, ma in qualche modo bisognava pur ringraziare l' impegno profuso da parte di una associazione di imprenditori Sardi che ha sentito il
bisogno di tendere la mano ai bisognosi. Bisognava dirlo, portarlo alla conoscenza di tutti perchè nonostante la gravissima crisi che attraversano oggi le piccole e medie imprese si è riusciti a
trovare uno spiraglio, seppur piccolo, per acquistare quei prodotti di largo e quotidiano consumo e donarli alle famiglie bisognose. Ben venga dunque la pubblicità se è votata al bene.